Il governo golpista in Bolivia lavora con gli USA per reprimere la rivolta

CITTA ‘DEL MESSICO / LA PAZ – Il presidente di lunga data della Bolivia Evo Morales ha affermato che gli Stati Uniti sono dietro i disordini in corso in Bolivia, che ha causato la morte di molte persone nei giorni successivi al suo rovesciamento. In un tweet di lunedì, il presidente deposto della Bolivia ha anche richiamato la presidente provvisoria di recente autoproclamatasi, Jeanine Anez, e altre importanti figure dell’opposizione, secondo Sputnik.

“La dittatura di Mesa, Camacho, Anez e dei loro complici Albarracin e Villena ha causato oggi 6 morti di fratelli in un’operazione coordinata con gli Stati Uniti”, ha scritto Morales.

“Possano le nuove generazioni e il mondo sapere che è così che il governoi golpista conduce politiche di genocidio contro le persone umili”, ha affermato.

Carlos Mesa era il rivale di Morales nelle elezioni presidenziali di ottobre; Luis Fernando Camacho è il presidente del Comitato Civico di Santa Cruz e uno dei maggiori critici di Morales; Waldo Albarracin e Rolando Villena sono membri del Comitato Nazionale per la Difesa della Democrazia in Bolivia, l’organismo di opposizione che ha coordinato le recenti proteste anti-morales.

Gli scontri sono scoppiati tra manifestanti e polizia filo-morales dopo le sue dimissioni il 10 novembre. I manifestanti hanno creato blocchi stradali in tutto il paese, contribuendo alla crescente carenza di cibo e benzina. Il primo leader indigeno della Bolivia si è dimesso dopo che i militari e la polizia si sono rivoltati contro di lui, e successivamente ha cercato asilo in Messico dicendo che la sua vita era a rischio.

Le sue dimissioni sono seguite a tre settimane di proteste antigovernative sfidando i risultati delle elezioni presidenziali di ottobre, che hanno visto Morales vincere un quarto mandato consecutivo al primo turno. L’opposizione ha accusato Morales di brogli elettorali e ha rifiutato di accettare i risultati.

L’Organizzazione degli Stati americani, che ha monitorato le elezioni, ha annunciato di aver trovato “una chiara manipolazione” del sistema di voto; Morales si è dimesso lo stesso giorno. Anez, il vicepresidente del Senato in linea con l’opposizione, ha assunto la carica di presidente in carica due giorni dopo e resterà in carica fino a quando non si terrà un nuovo voto.

Rivolta in Bolivia

I paesi occidentali hanno generalmente approvato il rovesciamento di Morales. Gli Stati Uniti lo hanno accolto come “un momento significativo per la democrazia nell’emisfero occidentale”, mentre la Russia ha riconosciuto Anez come leader ad interim fino alle prossime elezioni, ma ha ancora descritto gli eventi che hanno portato al rovesciamento di Morales come un colpo di stato.

Morales ha anche chiesto alle Nazioni Unite di denunciare e “fermare questo massacro” di boliviani indigeni dalla “dittatura” attualmente in carica, affermando che 30 persone sono già state uccise, secondo RT.

“Chiedo all’IACHR e alle Nazioni Unite di denunciare e fermare questo massacro di fratelli indigeni che chiedono pace, democrazia e rispetto per la vita nelle strade”, ha aggiunto Morales, riferendosi alla Commissione interamericana per i diritti umani, un organo di l’Organizzazione degli Stati americani (OAS).

Sono stati segnalati più casi di indigeni boliviani – che sono scesi in strada per protestare contro la cacciata di Morales, definendola un colpo di stato – che sono stati oggetto di attacchi con armi da fuoco da parte della polizia e dai militari fedeli ad Anez. Il numero esatto di morti e feriti è tuttavia difficile da accertare.

Fonte: FRN
Traduzione: Lisandro Alvarado

1 commento

  • SEPP
    24 Novembre 2019

    Sentire gli americani che parlano di manipolazione del voto quando loro sono i massimi esperti fa veramente cadere le braccia. Giravano su youtube video dove un tecnico della societa’ che gestiva il software delle elezioni americane, davanti al congresso americano asseriva che le votazioni erano state manipolate e a vincere era andato bush invece di gore, poi un altro video va vedere uno studente che pone la domanda a gore del perche’ non si opposto al broglio elettorale, lo studente viene taserizzato e sbattuto fuori.
    Toglietivi dalla mente la democrazia, un governo lo devono dare lo stesso, vedi noi italiani
    dopo la seconda guerra mondiale.

Inserisci un Commento

*

code