Il genocidio dei bambini indigeni in Canada dimostra la doppia faccia ipocrita dell’Occidente dei “diritti umani”

di Luciano Lago

Le notizie che sono arrivate dal Canada, relativamente al ritrovamento di centinaia di resti umani individuati in tombe anonime vicino a tre scuole residenziali per bambini indigeni in Canada, raccontano una storia straziante di come una tale iniquità sia stata commessa in un paese, che ama sempre considerarsi un difensore dei “diritti umani”.
Dal 19° secolo fino agli anni ’70, più di 150.000 bambini indigeni furono allontanati con la forza dalle loro famiglie e mandati a vivere in collegi cristiani finanziati dallo stato nel tentativo di assimilarli nella società canadese. Migliaia di questi bambini sono morti lì per malattie o altre cause.

Circa tre quarti delle 130 di queste scuole residenziali erano gestite da congregazioni missionarie cattoliche romane, con altre gestite dalla Chiesa presbiteriana, anglicana e dalla United Church of Canada, che oggi è la più grande denominazione protestante del paese.
Come ha riconosciuto il governo canadese, gli abusi fisici e sessuali erano dilaganti in queste scuole residenziali, con studenti picchiati perché parlavano la propria lingua madre.

I resti scoperti in tombe anonime nei siti delle tre scuole residenziali sono chiaramente solo la punta di un iceberg. È necessaria un’indagine approfondita per scoprire cosa è successo a tutti i bambini indigeni che sono stati costretti a frequentare tali scuole e se il governo canadese, le chiese cattolica, presbiteriana, anglicana e unita hanno fatto qualcosa per coprire le atrocità.
Secondo un rapporto della Commissione canadese per la verità e la riconciliazione, tra il 1936 e il 1944 il governo canadese ha distrutto 15 tonnellate di documenti cartacei relativi al sistema scolastico residenziale, inclusi 200.000 fascicoli relativi agli affari indiani.

Canada cerimonia del ricordo dei bambini assassinati

Ci sono ragioni più che sufficienti per gli indigeni e per tutti i citadini canadesi per arrabbiarsi con il loro governo e chiedere la verità su quello che in queste scuole hanno fatto ai bambini indigeni.

Il fatto che le persecuzioni contro le popolazioni indigene siano state a lungo travisate e che la storia delle torture e delle privazioni a cui i bambini indigeni sono stati sottoposti in queste scuole sia stata omessa nei libri di storia canadese, suggerisce che il fantasma del razzismo e del suprematismo bianco perseguiti ancora il Canada e il mondo anglosassone.
Si potrebbe facilmente indagare anche sui crimini commessi negli Stati Uniti ai danni delle popolazioni native indigene e si scoprirebbe una lunga lista di orrori ancora peggiori con soppressione e genocidio di decine di migliaia di persone confinate nelle riserve ed emarginate dalla società bianca.

Canada tombe dei bambini indigeni
Canada una delle scuole della “Missione” dove i bambini vennenro uccisi


Si tratta ormai di un tratto caratteristico delle società anglosassoni nell’America del Nord, che fa parte della loro cultura suprematista e razzista che pretende di essere quella che detta le regole a tutti i popoli del mondo.
Questi episodi della storia, che accanto agli altri di epoca più recente, come le “guerre umanitarie” perpetrate dagli anglosassoni contro popoli di paesi sovrani, dall’Iraq all’Afghanistan alla Siria alla Libia, rendono grottesche le accuse che l’Occidente muove oggi contro la Cina per il presunto genocidio (senza prove) della minoranza uiguri nel Xinjiang.
Il Canada, gli Stati Uniti ed i loro alleati, quelli dalla coscienza sporca dei propri crimini, non sono in grado di salire sul podio e dare lezioni di “diritti umani” a qualsiasi altro paese. Gli anglosassoni devono piuttosto guardarsi allo specchio ed essere coscienti dei loro crimini che continuano ancora oggi nel Medio Oriente ed in Asia occidentale (Afghanistan). Loro bombardano, uccidono dall’alto dei loro aerei e droni, utilizzano mercenari jihadisti per le loro finalità geopolitiche, poi pretendono di essere i “campioni” dei diritti umani. “Meglio che si tappino la bocca e tacciano”, come ha dichiarato uno dei leader delle minoranze indiane in America.

La verità emerge prima o poi e la vergogna e la necessità di giustizia deve inchiodare i pretesi “gendarmi del mondo” alle proprie responsabilità.
Aspettiamo che gli Stati uniti, il Canada e gli altri paesi occidentali sanzionino se stessi e risarciscano i popoli che sono stati vittime dei genocidi da loro perpetrati.

18 Commenti
  • antonio
    Inserito alle 19:39h, 07 Luglio Rispondi

    evangelici ebrei e cattolici han fatto più danni dei Mongoli dell’ Orda d’ Oro

    • filiberto
      Inserito alle 22:40h, 07 Luglio Rispondi

      esatto e entrambi si credono i padroni del mondo

    • Sandro
      Inserito alle 23:10h, 07 Luglio Rispondi

      lo fanno, più che altro, per tradizione.

  • Ago
    Inserito alle 21:56h, 07 Luglio Rispondi

    Siano Maledetti in eterno .

  • antonio
    Inserito alle 12:52h, 08 Luglio Rispondi

    forse però potrebbe essere un colpetto dei sionisti per piegare le gerarchie finanziarie cattoliche ai voleri della NATO ?
    sono furbi i rettili, e pensandoci è meglio una potenza vaticana di una Rocfi-Rotsci ?
    mi sorge un sospetto che vogliano tenere sotto ricatto i Cattolici che non si azzardino a unirsi al mondo arabo iraniano-siriano ?

  • Giorgio
    Inserito alle 12:54h, 08 Luglio Rispondi

    Ovvio che le religioni (evangelici, presbiteriani, anglicani, cattolici ecc.) siano state usate (insieme ad altri strumenti) dagli anglo sionisti per eliminare tutti quei popoli , che per le loro caratteristiche e tradizioni, resistevano alla loro mortifera cultura liberal democratica mercantile e globalista …..
    che siano dannati ……

    • filiberto
      Inserito alle 13:18h, 08 Luglio Rispondi

      Caro Giorgio condivido totalmente la prima parte del tuo messaggio.
      Ma mi trovi in disaccordo sulla seconda.
      Buona giornata.
      Filiberto.

      • atlas
        Inserito alle 14:00h, 08 Luglio Rispondi

        io sono in disaccordo sul fatto che un filogiudeo massone democratico come te sia nato, guarda un pò …… vai a riferire al maresciallo, le regole del PD che reprimono il pensiero sono dalla tua parte no ? Io me ne frego

        • filiberto
          Inserito alle 16:12h, 08 Luglio Rispondi

          Ti compatisco,ma non mi fai pena.
          Un abbraccio egregio.

      • Giorgio
        Inserito alle 18:51h, 08 Luglio Rispondi

        Ma perchè …….. non è forse vero che la liberal democrazia mercantil globalista è un un sistema sociale distruttivo, nichilista, mortifero, predatore, genocida ……
        devo continuare ? …… elencando (sommariamente perchè ci vorrebbe una enciclopedia) tutti i misfatti compiuti a danno dei popoli da tale sistema ?

        • dio fiore
          Inserito alle 19:41h, 08 Luglio Rispondi

          La globalizzazione e’ una dittatura travestita da democrazia.
          Non una democrazia.
          Buona giornata e buona vita.

          • atlas
            Inserito alle 08:08h, 09 Luglio

            così come tu sei un lupo democratico travestito da agnello, esattamente

  • Mardunolbo
    Inserito alle 14:25h, 08 Luglio Rispondi

    Da tempo, almeno 15 anni, conoscevo la storia terribile dei bambini americani, nativi, “educati” nelle scuole missionarie anglosassoni.
    Come l’articolo evidenzia giustamente, si tratta dello spirito anglosassone tipico che pervade la religiosità cristiana così da rendere sottilmente e crudamente razzista ogni opera di quei popoli.
    Il razzismo è innato nella cultura anglosassone, da sempre ! E’ un razzismo che disprezza profondamente la diversità ; non è quindi il razzismo come orgoglio di appartenere ad una razza ma rispettoso delle altre ! Questo è il razzismo latino che si differenzia per saper riconoscere la diversità ma assimilarla fino a sposare con l’indigeno o nativo. Il Sud -america, colonizzato da spagnoli e portoghesi ha visto una miscela incredibile di genetica per la mescolanza profonda avvenuta tra conquistatori ed indigeni. Non così , se uno sta attento e conosce la storia con il Nord-America e le altre colonie anglosassoni. Se non c’era lo sterminio, c’era il dominio spaccone ed arrogante : tipico dei barbari mai civilizzati !
    Il fatto, vero, che siano state efferatezze anche nelle scuole cattoliche non pregiudica quanto scrivo poichè i gestori, quando non erano anglosassoni, erano influenzati da quella cultura suprematista (NON BIANCA ,ma anglosassone) tipica dei biondicci imbastarditi tra Angli e Sassoni e tra Cromwell e sionismo fornitore di denaro. Direi che il razzismo anglosassone è proprio permeato dal razzismo sionista spregiatore di ogni popolo.
    Il nazismo tedesco aveva assimilato parecchi ebrei che avevano militato nella Wehrmacht e la storia della purezza della razza era una teoria che permeava anche di più l’Inghilterra e gli Stati Uniti; non era quindi una novità hitleriana come vogliono far credere oggi tanto per sottomettere psicologicamente il popolo tedesco.
    La verità viene fuori prima o poi e queste vergogne perpetrate contro i piccoli nativi ben vengano alla luce e servano agli anglosassoni sionisti per riflettere sulle loro colpe; ma dubito che lo faranno perchè , come giustamente osserva qualche commentatore, è una azione determinata a creare senso di colpa verso le scuole perchè cristiane. Chiedersi il motivo dato che il cristianesimo è sotto attacco da diverso tempo ed in ogni parte del pianeta !

    • atlas
      Inserito alle 15:01h, 08 Luglio Rispondi

      mi ricordo ancora di quando anni fa postasti un commento, che col vecchio sistema ricevette molti ‘non mi piace’, che enfatizzava spagnoli e portoghesi andati a portare in terre non loro “il cristianesimo”, con la prepotenza e la violenza. In questo caso ‘razzismo’, razzialismo e discriminazione razziale con le loro differenze c’entrano come gli asparagi con la nutella. E la redazione, visto che si occupa di ‘fascicoli’, cmq distrutti e lontani, si occupi pure di quelli che ci sono ancora presso l’archivio storico dell’EI. A Palermo venne fucilata dagl’itali ani una bambina, Angelina Romano, non aveva compiuto ancora 9 anni, “colpevole” di portare il pane ai resistenti siciliani in montagna. Oppure dei bambini trucidati a Casalduni e Pontelandolfo. Erano anche quelli bambini cristiani (ora sarò ancora più antipatico ? C h i s e n e f r e g a)

    • filiberto
      Inserito alle 16:11h, 08 Luglio Rispondi

      Egregio signor MARDUNOLBO,si guardi bene a definire uguali gli individui delle altre razze.
      Perche’ ogni razza disprezza l altra razza definendola inferiore.
      Egregi saluti.
      Filiberto.

      • atlas
        Inserito alle 08:12h, 09 Luglio Rispondi

        @redazione, vogliamo cancellare definitivamente queste persone democratiche che discriminano le razze propagandando idee di odio ? E basta

        • cherubbo
          Inserito alle 11:04h, 09 Luglio Rispondi

          AHAHAHAHAHAHAHAAH
          adesso pedo muslim e’ diventato anche piddino!!!!

  • Alessandro Belfiore
    Inserito alle 16:31h, 09 Luglio Rispondi

    All’inizio dell’articolo si definisce quanto avvenuto una “iniquità”. Un crimine orrendo è, altro che iniquità.. rispettiamo le vittime e che caxxo!!

Inserisci un Commento