"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Il Governo USA è segretamente alleato con i nemici dell’America

di  Eric Zuesse

Tutti sanno che gli jihadisti, e le persone che finanziano il loro terrorismo contro gli Stati Uniti e contro altre nazioni (non fondamentaliste-islamiche), sono nemici di ogni nazione (non fondamentalista-islamica), compresi gli Stati Uniti. Tuttavia, ciò che non è noto è che il governo federale degli Stati Uniti è a sua volta segretamente alleato con jihadisti ed i loro finanziatori – segretamente alleato con (e dipende) i nemici di tutte le nazioni (tra cui gli Stati Uniti) che non sono fondamentalisti islamici.

In pratica il nostro governo è segretamente alleato con gruppi jihadisti in un certo numero di paesi, ed è alleato soprattutto con le famiglie reali arabe che finanziano jihadisti in tutti i paesi (tranne nel proprio – nessuno di questi reali vuole che gli jihadisti possano  attaccare i loro paesi: il loro accordo con jihadisti è che questi si dedichino ad attaccare soltanto gli altri paesi).

Anche tredici anni dopo gli attacchi di 9/11 contro gli Stati Uniti da parte di un gruppo di 19 jihadisti – 15 dei quali sono stati sauditi – l’ex Segretario di Stato americano Hillary Clinton aveva scritto in una e-mail al suo amico John Podesta il 17 agosto, 2014 , che ” abbiamo bisogno di utilizzare le nostre risorse di intelligence e diplomatici più tradizionali per fare  pressione sui governi di Qatar e Arabia Saudita, che stanno fornendo supporto finanziario e logistico clandestino all’ ISIL [ISIS] e altri gruppi sunniti radicali nella regione. ”

La frase “il governo del Qatar” si riferisce alla famiglia Thani, che possiede quel paese; e la frase “il governo dell’Arabia Saudita” si riferisce alla famiglia Saud, che possiedono quel paese. Si riferiva alla Thanis (e loro vassalli) e alle Saud (e dei loro vassalli) – che sono le principali e durevoli fonti di finanziamento per ISIS, Al Qaeda, e altri (in realtà jihadisti) gruppi terroristici. (La parola ‘terrorista’ è utilizzata al fine di far capire al pubblico che pensa che i jihadisti non siano diversi da, o sono sostanzialmente simili a altri tipi di terroristi, come Timothy McVeigh, e che ci sono  molti diversi tipi di terroristi. Ma gli jihadisti appartengono in realtà a una categoria diversa e più pericolosa da quelli, e questo è il tipo di terrorista fanatico che  presenta un notevole rischio di sicurezza nazionale,  per gli Stati Uniti, e per molti altri paesi.)

Si potrebbe voler, come ha detto Hillary Clinton, “esercitare pressioni su” – al contrario di ferire o uccidere – un alleato. Tuttavia, si suppone un nemico (che è ciò che le famiglie sono in realtà) devono essere trattate  in modo diverso (e molto più duramente) di quello. La signora Clinton è stata vista  affermare che il governo degli Stati Uniti dovrebbe esercitare pressioni sui  Thanis e sui Saud, per fermare il loro finanziamento degli  jihadisti stranieri come Al Qaeda e ISIS – il finanziamento di gruppi che mettono in pericolo gli americani.

Tuttavia, nessuna indicazione è stata presentata per mostrare  che o la signora Clinton, o il suo Dipartimento di Stato  abbiano fatto pressione  anche su quegli alleati – nemmeno 13 anni dopo gli attacchi di 9/11, che coinvolgono i finanziamenti delle famiglie reali arabe ( soprattutto i Saud )  – e quegli  ‘alleati’, secondo lei, stavano ancora facendo lo stesso.

Quando era il segretario di Stato, Hillary Clinton aveva  inviato un cable, in data 30 dicembre 2009 , in cui ha scritto che il governo saudita (di proprietà della famiglia Saud):

“E ‘stata una sfida continua per convincere i funzionari sauditi per trattare il finanziamento del terrorismo proveniente dall’Arabia Saudita come una priorità strategica. …

I donatori in Arabia Saudita costituiscono la più significativa fonte di finanziamento a gruppi terroristici sunniti e salafiti  in tutto il mondo. …

L’Arabia Saudita resta una base di sostegno finanziario fondamentale per al-Qaeda, i talebani, L’ISIS , e altri gruppi terroristici, tra cui Hamas, che probabilmente  si incarica di raccogliere milioni di dollari ogni anno da fonti saudite. …”

In questo cable  ha anche detto del governo del Qatar (di proprietà della famiglia Thani):

Il livello complessivo del Qatar nella TC  in cooperazione con gli Stati Uniti è considerato  il  peggiore nella regione. Al-Qaeda, i talebani, ONU-1267 quotata LeT, e di altri gruppi terroristici che sfruttano il Qatar come una fonte  locale di raccolta fondi. Anche se i servizi di sicurezza del Qatar hanno la capacità di affrontare minacce dirette e, occasionalmente, hanno messo in pratica questa capacità di utilizzo, in realtà sono stati riluttanti ad agire contro i noti gruppi terroristi….

Le a lungo represse ‘  28 pagine mancanti  ‘ dalla relazione del Congresso degli Stati Uniti sul  9/11, documentano  che l’ ambasciatore saudita negli Stati Uniti, il principe Bandar bin Sultan al-Saud (un membro alta della famiglia Saud), e sua moglie, avevano regolarmente curato l’invio di fondi molte migliaia di dollari per i due sorveglianti sauditi che pagavano per gli affitti per il volo di formazione e gli appartamenti per ( istituzione fondamentale ) alcuni dei 15 sauditi (su un totale di 19) 9/11 dirottatori, prima di gli attacchi.

Inoltre, la soppressa testimonianza presso un tribunale  USA che è stata presentata  sotto giuramento dall’ex portaborse di Osama bin Laden (che aveva raccolto in contanti di persona ognuno dei milioni di dollari-plus donazioni per Al Qaeda prima del 9/11), che ha avuto anche la situazione contabile di Al Qaeda, Zacarias Moussaou , ha dichiarato di aver raccolto oltre un milione di dollari con le donazioni in denaro da ciascuno dei Principi Saud, tra cui il principe Bandar. Moussaoui ha detto che per avere una tale donazione è stato come fare un passaggio di rito  per loro, il passaggio dava la possibilità di avere l’approvazione dal clero wahabita,  l’approvazione  che  è essenziale al fine che un principe possa essere ancora preso in considerazione per la promozione in regalità.

Questa è la famiglia Saud, un alleato del governo federale degli Stati Uniti – e un nemico della nazione americana.

Dal punto di vista del governo federale degli Stati Uniti, questi sono gli amici, alleati; mentre la Russia e la Cina, e ciascuno dei loro amici, sono considerati  nemici. Questo non è proprio un modo adeguato di ‘difesa nazionale’ per l’America; è un vecchio stile, per la costruzione dell’impero, da grande potenza “politica”, che è un’altra fase della  guerra tra le aristocrazie. Anche se  la guerra fredda  del comunista-versus-capitalista  si è conclusa sul lato russo e cinese (le nazioni ex comuniste), non si è concluso  dalla parte degli Stati Uniti e dei loro alleati ; si continua fino ad oggi, come fanno gli  Stati Uniti la guerra egemonica per estendere l’impero della eccezionabilità americano.

Chiunque dubiti  o ponga domande su  questa ,dovrebbe vedere il capolavoro di Oliver Stone, il suo 10-parte serie di documentari, e il libro parallelo (tutti co-autore con il grande storico Peter Kuznick) Storia non raccontata degli Stati Uniti . Il  coraggio e genialità  Di Oliver Stone  nella produzione di questo lavoro stupefacente sono al di sopra e al di là di ogni commento, perché questo lavoro soffia via la sporcizia standard che passa per la ‘storia’ su tutti i presidenti degli Stati Uniti a partire dal momento di Truman in poi; e, chiaramente, il governo federale degli Stati Uniti durante tutto questo periodo è stato effettivamente controllato dai nemici dell’America, un paio di miliardari americani e le loro migliaia di dipendenti assieme.

Hanno approfittato enormemente per  gettare in miseria il mondo – tra cui una gran parte del popolo americano (anche se non così tanto come i residenti di altri paesi – come la 10-parte ( “10 Capitolo”) il film rende terribilmente chiaro). Se si vuole avere un’idea precisa di tutta la serie, basta vedere Capitolo Uno , e secondo capitolo , che sono a questi link, gratuitamente. Questo ti dirà di più su America – in giro questa intera serie (ognuno dei quali è semplicemente mozzafiato) – rispetto a qualsiasi ‘revisione’ di esso possibile. Giudicate voi stessi. Poi è bene vedere l’intera serie – e giudicare il governo federale degli Stati Uniti, infine, sulla base della sua realtà (non più solo sui suoi miti, squisitamente con aria di manipolazione). Ogni  bambino  a  scuola-dovrebbe vedere questa serie. Su questa base, avremmo un elettorato informato e veritiero. (Il libro fornisce le fonti documentarie.) E solo con un elettorato informato sulla verità può esistere una democrazia.

Prima che Hillary diventasse  il segretario di Stato americano, la Fondazione Clinton aveva raccolto un totale di $ 10 milioni a $ 25000000 dalla famiglia Saud e loro vassalli (aristocratici subordinati ai Saud ‘, come ad esempio i bin Laden – ma tutto da conti pubblici ufficiali) . Mentre il segretario di Stato americano, lei e il suo Dipartimento di Stato ha festeggiato nel 2011 l’acquisto della famiglia Saud  di US Boeing bombardieri F15-SA  per la cifra di  $ il 29,4 miliardi  (che ora stavano distruggendo paese confinante Arabia Saudita dello Yemen, con bombe americane); e, come ha osservato Lee Fang di “The Intercept”, a tale proposito, “come vendita di armi venivano approvati i trasferimenti, sia al Regno di Arabia Saudita e la Boeing ha  fatto donazioni alla Fondazione Clinton. Il Washington Post ha rivelato che un lobbista Boeing ha aiutato con la raccolta di fondi nelle prime fasi della campagna presidenziale di Hillary Clinton “.

Anche se la signora Clinton non è più nel governo federale degli Stati Uniti è, non c’è alcun cambiamento, perché era semplicemente parte di un sistema che ha governato gli Stati Uniti, senza vera sfida dal momento che almeno il 24 Febbraio, 1990 , se non prima (che risale almeno di Eisenhower, e – per certi versi – anche di nuovo al presidente Harry S. Truman ) – è l’antico sistema di impero, che ha, a poco a poco, dopo la seconda guerra mondiale, viene a sostituire il precedente sistema americano di un parziale (in origine un schiavista) cambiamento della democrazia, il ritorno alla condizione di pre-Revololutionary America, quella di essere soggetti a un impero, ma questa volta è stato all’impero interno americano, non allo  straniero dell’Impero britannico.

Anche se l ‘ alibi ideologico  anticomunista’ per terminare la democrazia americana, e diventare solo un altro impero aristocratica, si è concluso il 24 febbraio 1990 (dopo di che, la politica estera statunitense è diventata  puramente una guru a benna per l’impero globale), la presa per l’impero globale ha continuato , ed è stato in particolare impennata nel secondo mandato dell’amministrazione del presidente Obama (2013-2016), con Obama a parlare in aumento di  riferimenti dell’ America come “quella nazione indispensabile” – il che significa che tutti gli altri non sono “indispensabili”, come le nazioni imperiali hanno sempre visto che siano tutte  le altre nazioni  . Durante il secondo mandato di Obama – prima in Ucraina , e poi in Siria – la possibilità di una guerra nucleare contro la Russia e la Cina (gli obiettivi principali per essere egemoni in ultima analisi) è aumentata: in primo luogo, è sorto con le guerre convenzionali sui campi di battaglia della Siria (tramite un -invasione pro  jihadista  da parte degli Stati Uniti ) e l’Ucraina (attraverso un colpo di stato fascista che è stato perpetrato nel febbraio 2014 , ma che era iniziato nella sua  pianificazione a tappe dal   2011 ). (Obama ha anche iniziato i preparativi per strangolare la Cina limitando i trasporti commerciali essenziali della Cina attraverso il loro vicino Mar Cinese Meridionale.)

Obama spera così che il suo successore continuerà questi  passi  verso l’egemonia (forse per una guerra nucleare nei campi di battaglia di Russia e / o la Cina). Ma il presidente-eletto Trump ha detto che si concentrerà invece con intervento militare solo contro i jihadisti – non con la conquista di qualsiasi altra  nazione. (E, naturalmente, le armi nucleari non sono utili per questo.) Egli dice, in sostanza, che il governo degli Stati Uniti non continuerà ad essere il nemico del popolo americano, e che dovrà invece impiegare il suo vasto esercito puramente per proteggere  gli americani. Sarebbe una brusca inversione di rotta dal 24 febbraio 1990, se aderisce ad essa (che molte persone non si aspettano che  lui facia – e la sua nomina del super-neocon John Bolton come il capo del Pentagono induca ad una visione pessimistica).

Va sottolineato che non c’è nulla di strano che il governo americano voglia  essere più grande nemico della propria popolazione. Non c’è niente di insolito nell’ essere  un governo  un nemico per la propria popolazione e di essere alleato con i suoi nemici . Non succede solo nelle  “repubbliche delle banane”.

In molti paesi, i dirigenti sono in realtà i nemici del pubblico e, pertanto, sono alleati con i nemici della nazione. Questa è la situazione normale per un paese che è sotto il dominio straniero, come ad esempio una colonia. Quando un’aristocrazia nazionale ( ‘oligarchi’) controlla un paese, questi aristocratici sono normalmente parte di un impero, che è controllato dalla nobiltà ( ‘oligarchi’) che controlla  una superpotenza; e la superpotenza-aristocratici poi ad estrarre da questi vassalli-aristocratici una quota degli incassi da destinare a  quello straniero. Non esiste chiara indicazione che il presidente Donald Trump terminerà tali estrazioni, sia da parte del pubblico americano, o da mezzi pubblici di altre nazioni. I piani di Trump per aumentare il già incredibilmente gonfio  bilancio della  ‘difesa’ America – che è ancora orientata verso la conquista anziché verso l’uccidere gli  jihadisti (che quest’ultima non  richiede niente come una grande spesa  militare) – suggeriscono che Trump non ha attualmente  tale intenzione : che lo farà al posto di continuare l’inseguimento americano  di un impero. Tuttavia, le sue parole sono al contrario: comincia col dire che vuole solo per negoziare con la Russia e la Cina, non conquistarle. Ma non c’è alcuna indicazione che non abbia  alcuna intenzione di porre fine alleanze del governo degli Stati Uniti con i nemici della nazione americana. Solo se il governo degli Stati Uniti da un taglio  alle sue alleanze con i nemici del popolo americano, solo allora  la situazione sarà in grado di cambiare in meglio.

(………..)

L’amministrazione Obama ha  sostenuto che è necessario contenere i Saud reali ed i loro vassalli innocui per qualsiasi cosa che hanno fatto per finanziare e organizzare gli attacchi di 9/11, perché altrimenti non ci sarebbe pericolo “a propri funzionari americani che lavorano all’estero che godono della stessa immunità. “In altre parole, l’argomento della amministrazione era che tutti gli aristocratici devono stare al di sopra delle leggi di ogni paese. (Ma gli aristocratici americani vogliono davvero per perpetrare attacchi come gli attacchi di 9/11 contro un altro paese? Contro quale paese?)

Se il presidente Trump continua questa politica della Presidenza Obama, allora Trump continuerà la guerra del governo federale degli Stati Uniti contro il popolo americano; e la speranza di, infine, di  porre fine alla guerra fredda dalla parte dell’America – come contro  la Russia e la Cina, che   già era  finita  nel 1991, se un accordo  non verrà raggiunto nella sua presidenza. Le sue promesse “per pulire la palude di Washington” risulterebbero   essere stati semplici menzogne.

Se, d’altro canto, Trump è stato sincero su questo , allora probabilmente  rivelerà  essere stato il miglior presidente americano fin dai tempi di FDR, perché lui avrà fatto molta cammino verso il ristabilire  la democrazia in America. Certo, questo non può accadere mentre il governo degli Stati Uniti rimane segretamente alleato con i nemici dell’America.

Fonte: Strategic-culture

Traduzione: Manuel de Silva

 

*

code

  1. Umberto 1 anno fa

    E in tutto questo bel minestrone ha dimenticato proprio il sale e l’ olio extravergine? Si è guardato bene dal fare il nome dei veri nemici della Nazione! Buonanotte, di grazia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Anonimo 1 anno fa

      E’ diventato proprio noioso…quando facciamo il salto quantico che ci introduce alle notizie vere?

      Rispondi Mi piace Non mi piace