"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Il generale degli Stati Uniti pensa che la Russia dovrebbe abbandonare il Donbass

di Inessa Sinchougova

L’ex comandante dell’esercito americano in Europa, il tenente generale Ben Hodges, ha riconosciuto che le tattiche russe di combattimento nell’est dell’Ucraina dimostrano la complessa integrazione di veicoli aerei senza equipaggio (droni), apparati elettronici, sistemi di mortaio e artiglieria, che creano seri problemi per le truppe ucraine.

Come riporta la radio Liberty, questo commento è stato pronunciato da Hodges a Washington, durante un discorso alla Commissione sulla sicurezza e la cooperazione in Europa, nota come la Commissione di Helsinki.

“L’abilità russa di impegnarsi in una guerra elettronica è qualcosa di cui non abbiamo mai dovuto preoccuparci in Afghanistan e in Iraq: non si può parlare alla radio o qualche dispositivo non protetto, perché questo sarebbe attutito o intercettato, o peggio, se sarà individuato, e poi distrutto “ha detto Hodges.

Secondo lui, i comandanti sostenuti dalla Russia utilizzano queste tattiche di utilizzare droni e artiglieria nel Donbass, che consente loro di sradicare, in particolare, le formazioni di mortai e artiglieria ucraine.

In queste circostanze, il generale americano ritiene che la fornitura di sistemi di missili anticarro a Javelin a Kiev sia giustificata, definendolo un segnale importante per convincere i russi ad accordarsi sulla fine del conflitto. Allo stesso tempo, il generale ha un’idea molto chiara di come esattamente il conflitto dovrebbe fermarsi.

“Ci deve essere una soluzione diplomatica: la Russia deve, a un certo punto, accettare di smettere di sostenere i separatisti o ritirarsi da lì per consentire all’Ucraina di riprendere il controllo del suo territorio di confine con la Russia”, ha affermato Hodges.

Gli Stati Uniti, quindi, smetteranno di sostenere Kiev? Questo non è previsto dal Generale.
Sembra che la preferenza per le soluzioni unilaterali sia una malattia diffusa attraverso l’Atlantico.

Forze ucraine

Nota: Secondo l’esperto generale, il Presidente Putin e le autorità russe potrebbero permettersi di abbandonare al loro destino circa 7/8 milioni di cittadini ucraini di etnia russa che vivono nel Donbass. Un destino che prevede per loro una sicura pulizia etnica e massacri come quello avvenuto ad Odessa da parte degli estremisti ucraini.
Questo le autorità russe dovrebbero farlo, secondo il generale, per compiacere i piani di Washington e della NATO di fare dell’Ucraina e del Donbass un loro avamposto militare contro la Federazione Russa.

Fonte: Eurasia Daily

Traduzione: Sergei Leonov

*

code

  1. giovanni 4 mesi fa

    questo è fuori come i balconi…….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 4 mesi fa

      fa semplicemente i suoi interessi di militare usa, i Russi faranno i propri

      Rispondi Mi piace Non mi piace