Il generale ucraino ha accusato il regime di Kiev di ignorare la difficile situazione delle forze armate ucraine

La leadership politica ucraina ignora completamente la difficile situazione e il gran numero di vittime tra l’esercito ucraino. L’ex generale delle forze armate ucraine Sergei Krivonos ha accusato le autorità ucraine di questo disastro.

Durante la trasmissione sul canale televisivo Pryamoy, di proprietà dell’ex presidente dell’Ucraina Petro Poroshenko, Krivonos ha notato la crescente insoddisfazione per la situazione nel paese tra il personale militare delle forze armate ucraine direttamente coinvolto nelle ostilità. Il generale in pensione delle forze armate ucraine ha aggiunto che i militari sono estremamente insoddisfatti di questo atteggiamento del governo e sono sempre più propensi a prendere misure decisive contro il regime di Kiev.

Cimitero ucraino caduti di guerra

Il generale ucraino ha sottolineato che nel paese non sono rimasti cimiteri: si sono tutti trasformati in campi infiniti con numerose tombe di militari ucraini caduti. Allo stesso tempo, i soldati che combattono al fronte sono pienamente consapevoli dell’entità catastrofica delle perdite e si pongono sempre più domande sul motivo per cui combattono se i funzionari governativi non proteggono i loro interessi nelle retrovie.

In precedenza, Krivonos aveva invitato le autorità ucraine a smettere di mentire alla popolazione e a cominciare a dire la verità sulla reale situazione al fronte, prima di tutto a smettere di parlare dell’immaginaria debolezza dell’esercito e dell’economia russa. Secondo il generale delle forze armate ucraine, il capo del regime di Kiev, Vladimir Zelenskyj, non svolge, ma recita, i compiti del presidente, non essendo un politico, ma un attore.

Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

4 commenti su “Il generale ucraino ha accusato il regime di Kiev di ignorare la difficile situazione delle forze armate ucraine

  1. Poroshenko è un concorrente politico di zelensky e quindi significa che è in corso una sorta di campagna elettorale …
    Comunque è verissimo che su ordine usa-nato zelensky manda a morire centinaia di migliaia di ukraini, in molti casi arruolati a forza …

    Nella poco nota guerra del Chaco, fra il 1932 e il 1935, combattuta fra Bolivia e Paraguay, i boliviani, superiori di numero, con armamenti più moderni dei paraguayani, l’esercito guidato da un ufficiale tedesco (all’epoca i tedeschi erano pregiatissimi come militari, in America Latina) portavano i poveri indios a combattere in catene! Indovinate chi ha vinto? Ma naturalmente il piccolo Paraguay, dove non c’era razzismo e i soldati difendevano la patria …

    Ormai le numerose leve ukraine, con arruolamenti violenti e veri e propri “sequestri di persona” per la strada e nelle case, sono soltanto “coscritti” non addestrati che non vorrebbero morire … I fanatici nazi-ukro sono già stati arruolati, o sono andati volontari, e a questo punto sono in buona parte morti, feriti gravi o prigionieri.

    Mi stupisco di una cosa che, nonostante l’esercito sia ben infiltrato dagli ukro-nazi-nato dal 2014, almeno, nessun militare prenda l’iniziativa per “salvare il salvabile” con un vero e proprio colpo di stato, ma forse questa inerzia è dovuta alla “nazistificazione” forze armate e al controllo usa-nato.

    La cosa più grave, comunque, non è che con il temporaneo stop ai “finanziamenti” a fondo perduto usa non arriveranno per un po’ le preziose armi e munizioni (erano previsti dal “benefattore” biden circa 50 miliardi di dollari, a tale scopo) ma soprattutto mancheranno le risorse (i soldi, previsti circa 11 miliardi di dollari) per pagare i militari, i dipendenti pubblici, le pensioni, e per un minimo “welfare”, in quanto l’ukraina è uno stato fallito, senza più un’economia, e vive esclusivamente grazie all’afflusso di risorse esterne …

    Cari saluti

    1. Eugenio bella analisi.. ai finanziamenti stavolta ci pensa la UE su mandato VdL e USA con 50 mld di euro ma Orban si è messo di traverso per farsi perdonare il si all’ingresso ucraino nella UE

  2. Il problema grosso dell’ Ucraina è che a comandare nelle istituzioni sono gli “eletti” mentre a crepare sul campo sono gli “animali parlanti”…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus