Il Fiasco della Brexit


di Ian Greenhalgh


Non ho scritto sulla Brexit per un po ‘per il semplice motivo che non c’è molto da dire che non sia stato già detto qualche tempo fa, questo sarà un breve articolo in quanto non c’è ancora molto da dire importanza.

Sì, ci sono state un sacco di macchinazioni e colpi di scena, che il MSM ha trattato in termini strazianti, ma nel complesso, le cose sono progredite esattamente come avevamo previsto.

Non vi è alcun segno nemmeno della prospettiva di raggiungere un accordo con l’UE, come ho scritto proprio all’inizio del processo Brexit, non ci sarà un accordo, la Gran Bretagna cadrà in uno scenario “senza accordo”.

Theresa May è un primo ministro obbrobrioso, a malapena in controllo del proprio governo, per non parlare del parlamento, è solo una questione di tempo prima che sia costretta a uscire o dimettersi, proprio come avevo previsto.

Non ho nemmeno un frammento di un briciolo di simpatia per la cagna. Lei viene da una classe privilegiata ed è una persona molto ricca. Avrà una pensione ragguardevole e accogliente, sapendo di aver svolto con successo il lavoro che le è stato affidato, di aver infastidito completamente la politica britannica e di aver fatto il peggior lavoro possibile per gestire la Brexit.

Quando lei se ne andrà, ci sarà un nuovo leader del partito Tory. Sono ancora convinto che sarà Boris Johnson, il traditore, traditore pezzo di feccia che non è altro che è anche un burattino dei Rothschild e della mafia giudeo-sionista.

È la mafia giudeo-sionista che sta dietro al fiasco della Brexit, fase che gestisce le cose in modo che l’effetto cumulativo degli ultimi due anni dal referendum sulla Brexit è stato quello di fratturare e dividere la Gran Bretagna e il suo sistema politico in una misura che non ha precedenti.

Gli scozzesi hanno rinnovato il loro stupido movimento indipendentista. Gli irlandesi hanno adottato lamentele e criticano gli inglesi e Westminster come il loro nuovo sport nazionale, per non parlare delle profonde divisioni che sono state create in Inghilterra tra coloro che vogliono che la Gran Bretagna riacquisti l’indipendenza dall’anello pedofilo di Bruxelles che si maschera da Parlamento e gli utili idioti che vogliono rimanere perché si preoccupano della nostra bilancia commerciale.

È nell’arena politica che si sono aperte le fratture più profonde. Il partito Tory, come previsto, si è frantumato in una moltitudine di fazioni, lasciando il popolo britannico completamente disgustato dalle lotte intestine e dalla politica che hanno occupato la maggior parte del loro tempo in cui avrebbero dovuto guidare il paese e prepararsi per la Brexit.

Il partito laburista è stato anche diviso in fazioni da parte di sionisti traditori come Margaret Hodge e Luciana Berger che hanno commesso un tradimento flagrante contro la Gran Bretagna, operando su comando di Israele per distruggere Jeremy Corbyn e il Partito laburista accusandoli costantemente di antisemitismo.

Mi piacerebbe trattare con loro dando loro una scelta diretta tra un oggetto (nocivo) da dargli in testa o una corda intorno al collo. (riferimento all’esecuzione pubblica dopo un adeguato processo giudiziario). Darei ai loro compagni di leva israeliani sulla fascia destra, come Boris Johnson e Nigel Farage, la stessa scelta, ma sono solo io e la mia vecchia convinzione che se tradisci il tuo paese , dovresti essere trattato duramente.

Quindi, tutto sommato, è un vero casino, una completa e totale tempesta che ha completamente demoralizzato e diviso la Gran Bretagna, che ha ridotto la nostra politica a una farsa, reso il paese praticamente ingovernabile e, peggio di tutto, ha distrutto ogni fede che gli inglesi le persone avevano nel loro sistema di governo.

In breve, Brexit ha fatto a pezzi fino a un punto tale che ci vorrà molto tempo per annullare il danno e curare le ferite profonde. Mi aspetto che i funzionari circoncisi a Tel-Aviv siano al settimo cielo.

Traduzione: Sergei Leonov

2 Commenti

  • Mario Rossi
    2 Aprile 2019

    Ma che fiasco! Questo era quello che voleva la GB, andarsene senza pagare niente e senza dovere niente a nessuno. Dei trattati verrà fatta carne di porco e questo era quello che avevano votato gli Inglesi. Quando gli era stato chiesto se volevano o no rimanere non si intendeva che sarebbero state firmate clausole sopra clausole per difendere i diritti di chicchessia, gli Inglesi sono voluti uscire e basta. Io dico che hanno ragione perché le politiche fatte dall’europa vanno contro i diritti di tutti e a vantaggio degli interessi delle grandi imprese francesi e tedesche che in dieci anni si sono comprate tutto in Inghilterra come in Italia. Parliamo dell’industria dell’automotive, della meccanica delle telecomunicazioni ecc. ecc. Francia e Germania si sono fatte le regole a loro vantaggio promettendo di lasciare qualche briciola ai loro sodali nei paesi dell’eurozona. Ora il problema di fondo è che negli ultimi 2 secoli la cultura si è diffusa molto, la gente è tutta connessa e per questo ha uno spirito critico molto spiccato ed in grado di discernere il bene dal male. La gente siccome conosce ha gli strumenti per valutare i fatti e non si fa più abbindolare dalle chiacchiere del burattino di turno, quindi il progetto neocon non può attecchire nel mondo moderno perché ci sono gli anticorpi per combatterlo. Sono finiti i tempi in cui un D’annunzio qualsiasi inneggiava alla patria e al patriottismo per abbindolare milioni di giovani ignoranti che andavano felici a morire nelle trincee. Non è più possibile aizzare le folle perché ogni cosa che si dice e che si fa è immediatamente visibile e confrontabile in rete con il resto del mondo. Se ne facessero una ragione!!

  • nicholas
    2 Aprile 2019

    Mi chiedo quando uscirà ufficialmente l’UK dalla area Euro?

Inserisci un Commento

*

code