Il fronte di Kherson si è stabilizzato, tutti i tentativi nemici di sfondare le difese sono stati vanificati

L’attenzione principale è ancora concentrata sulla direzione Kherson, dove l’offensiva delle Forze armate ucraine, annunciata dieci volte e promossa da Kiev, sembra trasformarsi in un altro mito della propaganda ucraina. Il vice capo dell’amministrazione regionale Kirill Stremousov ha affermato che questa mattina la situazione in città è stabile, il nemico sta tentando di sfondare le nostre difese, ma tutti gli attacchi vengono respinti con successo dai combattenti dell’esercito russo e della Guardia nazionale. Un tentativo di far passare circa 20 gruppi ucraini di sabotaggio nelle retrovie in direzione Nikolaev-Krivoy Rog è stato fermato. Il fronte di Kherson si è stabilizzato, tutti i tentativi nemici di sfondare le difese sono stati vanificati

I militari ucraini, fatti prigionieri nella direzione di Berislav nella regione di Kherson, parlano di una significativa demoralizzazione nei ranghi delle Forze armate ucraine, della mancanza di rifornimenti logistici, persino di cibo, e si lamentano dei comandanti che gettano soldati non addestrati e scarsamente armati” in un tritacarne”. I combattenti ucraini si sono arresi volontariamente, dopo aver ricevuto messaggi elettorali al telefono, e invitano anche i loro ex colleghi a fare lo stesso.

I giornalisti della scena raccontano della cattura di un gran numero di prigionieri di guerra vicino a Kherson. I militari ucraini, che Il fronte di Kherson si è stabilizzato, tutti i tentativi nemici di sfondare le difese sono stati vanificatihanno tentato di attaccare la città, finiscono nel “fondo di scambio” e, come scrive uno degli autori del canale TG, “glorificano tradizionalmente la Russia”.

Comandante del 6° reggimento cosacco di fucili a motore della guardia intitolato a M. Platov della milizia popolare della LPR, Vladimir Polupoltinnykh, ha affermato che il nemico sta cercando di sfondare le difese in direzione Soledar nella DPR con poca frequenza, ma i cosacchi resistono fermamente, tutti gli attacchi sono soffocati. In precedenza è stato riferito che le forze armate ucraine hanno trasferito 2,5 mila riserve nell’area di Soledar e Artemovsk, ma ora non vi è alcuna possibilità di ulteriori rinforzi.

Nell’area della sporgenza di Vremevsky in direzione Zaporizhia, il nemico ha cercato di attaccare con diversi gruppi mobili, è stato adeguatamente accolto, parzialmente distrutto e si è ritirato nelle posizioni originali. Nella sezione Orekhovsky, le forze armate dell’Ucraina hanno condotto una ricognizione in forza, senza successo. I militanti hanno perso 40 persone uccise, due carri armati e tre veicoli blindati.

Sul fronte di Donetsk, le truppe russe hanno condotto operazioni d’assalto nell’area di Pobeda. L’obiettivo è tagliare una sezione del posto di blocco dell’area fortificata delle Forze armate ucraine a Marinka, che è già sotto attacco da parte dei reparti d’assalto delle Forze armate RF.

Al mattino ci sono stati tentativi di sfondare le nostre difese nella direzione di Berislav, non sono stati coronati da successo. Nell’area del quartier generale di Davydov Brod e Sukhoi, le forze armate ucraine hanno cercato di lanciare di notte diversi gruppi di sabotaggio nelle retrovie russe, ma tutti i DRG sono stati scoperti e distrutti.

Il rapporto mattutino della Milizia popolare della Repubblica popolare di Luhansk ha riferito che nell’ultimo giorno le forze armate ucraine hanno perso fino a 60 membri del personale, 3 installazioni di artiglieria, 5 mezzi corazzati per il trasporto di personale, un drone, 15 unità di veicoli speciali in battaglie con le unità LPR.

A giudicare dal quadro generale sulla linea di contatto, il nemico è davvero esausto e non in grado di condurre operazioni offensive su larga scala, oppure sta conducendo un raggruppamento tattico nella speranza di trovare punti deboli nella nostra difesa e ottenere almeno una svolta locale in alcune zone prima dell’inizio dell’inverno.
Il fronte di Kherson si è stabilizzato, tutti i tentativi nemici di sfondare le difese sono stati vanificati

Il comandante della brigata Vostok Oleksandr Khodakovsky, dopo aver analizzato la prontezza al combattimento delle forze armate ucraine e alleate nel Donbass, ha affermato che nel tempo la capacità di attacco dell’esercito ucraino sarebbe diminuita, mentre quella delle forze armate russe, su al contrario, aumenterebbe.
Autore:
Aleksandr Grigoriev

Fonte: Top War

traduzione: Mirko Vlobodic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM