Il governo tedesco pensava che il virus avesse ucciso il populismo. Pensava sbagliato

di Sabine Beppler Spahl

Ora oltre all’AfD, la Merkel avrà anche il movimento “Querdenker” anti-blocco con cui dovrà confrontarsi

In superficie, il 2020 sembrava un anno unico in Germania (come in gran parte del mondo). È arrivato un nuovo pericoloso virus ed è nato un nuovo esperimento politico: il blocco imposto dai governi. Ma le cupe e miserabili misure di blocco e la politica della paura favorita dai media e dal governo tedesco non erano purtroppo una novità.

In teoria, il 2020 avrebbe dovuto essere un anno di successo per le élite di governo tedesche, nonostante le grandi sfide poste dalla pandemia. Ad agosto, i sondaggi hanno mostrato indici di gradimento record per la cancelliera Angela Merkel e il suo governo di coalizione.

In un primo momento, sembrava addirittura che la lotta contro il virus avesse concesso al governo e ai suoi sostenitori una tregua nella loro battaglia in corso con i populisti. Il partito Alternativa per la Germania ( AfD ) ha trovato difficile sviluppare una risposta coerente a Covid ed è rimasto impantanato in lotte intestine. Il populismo era in bilico, molti sembravano pensare in modo diverso.
Sebbene le morti per il virus, tragicamente, abbiano cominciato a salire rapidamente in autunno (nel momento in cui scriviamo sono morti oltre 21.000 tedeschi), nello stesso periodo abbiamo ricevuto la brillante notizia di un vaccino. BioNTech, che ha sviluppato uno dei primi vaccini di successo, ha sede a Magonza. Il rapido sviluppo di questa tecnica di mRNA altamente efficace potrebbe essere stato visto come un’espressione del potere innovativo e dell’ingegno della Germania.

Proteste in Germania contro i blocchi

Tuttavia non è così che al governo tedesco piaceva presentare la notizia. In assenza di una strategia chiara per affrontare il virus, si è invece cercato di mantenere un clima di paura e passività.
Ovviamente né la Merkel – la “cancelliera per la crisi”, o la Krisenkanzlerin , come è chiamata in Germania – né il suo governo sono mai stati particolarmente stimolanti. Ma i suoi avvertimenti emotivi, quasi lacrimosi di “un ultimo Natale con i nonni”, appena prima di annunciare una nuova chiusura forzata, hanno segnato un nuovo minimo.

La Merkel non è stata l’unica venditrice di sventure quest’anno, tuttavia. I media tedeschi hanno insistito sul fatto che ” non c’era motivo di euforia ” all’arrivo del vaccino. Pochi giornalisti hanno chiesto alle autorità dell’UE di approvarne l’uso, nonostante il Regno Unito, gli Stati Uniti e il Canada lo abbiano dichiarato sicuro.

Un altro esempio assurdo di questa cultura della paura è stata l’attenzione dei media rivolta al virologo Christian Drosten, un convinto sostenitore del blocco e uno dei principali consulenti medici del governo. A novembre, ha avvertito che una nuova pandemia potenzialmente ancora più mortale del virus MERS potrebbe essere dietro l’angolo.

Sebbene il Covid fosse certamente una sfida, la pandemia ha in gran parte solo reso più visibili molti dei problemi di fondo del governo della Merkel. In una recente conferenza stampa, Markus Söder, il premier di stato bavarese (spesso indicato come successore della Merkel nella CDU), ha parlato di una società in uno stato di “semi-coscienza”. Si riferiva alla “lite sul blocco” sotto la quale viveva la Germania fino a quando non è stato introdotto un blocco completo a dicembre. Ma avrebbe potuto parlare altrettanto facilmente di quello che è successo alla sua festa.

Adepti del movimento Querdenker protestano in Germania


Anche se l’anno prossimo ci saranno le elezioni federali, gli elettori non sanno ancora chi nominerà la CDU per sostituire la Merkel come cancelliera. E poiché quest’anno non c’è stata nemmeno una conferenza del partito, la sfortunata Annegret Kramp-Karrenbauer (AKK), che avrebbe dovuto dimettersi a febbraio , è ancora il presidente della CDU. Questo triste stato di cose non ha nulla a che fare con Covid, ma piuttosto parla dell’incapacità del partito di gestire le sue lotte di potere interne e affrontare il suo decadimento a lungo termine.
Non sarà sfuggito agli elettori tedeschi, molto più svegli di quanto vorrebbe Söder & Co., che l’ AfD era perfettamente in grado di tenere una conferenza di partito – in diretta, con maschere e distanziamento sociale.

Per il governo il 2020 sarà l’anno delle occasioni mancate. Non è riuscito a sfruttare la fiducia iniziale del pubblico nell’affrontare la nuova minaccia. Ha ignorato la volontà delle persone di aiutare le proprie comunità , il che avrebbe potuto rafforzare i nostri legami sociali in questi tempi difficili. Non è riuscito a sviluppare una strategia unificante contro il virus. Sono stati evitati dibattiti pubblici su come proteggere i più vulnerabili. In effetti, ci sono voluti mesi prima che il parlamento prendesse un qualche misura di coinvolgimento nella strategia del virus. Anche le azioni positive, come quelle della città di Tubinga – dove il sindaco ha avuto un certo successo nel proteggere gli anziani e le case di cura dalla peggiore della pandemia – sono state ampiamente ignorate.

Ma non tutti erano mezzo addormentati. Oltre all’AfD – che è stato al centro di due grandi conflitti interni alla CDU, prima in Turingia a febbraio e poi in Sassonia Anhalt a dicembre – è emersa una nuova opposizione. I ” Querdenker ” (in tedesco “pensatori laterali”) che hanno portato in piazza molte migliaia di persone per protestare contro i blocchi. Nonostante i suoi alti tassi di approvazione iniziali, il governo ha avuto un brusco risveglio.

Sì, il 2020 è stato un anno unico, ma non è cambiato molto per l’élite al potere in Germania. Il governo ha ora, nella sua profonda difesa, vietato le proteste anti-blocco e sta persino facendo monitorare il Querdenker dai servizi segreti. Allo stesso modo, i tribunali non sono mai stati così coinvolti nella politica.

L’idea che la politica si sarebbe fermata a causa di un virus è sempre stata un’illusione. Le cose si stanno muovendo velocemente in Germania. E viste le tante tensioni irrisolte, le elezioni federali del 2021 potrebbero essere ricche di sorprese (non grdite da Merkel e soci).

Fonte: Spiked

Traduzione: Luciano Lago

3 Commenti

  • Teoclimeno
    3 Gennaio 2021

    Rebbekak Dorotthea Kasner alias “Angela Merkel”: sei brutta dentro e brutta fuori.

  • eusebio
    3 Gennaio 2021

    La Germania sta vivendo una graduale deindustrializzazione che la espone al rischio di devastanti tensioni interne, la UE è stata per un paio di decenni il suo terreno di caccia economico da cui traeva i capitali (grazie al differenziale dei tassi di interesse tra i suoi titoli di stato solidissimi e quelli dei stati periferici, differenziale che attira capitali dagli altri paesi) con cui finanziava la sua colossale industria votata all’esportazione, nonchè la sua fornitura di macchinari industriali necessari per l’industrializzazione della Cina, ma adesso la Cina i macchinari e i prodotti esportati dai tedeschi li fabbrica lei a costi più bassi e di qualità migliore, per cui i tedeschi ora si ritrovano milioni di gastarbeiter extraeuropei disoccupati pronti a devastare il paese come stanno facendo in Francia.
    Ad est della Germania ci sono regimi perlopiù autoritari, tipo Russia, Polonia, Ungheria, pure l’Ucraina dove nonostante il presidente ebreo ieri si è svolta a Kiev la marcia commemorativa di Stepan Bandera, il nazista ucraino responsabile della morte di molti ebrei ucraini (la cosa ha fatto molto incavolare il quotidiano israeliano Haaretz), quindi non è improbabile che AfD con il peggiorare della crisi economico-sociale possa sfondare dal punto di vista elettorale.
    Come partito ha ottimi rapporti con il PiS polacco, la Fidesz ungherese e Russia Unita di Putin, quindi potrebbe perfino fare da paciere tra russi, polacchi e perfino ucraini, che hanno fatto un torto agli USA acquistando un lotto di dosi di vaccino anticovid dai cinesi.
    Con l’arrivo di Biden alla Casa Bianca, nemico di Putin, Orban e pure di Kaczinsky per i populisti europei tira una brutta aria.

  • antonio
    4 Gennaio 2021

    la Kasner è na sion-venghelik ?

Inserisci un Commento