Il Generale Armageddon fa strada

di Declan Hayes

La decisione della Russia di sostituire il generale Armageddon con l’ancora più formidabile generale Valery Gerasimov, attualmente capo dello stato maggiore russo, dovrebbe essere motivo di preoccupazione per il principe pagliaccio Zelensky e la sua moglie troppo ben vestita. Non che il generale dell’esercito Sergey Surovikin sia andato via. Lontano da questo ; poiché il generale Armageddon continuerà come uno dei vice del generale Gerasimov, questa è un’altra cattiva notizia per Zelensky e il suo intero gabinetto di truffatori.

Zelensky non ha bisogno di credere alla mia parola o a quella della Russia. Ha solo bisogno di chiedere a Valery Zaluzhny, il massimo comandante di Kiev, che ha dichiarato alla rivista Time della NATO di aver “imparato da Gerasimov” e che Gerasimov “è il più intelligente degli uomini, e le mie aspettative su di lui erano enormi”.

Ma non si tratta dell’apprendista ucraino che fa brillare il gran maestro russo, di Patton che pensa di poter battere Rommel perché ha letto le opere di Rommel con risorse insufficienti e sovradimensionate. Questo è Zaluzhny e ciò che resta del suo esercito di groppa che cerca di fermare la marea russa. Non possono prevalere. È impossibile.

Il gruppo Wagner, che si adatta facilmente alla dottrina Gerasimov come un guanto in una mano, ha catturato Soledar e ha così aperto la strada all’imminente liberazione di Bakhmut e al crollo dell’intero fronte di Donetsk di Zaluhny.
L’implacabile campagna del generale Armageddon ha lasciato gran parte dell’Ucraina impotente e alle corde. E ora sul ring sale il generale Gerasimov, il cui punto forte è legare insieme tutte le corde più disparate della Russia, proprio come un direttore potrebbe fare con un’orchestra, sapendo che le sezioni di ottoni e percussioni, in particolare l’aviazione russa, sono nelle abili mani del generale Armageddon. .

L’arrivo del generale Gerasimov significa che il Reich posteriore di Zelensky ha ora la piena attenzione delle autorità russe in un modo che i loro peggiori incubi non avrebbero potuto immaginare. Il suo arrivo significherà che, come afferma gentilmente il ministero della Difesa russo, ci sarà “un coordinamento più stretto tra i vari servizi e rami delle forze armate”. Zelensky fa meglio a buttarsi giù dai portelli mentre le cattive notizie stanno arrivando dalla sua parte posteriore di Reich e lui è decisamente nell’occhio del ciclone.

Putin con i genrali di Stato Maggiore

La tanto propagandata dottrina di Gerasimov , per quanto ne so io , comporta una sorta di guerra totale in cui la Russia porterebbe tutto il suo potere duro e morbido, se necessario, per vincere la guerra. Se prendiamo la guerra del Vietnam come modello, la Russia non commetterebbe l’errore degli americani di istituire governi fantoccio privi di un sufficiente sostegno popolare e nemmeno commetterebbe l’errore del Tet dei Vietcong , che fu una grande vittoria della propaganda vietnamita ma un disastro militare poiché ha combattuto gli americani allo scoperto in una festa di lumache tipo Guerra Fredda, che era l’unica guerra che gli americani erano stati adeguatamente addestrati a combattere.

L’eroico esercito arabo siriano aveva commesso errori non dissimili quando inizialmente era in disparte contro i delegati della NATO. Prima che l’Iran e la Russia prestassero la loro esperienza, stavano combattendo una guerra che non erano stati addestrati a combattere ed è stato solo quando i valorosi combattenti di Hezbollah, con la loro notevole esperienza, si sono assicurati le colline di Qalamoun che l’esercito siriano ha potuto avanzare. E, per quanto riguarda l’Iran, Dio sa quali droni diabolici hanno in serbo per dare al generale Gerasimov, mentre finisce il rinnovato Reich di Zelensky.

Gerasimov non solo ha imparato da tutto ciò, ma ha il pieno, inequivocabile e attivo sostegno delle autorità russe e anche di alcuni deputati molto capaci. La sua nomina mostra che la Russia è ormai all in, che Gerasimov tornerà in Russia con il suo scudo o sul suo scudo. Ma, poiché l’Ucraina ha ora combattuto con tutta la Russia, nessuno di questi scenari fa ben sperare per il generale ucraino Valery Zaluzhny e per gli spregevoli gangster per i quali i suoi soldati stanno sacrificando le loro giovani vite.

Il compito immediato di Zaluzhny ora è smettere di studiare Gerasimov e salvare ciò che può essere salvato. Prima di tutto, Zelensky e i suoi amici drogati devono andarsene. In secondo luogo, le aree occidentali dell’Ucraina devono essere cedute a Romania e Polonia, che potrebbero permettersele e, in terzo luogo, le truppe ucraine devono essere evacuate dall’est per salvarsi la vita.

E, ultimo ma certamente non meno importante, gli ucraini devono procurarsi una nuova biblioteca e, qualunque sia la raccolta delle opere di Gerasimov, se devono davvero bruciare i libri, dovrebbero sbarazzarsi di tutte quelle pubblicazioni della NATO, che glorificavano il loro passato nazista e che mentivano su giorni gloriosi a venire, proprio mentre Zelensky e i suoi compagni criminali hanno fatto morire i loro fratelli, figli e mariti in numeri simili negli ultimi dodici mesi per nient’altro che infiniti rosari di cimiteri appena scavati per i loro cari.

Truppe Esercito russo

I media della NATO, tra cui The Guardian e Al Jazeera , stanno stranamente dando una svolta diversa a tutto questo e dichiarando che Surovikin viene sostituito a causa delle sconfitte e dei contrattempi sul campo di battaglia. Ma questo non è un gioco di calcio innocuo in cui l’allenatore russo scambia i giocatori nella speranza di ottenere una combinazione vincente. Questa è, ancora una volta, una pessima notizia per Zelensky e il suo intero gabinetto di truffatori. Non deve credere alla mia parola oa quella della Russia. Deve solo chiedere a Valery Zaluzhny, il massimo comandante di Kiev che, insieme a ciò che resta dei suoi uomini, scoprirà che non solo Gerasimov è “il più intelligente degli uomini”, ma che ha una schiacciante superiorità in uomini e mezzi e, come la NATO prontamente ammettere, anche una dottrina militare vincente.

Zaluhny non deve essere un Clausewitz per vedere che l’imminente campagna di terra di Gerasimov, con la sua forza di terra altamente meccanizzata di 600.000 uomini, supportata dalla campagna aerea del generale Armageddon, dal gruppo Wagner, dai ceceni e da qualunque flotta di navi russe sia in agguato nel Mar Nero significa che questa inutile guerra ora può avere solo un possibile esito. Né deve essere come il feldmaresciallo Walter Model di Hitler , che ha sciolto il suo gruppo di armate B prima di farsi saltare le cervella senza niente e nessuno per compagnia, mentre sentiva Hitler che scoppiettava alla radio ordinandogli di combattere fino all’ultimo uomo.

La guerra è finita. Zaluzhny dovrebbe ora accettare che, radunare gli Zelensky, i loro compagni gangster, i loro mercenari stranieri e i loro esecutori nazisti e poi, per il bene dei suoi uomini e delle loro famiglie, chiedere la pace a qualsiasi condizione con Gerasimov, Lavrov e Putin. Non ci sono alternative.

Fonte: Strategic Culture

Traduzione: Luciano Lago

9 Commenti
  • Paolo
    Inserito alle 12:49h, 19 Gennaio Rispondi

    Si’, il Reich posteriore….e’ abbonato ak posteriore…

  • leboef
    Inserito alle 14:14h, 19 Gennaio Rispondi

    bene la Russia combatte per la libertà contro la nato e i “giornazisti” propagandisti di rai , repubblica corriere open fanfapage mediaset google yahoo etc etc

  • nicolass
    Inserito alle 14:17h, 19 Gennaio Rispondi

    Fa specie vedere quel zulù di Zaluzhny piagnucolare chiedendo più armi ai sicari occidentali dichiarandosi convinto di poter ancora vincere questa guerra

  • natalino
    Inserito alle 14:25h, 19 Gennaio Rispondi

    Il fatto é che lo strimpellatore di piano con il pene avezzo a calcare le scene dell’avan- spettacolo mal si destreggia nelle cose reali del conflitto.
    Nell’ultima sua “gag” da avan-spettacolo, applauditissima dalla pomposa comunita delle nazioni (occidentali) a Davos, ci presenta Putin come evanescente o addiritura morto e/o inesistente e quindi non sa bene con chi e cosa trattare per la fine del conflitto.
    Questo non deve sorprendere, data la sua forma mentis da uomo di avan-spettacolo. Il suo atteggiamento é comunque ben accetto e anche promosso e stimolato dalla masnada di capi politici e militari occidentali che ben volentieri coniugano la menzogna e l’inganno con i misfatti.
    Il tragi-comico personaggio ha scambiato ormai i consessi internazionali per palchi esclusivi del suo spettacolo pur essendo comunque questi dei palchi per spettacoli da “cabaret”.
    Tra poco lo vedremo anche a San Remo dove pare che la nostra classe politica sia in frenetica attesa per l’esposizione fantasiosa dei fatti e degli avvenimenti della guerra oltre che, considerato l’ambiente musicale, per una strimpellata di piano con il pene.

  • blackarrow
    Inserito alle 15:01h, 19 Gennaio Rispondi

    Speriamo solo che dopo aver schiacciato le pulci ucraine si dedichi alle zecche americane provocandone la totale estinzione.

  • Aplu
    Inserito alle 15:35h, 19 Gennaio Rispondi

    Non una parola, non una sola indignazione o avviso per il rischio di guerra totale sobillato dagli Americani, sulla stampa italiana, anzi, italiota…..

  • Francesco
    Inserito alle 15:51h, 19 Gennaio Rispondi

    Ho simpatia per ,Valery Zaluzhny perché, se ammettesse la realtà, andrebbe sotto corte marziale
    I militari sono più sinceri dei politici

  • Acquagratis
    Inserito alle 01:18h, 20 Gennaio Rispondi

    Uno dei migliori post di Controniformazione!!!

  • artemisia m.
    Inserito alle 06:29h, 20 Gennaio Rispondi

    La domanda è: pur di non ammettere la sconfitta, la Nato è disposta ad intraprendere un conflitto nucleare? Fin dove si spinge la follia delle elités americano/sioniste ? E’ brutto da dire, ma gli americani avrebbero un modo per salvare la faccia: fare uscire di scena proprio Zelensky. Tolto di mezzo lui, il resto è fatalità.

Inserisci un Commento