"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Il destino di Hariri e le purghe all’interno dell’Arabia Saudita continuano ad avere l’attenzione della Stampa Britannica

Sul giornale”The Independent”, Robert Fisk ha pubblicato un articolo intitolato “Le dimissioni di Saad Hariri dal suo incarico non sono quello che sembra”.
Fisk segnala che l’uscente primo ministro libanese, Saad Hariri, non aveva alcuna intenzione di dimettersi e, poco prima del suo ultimo viaggio a Rijad, aveva programmato vari incontri con responsabili della Banca Mondiale e del Fondo Monetario Internazionale così come varie riunioni circa il problema di migliorare le fornti d’acqua potabile del paese.

Fisk ha rivelato che il primo ministro libanese uscente era andato in Arabia Saudita dopo che aveva ricevuto una chiamata telefonica da Rijad con cui lo avevano convocato urgentemente per una riunione con il re Salman. Dato che Saad Hariri, così come l’aveva il padre, possiede la cittadinanza saudita, oltre a quella libanese, l’uomo è partito immediatamente per Rijad. Lui non poteva rifiutare la richiesta del re per un incontro, anche se lo aveva conosciuto solo pochi giorni fa.

Fisk ha confermato che, quando l’aereo di Hariri è atterrato a Rijad, la prima cosa che lui ha visto è stato un gran numero di poliziotti che hanno circondato l’aereo e quando è sbarcato la prima cosa che hanno fatto è stata quella di confiscargli il telefono mobile e tutta l’equipe di comunicazione di cui disponevano i suoi guardiaspalle e compagni di viaggio. In questo modo Hariri è stato silenziato, secondo Fisk.

Principe regnante in Arabia saudita

Fisk si è riferito a quello che sta avvenendo in Arabia Saudita qualificando la situazione come drammatica, visto che le autorità hanno arrestato 11 alti principi, includendo a Walid bin Talal e Muttab bin Abdulá, così come quattro ministri ed un gran numero di alti ufficiali ed autorità. Sono stati anche congelati circa 1700 conti bancari.

Fisk aggiunge che Bin Salman voleva far cadere il governo libanese ed espellere dallo stesso governo Hezbollah e quindi provocare una nuova guerra civile nel Libano, tuttavia il giornalista britannico segnala che niente di questo si verificherà “perchè il libanesi sono meno ricchi dei sauditi, ma sono molto più intelligenti”. “Tutti i gruppi politici del paese richiedono una sola cosa: il ritorno di Hariri dall’Arabia ha segnalato.Saudita”,

Fonte : The Independent

Traduzione e sintesi: L.Lago

*

code

  1. Mardunolbo 4 giorni fa

    “. “perchè il libanesi sono meno ricchi dei sauditi, ma sono molto più intelligenti” E COSI’ E’ DETTO TUTTO !.
    Comunque, credo che il Bin Salman abbia i giorni contati. E’ andata bene, perchè così doveva essere, la purga in Turchia, ma nella Rabbia Saudita, andrà male e finirà peggio e (grande gioia !) torneranno a filtrare piscio di cammello per bere, ed addio petrolio e ricchezze..

    Rispondi Mi piace Non mi piace