Il governo Conte/Gualtieri caduto nella trappola del MES

di Luciano Lago

Il premier Conte aveva detto fino al giorno prima: “MES no, assolutamente inadeguato, Eurobond Si. Gli eurobond sono una risposta seria uno strumento adeguato alla situazione che sta attraversando l’ Italia”.
Nel solco della peggiore tradizione italiana di allearsi con il nemico, il duo Conte/ Gualtieri, nonostante tutte le sceneggiate, dichiarazioni e posizioni di apparente intransigenza, manifestate prime della riunione con l’Eurogruppo, una volta al tavolo con i big della Germania, Olanda e paesi del nord Europa, hanno vergognosamente capitolato, sottoscrivendo l’accordo capestro sul MES. Proprio quello che assicuravano e spergiuravano di non voler firmare.
Naturalmente adesso diranno che è soltanto una proposta, che le condizioni sono alleggerite, che riguardano soltanto le spese sanitarie e che si potrà decidere liberamente la firma definitiva. Sappiamo già come andrà a finire, visto il tipo di pressioni che gli ambienti finanziari sono soliti esercitare in queste occasioni. Già pronto il fuoco dello spread combinato con le agenzie di rating per dare al governo l’urgenza di adempiere ai diktat delle oligarchie di Bruxelles.


Si è visto di fatto chi sia Conte: un personaggio arrivato alla presidenza del Consiglio senza essere eletto ma per “grazia ricevuta”, vanesio e inconcludente, solo “chiacchiere e distintivo.
Rimane il mistero su cosa abbiano promesso a Conte e Gualtieri i plenipotenziari della UE in cambio della firma. Non lo sappiamo ma non è difficile immaginarlo, si tratta degli stessi privilegi e avanzamenti di carriera che furono assicurati ai vari Mario Draghi, Romano Prodi, Azelio Ciampi e soci quando, negli anni ’90, si impegnarono per le privatizzazioni, il gigantesco piano di svendita del patrimonio industriale e bancario italiano, ceduto all’estero tramite i potentati finanziari.
Si perpetua quella inclinazione irresistibile dei politici italiani alla libidine di servilismo verso lo straniero già sperimentata della Storia passata e recente del paese.
Non è un caso che la sottoscrizione della bozza di accordo sia avvenuta mentre gli italiani sono in stragrande maggioranza consegnati in casa con divieto di uscire e con polizia ed esercito per le strade a controllare, una sorta di coprifuoco che non permette alla gente di scendere in strada e tanto meno di inscenare manifestazioni di protesta.
Quindi ricapitoliamo: un premier non eletto sottoscrive una proposta di accordo capestro con oligarchie finanziarie europee senza alcun mandato del Parlamento, vincolando il futuro del paese, mentre in Italia esiste uno stato d’assedio e tutti i media del sistema sono lì a trasmettere ore e ore di informazioni sul virus, sui morti, sugli appestati e sul trasporto militare dei deceduti, diffondendo paura, tensione e psicosi collettiva. Quale migliore atmosfera per far passare le misure finanziarie che avranno l’effetto, nel prossimo futuro, di impegnare il patrimonio dello Stato e saccheggiare il risparmio dei cittadini?
I negoziatori italiani hanno accettato, mettendo nero su bianco, che l’Italia si debba indebitare con il MES per affrontare le spese sanitarie che derivano dalla crisi del coronavirus. Conte non aveva un mandato parlamentare per sottoscrivere questi accordi con la UE, anzi si è guardato bene dal richiederlo. Un tradimento di fatto rispetto all’interesse nazionale.
Non basteranno le assicurazioni che il MES approvato sia un “MES light” con condizioni alleggerite. Sarà la solita truffa semantica.
Pochi sanno che il MES è un organismo finanziario i cui membri sono dotati di totale immunità, qualificato come un “creditore privilegiato”, motivo per cui, in caso di default, l’obbligo del rimborso dei prestiti dovuti a tale organismo, sopravanza i diritti di tutti gli altri creditori, inclusi coloro che avranno acquistato emissioni del Tesoro. Ergo ne deriva un rimbalzo verso l’alto dei tassi di interesse con tutte le conseguenze del caso.

“Protesta contro la “finta” democrazia

Non c’è che dire: un colpo da maestro per il duo Germania/Olanda. Per questo inspiegabile cambio repentino di posizione, sospettiamo che ci sia stato un “suggerimento” arrivato all’ultimo momento alle orecchie di Conte di cui non si poteva non tenere conto. Si può scommettere su chi sia stato il suggeritore, di sicuro un personaggio fiduciario della elite dominante che ha consiglito a Conte di addivenire a buoni consigli per evitare possibili ritorsioni. Il classico ricatto delle mafie oligarchiche che muovono la finanza transnazionale che in questo momento è molto interessata a mettere le mani sul patrimonio e sul risparmio italiano, uno dei maggiori del mondo. Una ipotesi della fantasia complottista? Saranno i fatti a determinarlo.
Tutto come previsto, ci saranno altri passaggi procedurali, salvo sorprese e ripensamenti dell’ultimo momento, la questione sarà oscurata nei suoi risvolti e conseguenze mentre a breve/medio termine il Governo, visto l’aumento esponenziale del debito pubblico, impegnerà per privatizzare e cedere quello che ancora è disponibile del patrimonio dello stato. Se non basterà (e non basterà) aspettiamoci una pioggia di nuove imposte.
Possiamo fare una previsione: l’Italia non ha ottenuto dalla UE i coronabond ma i cittadini otterranno presto dal governo giallo/rosso i coronatax.

38 Commenti

  • marte
    10 Aprile 2020

    A quanto scritto nell’articolo aggiungo, da quanto mi risulta, che il Mes è un ente di diritto privato la cui costituzione è stata fatta da un notaio nei paesi bassi (anzi considerando il comportamento dell’olanda li definirei paesi nani), ma quando mai un ente di diritto privato può contrastare interessi di diritto pubblico ? Riporto la Costituzione Italiana, l’ Articolo 41. “L’iniziativa economica privata è libera. Non può svolgersi in contrasto con l’utilità sociale o in modo da recare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana” ….Questa parte se la sono dimenticata da un pezzo !(chiedo scusa per la sinteticità )

    • atlas
      10 Aprile 2020

      Berlusconi compreso ?

      • Monk
        10 Aprile 2020

        il zoccoloniere di arcore, vade retro berluschino

        • William
          11 Aprile 2020

          Il Mes è stato approvato dal governo berlusconi ne luglio 2012 poche balle, adesso Conte sta cercando altri strumenti cercando di slegarsi dal mes che non ha certamente votato lui. Può piacere conte o no a me di lui interessa poco ma bisogna riportare tutti i fatti non solo ciò che fa comodo…

    • Roberto Esse
      10 Aprile 2020

      Marte, questi con la Costituzione ci si puliscono il…., lo hanno dimostrato nel tempo. Lo stesso Mattarella, il suggeritore che nel pezzo non viene menzionato apertamente, è stato giudice costituzionale ed ora da capo dello stato, continua a fottersene della costituzione, tradendo il paese, dapprima imponendo un presidente del consiglio sbucato dal nulla e non votato da nessuno, poi ridando allo stesso Conte la formazione del governo attuale, non si sa per quali meriti e motivi. Sono tutti infami traditori del popolo italiano, in cambio di un posto da burocrate, come nel caso di Gentiloni, e di tanti altri noti che hanno svenduto il paese.

      • atlas
        10 Aprile 2020

        Ro Ber To

        finalmente uno che ha capito che leggi e regole democratiche sono solo vaselina

        e le divise gentaglia traditrice che lo mette in culo al suo fratello del popolo fottendosi i soldi che il popolo stesso gli da. Però a tanti ouralphe tutto ciò piace

  • atlas
    10 Aprile 2020

    ottimi Diego Fusaro e Paolo Borgognone: più di un’ora di sapienza in diretta

    https://www.youtube.com/watch?time_continue=2&v=zrYH9qZe–4&feature=emb_logo

    • Monk
      10 Aprile 2020

      Fusaro è acqua fritta, asserisce in parte concetti condivisibili ma fa dormire, fa parte del mainstream comunista e il suo filosofeggiare con il ditino alzato quando chiede la parola è a dire poco nauseante, insomma, tutto è tranne che un condottiero. Fusaro è molto confuso con il suo gramsci

      • atlas
        10 Aprile 2020

        concordo sull’antimarxismo. Cmq c’è anche Paolo Borgognone nel video, persona che stimo molto moltissimo

        • Monk
          10 Aprile 2020

          Concordo Atlas

      • Arditi, a difesa del confine
        10 Aprile 2020

        quando vedo un video di Fusaro su YT sono costretto a mettere la velocita’ di riproduzione a 1,5x ma nonostante questo continua ad essere logorroico
        per non parlare del fatto che secondo lui la soluzione al turbocapitalismo e liberismo non e’ altro che il socialismo……
        spesso sentendolo mi sembra di essere tornato indietro di 40 anni

        • atlas
          10 Aprile 2020

          a volte tornare indietro fa andare avanti

          a volte il Socialismo può essere anche Nazionale, come lo fu quello di Mussolini e Hitler

          e a volte può essere internazionale come dai giudei Marx e Trotsky (alla larga)

          a volte si apprezzano le persone anche solo per la cultura che hanno, se no tocca leggersi gli ouralphe

          • Arditi, a difesa del confine
            11 Aprile 2020

            non intendo sminuire Fusaro, ci mancherebbe, culturalmente avanti diversi passi, ma e’ il modo in cui parla che mi fa cadere le braccia a terra.

            non credo che i due sopracitati da lei avessero la stessa flemma quando parlavano alle folle

          • atlas
            11 Aprile 2020

            a volte chi grida è perchè non ha nulla da dire

            Franco Freda ad es., definisce Mussolini ‘un volgare tribuno’ e su questo non mi trova d’accordo

            nessuno è perfetto, solo Dio lo è

            a volte si deve saper prendere il meglio da tutto e lasciare il peggio

            a volte per progredire ci si deve istruire

            a volte la forza fisica personale e militare viene solo dopo se no si va a farsi massacrare allo sbaraglio. I giudei ad es.; loro sono sempre compatti fra loro stessi e mandano a spaccarsi le ossa gli altri ‘animali’. Questo perchè usano e valorizzano i legami di sangue, l’intelligenza e l’istruzione

  • ouralphe
    10 Aprile 2020

    Lo stato di diritto non esistepiù, esiste solo la legge del più forte imposta dalle legioni di servi della gleba a sua dispisizione.

    • atlas
      10 Aprile 2020

      vero. E’ sempre stato così. Sarai servo a vita. Ti leggo molto debole, soprattutto in materia politica. Però con tanti altri come te fate una forza (o s forzo. Nel cesso. Questo naturalmente sino a quando i veri Uomini non si rompono seriamente i coglioni)

    • Fabio Franceschini
      11 Aprile 2020

      Caduti? Beh nulla di casuale ci sono caduti perché ci sono voluti deliberatamente cadere!
      Traditori

  • Sandro
    10 Aprile 2020

    Fritz Todt

    “Todt fu un uomo serio, schivo, molto stimato da Hitler ma restio a fare un uso personale del suo potere e poco amato dagli ambiziosi cortigiani che ronzavano intorno alla persona del Führer.”
    Todt, in riferimento all’uso politico della sua notorietà proposta da Hitler rifiutò: La motivazione ? sostenne, – non alla lettera – :”un politico non dice mai quel che pensa”.

  • Paolo Calvo
    10 Aprile 2020

    LA TIRANNIA DELL’USURA
    ”30. Che cos’è anche in realtà un prestito, specialmente un prestito straniero? Un prestito è
    un’emissione di titoli di scambio governativi che contengono una percentuale di obbligazioni
    commisurate alla somma del capitale del prestito. Se il prestito ha un tasso del 5%, allora in
    vent’anni lo Stato paga in maniera vana una somma di interessi pari al prestito richiesto, in
    quarant’anni paga una somma doppia, in sessanta – tripla, e per tutto il tempo il debito rimane un
    debito non pagato.
    31. Partendo da questo calcolo è ovvio che per mezzo di qualsiasi forma di tassazione pro capite lo
    Stato sta proteggendo gli ultimi spiccioli dei poveri contribuenti in maniera da fare i conti con
    stranieri benestanti, da cui ha preso in prestito del denaro invece di raccogliere questi spiccioli per
    le sue stesse necessità senza interessi addizionali.
    32. Fintanto che i prestiti erano interni i GOYIM hanno solo spostato il denaro dalla tasca dei
    poveri a quella dei ricchi, ma quando abbiamo comprato le persone necessarie in maniera da
    trasferire i prestiti nella sfera esterna, tutto il benessere dello Stato è affluito nelle nostre casseforti e
    tutti i GOYIM hanno cominciato a pagarci il tributo come sottoposti.
    33. Se la superficialità dei re GOY sui loro troni per quanto riguarda gli affari di Stato e la venalità
    dei ministri o il volere di comprendere i problemi economici da parte di altre persone che
    governano, hanno reso i loro paesi dei debitori verso i nostri tesori per cifre piuttosto impossibili da…

    • atlas
      10 Aprile 2020

      ma basta già ragionare sull’effetto della sanzione economica verso un comportamento delittuoso del cittadino: se il cittadino ha disponibilità limitate è colpito. Il ricco paga e fa quello che vuole, perchè la sanzione per lui è come se non esistesse. Questa è la democrazia degli ouralphe di cui ci si deve liberare. Per una Giustizia equa e finalizzata alla risposta efficace da parte dello stato. Se le pene fossero corporali e di morte ne soffrirebbe il ricco e il povero in egual misura. E per gli ouralphe non ci sarebbe scampo

      • Monk
        10 Aprile 2020

        Direi che il tuo discorso fila bene, ma anche in una realtà ove vigono pena di morte e torture, chi ha soldi riesce quasi sempre a farla franca

        • atlas
          10 Aprile 2020

          disquisivo/scrivevo di una tipologia di sanzioni/pene in quanto tali, non sulla corretta loro applicazione

          Il secondo Vicario dell’Islam, Omar, ad es. non autorizzò mai il taglio della mano al ladro nella cui casa non vi fossero trovate provviste per almeno 3 mesi. Questo perchè, in Diritto, egli rubava per soddisfare una necessità obbligatoria e non per vizio o mera tendenza a delinquere

          in quel periodo poi, quella pena fu applicata POCHISSIME volte. Perchè c’era Giustizia Sociale. E Omar, vestito solo di una tunica mezza stracciata e con solo un bastone in mano, governava un Impero molto più grande di quello romano, che andava dall’India al Marocco

          il figlio di Omar violò la Legge; e fu punito con molte frustate. Dopo alcune di quelle svenne, ma Omar volle si continuasse fino al termine della pena prevista

          DIO SIA SODDISFATTO DI OMAR !

          • Mardunolbo
            10 Aprile 2020

            ti piacciono le leggende islamiche, vero ? Del resto una religione inventata deve crearsi degli eroi…strano, però che siano sempre eroi simili ai cristiani che agli ebrei !

        • Mardunolbo
          10 Aprile 2020

          ecco come contano i soldi nei paesi islamici…eccome !
          https://www.youtube.com/watch?v=YalZ4eNuAy4

          • atlas
            10 Aprile 2020

            ti piacciono le puttane

            dopo che mi leggo qualche art.lo e commenti stanotte poi mi converto ‘l’infermiera’, un video fondamentalmente di prestazioni sessuali con Angelica Bella (tagliando le parti maschili in primo piano che non m’interessano). E’ un’omaggio alla pasqua cristiana. Difatti certe cose sono nate e le fanno solo in paesi cristiani. Che poi tutto sia nato in origine dai giudei può essere. Io prendo il meglio da tutto, ma la mia Religione non la lascio mai. E vivendo oggi quì, forzatamente, se non mi posso mangiare la carne mi bevo il brodo. E visto che non mi faranno andare neanche in Tunisia non farò nemmeno il Ramadhan, lo recupererò poi. Quì non c’è nulla di umore Islamico, solo altri umori porcini. In veneto poi … almeno nelle Sicilie c’è un pò più di pudore accettabile

          • atlas
            11 Aprile 2020

            piuttosto … certo che chi crede che gesu sia dio e che dio è morto non solo bestemmia, ma è s balordi tivo; non mi meraviglia che i giudei vi possano fare quello che vogliono

            daltronde fra ‘gementi e piangenti’, ‘valli di lacrime’, ‘corone di spine’, croci … che tristezza

  • Cagliostro
    10 Aprile 2020

    Capisco che uno debba mangiare, e logo sicuramente ha fame, ma vendersi come una prostitute non me lo sarei mai aspettato, purtroppo questo sito è passato da controinformazione a pura disinformazione,
    Il MES è stato partorito dal governo monti nel 2012 con l’appoggio del governo Berlusconi e di cui ne faceva parte la lega ed alleanza nazionale,
    Il governo attuale, di cui fa parte il mv 5* HA Rifiutato qualsiasi accordo all’ipotesi del mes, respingendo al mittente, ossia Germania ed Olanda, amiconi della lega, e della meloni,
    Pertanto, caro scriba chino vendutoti ai poteri che dici di combattere, cambia mestiere,

    • Arditi, a difesa del confine
      10 Aprile 2020

      lei invece per mangiare gira nei vari blog difendendo i 5 stelle quelli del “mai col pd” ?

      • atlas
        10 Aprile 2020

        Luciano Lago, non cancellandogli i commenti palesemente offensivi dimostra di essergli di molto superiore. Daltronde non ci si può accanire con uno come cagliostro che ha avuto un’infanzia difficile

        li si lascia, come a volte anche mardunolbo, a percorrere la loro via crucis esistenziale e si sorride

  • Mardunolbo
    10 Aprile 2020

    Ed ecco a voi con la gioia irrefrenabile di Atlas, il gen.Pappalardo , di oggi, che ancora ed ancor più in chiaro, parla del sionismo, della finanza internazionale e dei cialtroni al governo ed “opposizione” ! (un’ora circa, ma val la pena)
    https://www.youtube.com/watch?v=PoASGD_tiF8

    • Monk
      10 Aprile 2020

      Taci coglione grulliota, dico proprio a te, cagliostro di sto cazzo… merda infame

    • atlas
      10 Aprile 2020

      PORCA MISERIA mardunolbo

      lascio subito di guardare Angelica Bella e mi metto seduto comodo

      • Fabio Franceschini
        11 Aprile 2020

        Qui sopra c’è un imbecille a 5stelle che scrive : il mes fu partorito da monti con l’appoggio del governo Berlusconi di cui faceva parte la lega. Primo anche il più ignorante dei semianalfabeti a 5s dovrebbe sapere che il governo o era di Berlusconi o era di monti. Dovrebbe sapere perché è storia che la lega non voto il mes ma soprattutto lo a squallido cialtrone dovrebbe sapere che era programma dei 5s alle ultime elezioni voleva addirittura eliminare il.mes. quindi il suddetto miserabile dovrebbe sapere che l’accordo di ieri sera è stato negoziato da conte è Gualtieri e davvero non si capisce perché salvini o la meloni dovrebbero essere responsabili del fatto che oggi conte ha attivato il mes per colpa di salvini e meloni che non lo.hanno votato 8anni fa. Mah non solo bugiardo e traditori ma pure totalmente idioti

    • Arditi, a difesa del confine
      11 Aprile 2020

      sono lieto che mi dia del voi, per il resto che dire?

      lei in base ad una risposta di 2 righe scarse ha tracciato il mio profilo politico, complimenti perche’ non ha capito davvero nulla.
      pare quelli che si affermano “democratici” che se non la pensi come loro sei “fassista”, ma del resto le assonanze tra pd e m5s sono evidenti

      ps : citrullo sara’ lei

  • Teoclimeno
    10 Aprile 2020

    Una data importante, e da tenere presente, per comprendere appieno gli accadimenti di questi ultimi giorni, è quella dell’attracco del panfilo Britannia della Regina Elisabetta a Civitavecchia: 2 Giugno 1992. In quella giornata furono prese decisioni destinate a cambiare la storia d’Italia. Gli ospiti erano l’alto comando dell’economia di Stato italiana: il presidente di Bankitalia Ciampi e l’onnipresente Beniamino Andreatta, i due artefici del “divorzio” tra Bankitalia e Tesoro all’inizio degli anni 80. C’erano i vertici di Eni, Iri, Comit, Ina, le aziende di Stato e le Partecipazioni Statali al gran completo. A introdurre il consesso, era il direttore generale del Tesoro Mario Draghi.
    L’operazione di svendere l’Italia in realtà era già stata decisa. Anche e soprattutto perché quella gigantesca dismissione era la condicio sine qua non per entrare nell’Euro (1° gennaio 1999). lo Stato controllava treni, aerei e autostrade per intero, idem per acqua, elettricità e gas, l’ 80% del sistema bancario, l’intera telefonia, la Rai, porzioni consistenti della siderurgia e della chimica. Le Partecipazioni Statali erano immense: assicurazioni, meccanica ed elettromeccanica, settore alimentare, impiantistica, fibre, vetro, pubblicità, supermercati, alberghi, agenzie di viaggio. Impiegava il 16% della forza lavoro nel Paese. Solo gli stupidi possono pensare che la svendita del patrimonio pubblico italiano fu decisa per ridurre il debito pubblico, che ammontava allora a 795 miliardi di euro, o per rendere più efficienti e competitivi i settori in via di privatizzazione, e aumentare l’occupazione.
    Si partì nel luglio 1993 e proseguì per una ventina d’anni, passando per le banche, quote di Enel ed Eni, Alitalia. Il bilancio è sotto gli occhi di tutti: fallimentare, Il debito pubblico si è triplicato. Un milione circa di posti di lavoro persi. Le privatizzazioni sono state un fallimento, un disastro per gli Italiani. È stata una favola quella della competizione delle imprese per far abbassare i prezzi. In realtà i prezzi delle tariffe sono aumentati, facendo crescere i profitti delle aziende privatizzate, le quali hanno ritenuto più utile fare cartello aumentando i loro profitti.
    Tuttavia, i maggiori disastri sono stati la privatizzazione della Banca d’Italia e l’entrata nell’Euro, con la conseguente perdita della sovranità monetaria., e nascita della debitocrazia-usurocrazia.

  • Mardunolbo
    10 Aprile 2020

    Ecco quanto detto da parlamentare 5St. (non si capisce mai quante firme devono essere fatte per un trattato !)
    “di Pino Cabras*

    La proposta di accordo che è stata negoziata all’Eurogruppo dal ministro Gualtieri è palesemente da rigettare.

    A qualcuno può bastare che le “condizionalità” previste dal trattato MES non siano citate nella vaga dichiarazione finale. A qualcuno può bastare che l’Olanda non sia riuscita a mettere quella parola nero su bianco.

    Ma queste cose possono bastare appunto a chi non va dietro le parole. La sostanza è che quell’accordo fa comunque riferimento al trattato. Cioè una macchina giuridica che conserva tutte le tagliole delle condizionalità, tutti i cavilli pronti ad aspettare immobili per mesi come coccodrilli nella palude, per poi scattare famelici. La base è quella.

    Giuseppe Conte ha detto no al Mes. Ma questo sarebbe il Mes. Dovrà dire no ancora, e rovesciare il tavolo dell’imminente Consiglio europeo.

    Pazienza se Gualtieri ha voluto fare fino in fondo il mestiere che ha sempre fatto, il negoziatore dell’austerity, l’ufficiale di collegamento cedevole con i padroni del vapore nordeuropeo.

    Abbiamo pochi giorni per un piano B. Dove B vuol dire BCE. E se BCE non farà il lavoro che fanno le banche centrali, dovremo farlo noi. Fare da soli, non sotto Merkel.

    *parlamentare del Movimento 5 Stelle “

    • marte
      11 Aprile 2020

      Risulta che diversi parlamentari 5S abbiano già annunciato voto contrario all’accordo capestro siglato da Conte e se il Governo ponesse la fiducia non voterebbero neppure quella. Pare siano in totale 22 parlamentari del M5S che sono palesemente e totalmente contrari, ma secondo me sono di più. Mi sa che la scampiamo.

  • atlas
    11 Aprile 2020

    IL ‘COMITATO TECNICO-SCIENTIFICO’ MENZIONATO DA CONTE, NON SARA’ PER CASO SIMILE A QUELLO DELLA P2 CHE GESTI’ L’OPERAZIONE MORO ?

Inserisci un Commento

*

code