"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Il Deputato Siriano all’UE: I Vostri amati “ribelli moderati” vengono ora In Europa (Auguri)

ALEPPO, Siria – Un parlamentare siriano ha lanciato un avvertimento agghiacciante all’Unione europea, avvisando i governi europei che i loro amati “ribelli moderati” sono adesso in viaggio per l’Europa.

“Carissimi leader europei … non preoccupatevi per il vostro” assediato e affamato “. Eastern Ghouta, che non si ribella più. I vostri amati “ribelli moderati” stanno arrivando da voi .. Il deputato siriano di Aleppo, Fares Shehabi ha avvertito ieri l’Unione Europea dal suo account Twitter.

@ShehabiFares
Dear EU leaders.. don’t worry about your “besieged & starved” #EasternGhouta rebels no more. They are on their way to you..

La regione orientale della Ghouta, nell’immediata periferia del centro di Damasco, dal 2011 è stata per molto tempo una roccaforte per i gruppi terroristici, ma nell’ultimo mese è stata quasi interamente liberata dall’esercito siriano. Solo la città di Duma rimane ancora in parte nelle mani delle forze terroristiche, principalmente del gruppo Jaish al-Islam (ex Al -Nusra) sostenuto dall’Occidente.

I governi della UE sono stati fra i principali sostenitori retorici per i gruppi terroristi nella Ghouta orientale, con leader e media dell’UE che li ritengono e li descrivevano come “ribelli moderati”, “oppositori” del regime, nonostante il lancio di mortai e missili sulle aree civili di Damasco (con vittime civili) ogni giorno e il sequestro delle donne e bambini per essere usati come scudi umani .

Terroristi dall’Europa

L’Europa ha avuto una crisi migratoria in cui migliaia di uomini privi di documenti, molti dei quali con significative simpatie o sostegno per ISIS, sono arrivati sulle coste dell’Italia e della Grecia. Con questi terroristi della regione del Ghouta orientale, trasferiti dagli USA da quella regione a Idlib, nel nord-ovest della Siria, al confine con la Turchia, ora questi avranno un passaggio chiaro per lasciare la Siria e raggiungere l’Europa.

Il deputato siriano manda gli “auguri” all’Europa affinchè le popolazioni inermi non debbano subire quello che ha subito la popolazione siriana con la complicità dei governi europei.

Fonte: Fort Russ

Traduzione: L.Lago

*

code

  1. atlas 4 mesi fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. dolphin 4 mesi fa

    Che grande affare abbiamo fatto a entrare nella U.E, eravamo un Paese prospero che molti invidiavano, ora siamo un popolo di straccioni senza identità e senza patria, che affareeeee!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. claudio 4 mesi fa

    In cauda venenum.. c’era un motivo per cui li portavano ad idlib e non era per farli scannare tra di loro.. veramente li lasceranno esfiltrare per raggiungere l’europa?? Potrebbe essere una mossa sbagliata anche per loro.. certa gente se non la ammazzi ritorna, per cui questi potrebbero riunirsi tranquillamente ad al tanf o sulle alture del golan e continuare a fare il lavoro per cui sono pagati.. non li facevo così stupidi i siriani.. ma, come ripeto, non credo a questo epilogo.. inoltre queste merde taqfire in europa potrebbero, anzi, colpirebbero con certezza delle persone che non c’entrano un cazzo o che magari, una su un milione, si sono spese per la siria o che magari ne hanno condiviso gioie e dolori..
    brutta cosa ” caro shehabi “.. brutta cosa.. certe affermazioni ti fanno pensare: ah si?? Bene, i problemi vostri non sono ancora finiti e a questo punto sai che ti dico?? Machitteseincula.. se gli ammeregani e i giudei vi mandano altri taqfiri sono cazzi vostri.. io da ora me ne batto il belino.. vi scannassero tutti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 4 mesi fa

      non sono Siriani quelli che vengono qui. In Siria ci sono bestie di almeno 97 nazionalità diverse. Però stanno facendo un errore grave a non eliminarli. Mai lasciare vivo un nemico. E cmq Il Politico Siriano nel suo messaggio si riferiva ai regimi non a noi popoli

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. geometrio ellittico 4 mesi fa

        No. Si riferiva ai popoli europei tutti. Il sionista in te sta venendo fuori.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. atlas 4 mesi fa

          quello che viene fuori sono solo delle analogie. Ieri le br oggi l’isis. Stessi introllazzatori. Mi ricordate Guido Giannettini, giornalista esperto di strategie militari e assiduo frequentatore del Movimento sociale italiano. Uno che di sé diceva: “Io sono contro la democrazia. Sono fascista, da sempre. Meglio, sono nazifascista. Uomini come me lavorano perché in Italia si arrivi a un colpo di Stato militare. O alla guerra civile”

          fu persona che tranquillamente affermava di essere al servizio dei servizi, italici e ameri cani. E magari anche sionisti

          contro i popoli italici naturalmente

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. claudio 4 mesi fa

    Solo uno stupido o un servo che fa politica non capisce che nel caso prospettato chi ci va di mezzo sono i poveri cristi e mai quelli che girano con le scorte.. geometrio ha ragione, si riferiva ai popoli…

    Rispondi Mi piace Non mi piace