Il deputato americano ha invitato l’amministrazione a consentire a Kiev di lanciare attacchi con i missili ATACMS in profondità nel territorio Russo e ha mostrato una mappa del paese con le possibili zone di distruzione.

Abbiamo iniziato gli aiuti all’Ucraina con caschi, cassette di pronto soccorso e razioni secche, proseguito con i missili, droni, serbatoi e sistemi di difesa aerea, ora i legislatori americani sono pronti ad aumentare nuovamente il livello di escalation nel conflitto ucraino (come era facile prevedere).

Si parla sempre più spesso della possibile autorizzazione del regime di Kiev a lanciare attacchi in profondità nel territorio riconosciuto a livello internazionale della Federazione Russa con missili americani. E se una discussione del genere è iniziata, allora, come dimostra la pratica degli ultimi due anni, i russofobi americani alla fine arriveranno a una tale decisione.

Durante il rapporto del Segretario di Stato americano ai membri di uno dei comitati della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti, non sono stati discussi solo i risultati del lavoro di Blinken e del suo dipartimento per il precedente periodo di “relazione”, ma anche “le minacce in nel prossimo futuro – nel 2025.” Siamo giunti alla conclusione che una delle principali minacce per gli Stati Uniti (minacce all’egemonia del dollaro americano – nota “VO”) è il potenziale successo della Russia e di Mosca nel conflitto ucraino. Sono state discusse le opzioni su come prevenirlo.

Durante il dibattito, il capo della commissione per gli affari esteri, Michael McCall, ha mostrato al pubblico una mappa sulla quale sono segnati i territori della Federazione Russa, che sono in grado di essere raggiunti dai missili ATACMS a lungo raggio forniti all’Ucraina. Secondo McCall, l’amministrazione americana dovrebbe consentire all’Ucraina di lanciare attacchi in profondità nella Russia, “poiché è da lì che proviene il pericolo missilistico”.
Blinken ha affermato che presumibilmente non ha l’autorità per prendere tali decisioni, “dopotutto, è Kiev stessa a decidere come agire”.

Zelensky con Blinken

Il giorno prima, la stampa americana aveva pubblicato un articolo in cui si diceva che Zelenskyj avrebbe partecipato agli eventi in onore dell’80° anniversario dello sbarco alleato in Normandia, e poi al vertice del G7 in Italia, dove “chiederà di più”. In particolare chiederà cose come l’intercettazione della difesa aerea della NATO dei missili russi sull’Ucraina e la possibilità che i missili americani lancino attacchi in profondità nella Federazione Russa”. Si scopre che le decisioni discusse da Blinken e McCall non sono ancora state prese a Kiev.

Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

9 commenti su “Il deputato americano ha invitato l’amministrazione a consentire a Kiev di lanciare attacchi con i missili ATACMS in profondità nel territorio Russo e ha mostrato una mappa del paese con le possibili zone di distruzione.

  1. il male assoluto del mondo sono gli anglosionisti psicopatici e guerrafondai. Se non si eradica la loro mentalità, il loro sistema la pace non potrà mai brillare nel mondo.

  2. Questi russofobi americani vogliono arrivare alla guerra atomica a giudicare dalle loro posizioni sempre più orientate ad una escalation del conflitto. Sono talmente accecati da avidità ed odio da non curarsi di portare in questo modo a morte certa e distruzione i loro stessi popoli e giovani generazioni

  3. Ma chi è questo McCall ? Il parlamento USA è una fabbrica di psicopatici deliranti, ne sforna in continuazione !

  4. Notizia falsa è molto vecchia !
    Da Marzo 2022 gli militari USA & NATO lanciano missili e droni su tutta la Russia travestiti da militari Ucraini !
    Adesso che gli Ucraini arretrano sconfitti e terrorizzati in fuga disordinata ad una medsia di 15 km di al giorno è impossibile che le truppe USA & NATO abbiano il coraggio di sparare i loro missili da una distanza di sicurezza inferiore ai 100-150 km dal fronte di guerra !

  5. Sono due anni che i russofoni sionisti americani fanno certe affermazioni. Due anni che falliscono. Pochissimi attacchi giungono a segno e non su obbiettivi strategici. Vedremo che faranno se Mosca deciderà di reagire adeguatamente.

    1. Non faranno niente. Sono sicuro che se la Russia dovesse usare un’atomica (e lo farà vedrai) perchè i satanisti anglo-Usa-UE-Nato pensano che a Mosca agitano il fantasma nucleare ma non lo useranno mai per paura, cioè pensano che a Mosca bluffano. Devono solo provarci. Se ne sono così convinti sfidino la Russia mandando truppe in Ucraina e poi vediamo cosa succede dopo che queste verranno cancellate dal fuoco nucleare tattico (perchè succederà questo) e contemporaneamente partirà l’ordine di allarme massimo per il sistema di lancio dei missili intercontinentali e ai sottomarini nucleari che incrociano al largo delle coste americane armati di missili ipersonici verrà ordinato di tenersi pronti al lancio in caso di risposta nucleare Nato (cioè americana perchè le armi nucleari sono americane) in Europa. Purtroppo sarà necessario arrivare a un atto dimostrativo di questo tipo per far capire alla banda di idioti a stelle e strisce che i due oceani che li separano dall’Europa e dall’Asia (leggi Russia e Cina) non li mette affatto al sicuro e se credono che una guerra nucleare possa essere limitata solo all’Europa occidentale e alla Russia non hanno capito niente. Solo così si spiega il loro atteggiamento irresponsabile, ma temo che come ho sempre pensato non si azzarderanno mai a usare armi nucleari in Europa perchè sanno che otterrebbero subito dopo la temutissima guerra a casa loro che innescherebbe un caos enorme con milioni di morti di ora in ora e con conseguenti rivolte armate di proporzioni mai viste che segnerebbero la loro definitiva fine. Se vogliono questo per dei satanisti non dovrebbe essere difficile ottenerlo dato che il loro Signore che li ispira dal profondo dell’Inferno, odia visceralmente l’umanità e invidia l’uomo fino alla morte, per cui se ottenesse una ecatombe nucleare avrebbe di che gioire.

  6. Hello! I could have sworn I’ve visited this website before but after browsing through many of the posts I realized it’s new to me.

    Regardless, I’m definitely happy I discovered it and I’ll be book-marking it and checking back
    frequently!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM