Il culto inquietante di Greta Thunberg e la decadenza della società occidentale


di Rob Slane

“Siamo pericolosamente vicini a diventare una società interamente governata dall’emozione sopprimendo la ragione”

Il Culto di Greta Thunberg è estremamente inquietante, e segna un nuovo minimo nella decadenza che circonda la civiltà occidentale . Anche se mi è capitato di credere che il gas presente in natura che ognuno di noi espira molte migliaia di volte al giorno e che le piante usano per la fotosintesi, finirà per essere la nostra morte, sarei comunque profondamente disturbato dall’ uso di questa ragazzina – che è molto chiaramente mentalmente instabile – come il bambino poster per l’agenda.

Questo video del suo intervento alle Nazioni Unite è un esempio emblematico, così come la sua dichiarazione alla folla di Davos all’inizio di quest’anno, in cui ha deciso di diffondere il proprio marchio di infelicità senza speranza a tutti:

https://www.youtube.com/watch?v=DYqtXR8iPlE

“Gli adulti continuano a dire che dobbiamo ai giovani, per dare loro speranza. Ma io non voglio la vostra speranza. Non voglio che voi siate fiduciosi. Voglio farvi prendere dal panico. Voglio che voi sentiate la paura che provo ogni giorno. Voglio che voi recitiate. Voglio che agite come fareste in una crisi. Voglio che vi comportiate come se la casa sia in fiamme, perché lo è. “

Le cause sostenute da fatti incontrovertibili non hanno bisogno dell’aiuto di ragazzine adolescenti leggermente snervanti ed emotive per guidare l’accusa. Al contrario, una società razionale potrebbe pensare che ragazzine adolescenti, leggermente snervanti ed emotive, possano essere un po ‘un ostacolo ai fatti, poiché è probabile che possano sminuirle e spostare le questioni dal regno della ragione e dal discorso razionale per portare all’emozione e ai sentimenti.

Questo quale ovviamente sia esattamente il punto e dove e perché ci troviamo adesso. Fino all’ultimo anno o giù di lì, era perfettamente possibile mantenere la ragionevole posizione che qualsiasi cambiamento del clima globale non fosse necessariamente il prodotto di azioni umane, senza essere considerato indifferente. Sì, l’accusa del tutto negligente di “Denier” è stata sempre più utilizzata per imbrattare coloro che mettevano in dubbio le affermazioni fatte, sottintendendo che mantenere tale posizione era simile a negare il genocidio nazista contro milioni di ebrei. Tuttavia, nonostante questo, e il fatto che la maggior parte dei media corporativi tendeva a trattare l’affermazione che gli umani sono responsabili del cambiamento climatico come un fatto provato, era ancora quasi possibile dissentire senza essere trattati come un paria e una persona molto malvagia.

Greta il nuovo simbolo globalista

Questa situazione era chiaramente intollerabile per coloro che hanno più da guadagnare dalla propagazione delle affermazioni , motivo per cui – almeno così mi sembra – hanno deciso di aumentare l’ante, usando – e intendo dire con UTILIZZARE – una bambina per approfondire la loro causa. E non solo una bambina qualsiasi. Una che ha una storia di depressione e altre malattie mentali e che è in grado di fare appelli straordinariamente emotivi e “profetici” al “mondo”.
Se si trattasse solo di fatti, non ci sarebbe bisogno di tali tattiche, tuttavia l’incessante avanzamento mediatico di una tale persona è chiaramente inteso a chiudere qualsiasi dibattito rimanente, poiché coloro che criticano il suo messaggio possono ora essere automaticamente descritti come gufi insensibili, dal cuore di pietra, senza un’oncia di compassione.

Questo è ancora più emotivo della strumentalizzazione evidente. Senza dubbio ci sono alcune persone che sono molto cattive con Miss Thunberg, e senza dubbio lei è stata sottoposta ad abusi vili. Dopotutto, ci sono molte persone vili che amano essere vili con gli altri. Ma è perfettamente possibile opporsi al suo messaggio, ed è perfettamente ragionevole risentirsi del fatto che è stata sfruttata in questo modo per promuovere un’agenda spinta da quelli molto più in alto nella catena alimentare, senza darle alcun male o addirittura essere molto malvagi . Personalmente, le auguro ogni benedizione e che troverà sia speranza che felicità.

Vale tuttavia la pena ricordare che non era dal campo dei cosiddetti “negazionisti” di fatti e ragioni che è stata presa la decisione di usare una ragazzina emotivamente disturbata per farla agire come portavoce globale e fare appelli emotivi al mondo . Piuttosto, questo proveniva da coloro che affermano di avere i fatti, le prove e la scienza consolidata. Perché? Se la scienza è davvero consolidata e i fatti sono davvero incontrovertibili, perché la necessità di usare una ragazzina vulnerabile per spingere l’agenda globalista, come è chiaramente accaduto?

A livello personale, temo per la signorina Thunberg. Senza dubbio scoprirà prima o poi che è stata sfruttata da coloro che pensava fossero suoi amici, solo per scoprire che erano pronti a lasciarla non appena avesse servito al loro scopo. Finirà per essere una domanda nei quiz sui pub e Trivial Pursuit tra 20 o 3 anni (sì, credo che il mondo, le case pubbliche e i giochi da tavolo saranno ancora tutti qui).

A livello sociale, francamente tutto questo ha lo sgradevole odore di una campagna deliberata per far vergognare le persone in silenzio sfruttando una bambina francamente molto disturbata. E il fatto che ci siano persone che sono pronte a usare questo tipo di tattica emotiva per promuovere la loro agenda è davvero piuttosto sinistro e non promette nulla di buono. Siamo pericolosamente vicini a diventare una società interamente governata dall’emozione che prevale sulla ragione, con i risultati che si vedono nella crescente incapacità di ampie fasce di persone di accettare persino la possibilità che siano consentite opinioni diverse dalla propria.

Sia che tu sia d’accordo con il messaggio della signorina Thunberg, che tu sia scettico o che lo rifiuti apertamente, il suo sfruttamento e il culto che è cresciuto intorno a lei dovrebbero disturbarti.

Fonte: TheBlogMire

Traduzione: Luciano Lago

4 Commenti

  • Monk
    24 Settembre 2019

    Per delle masse di spicopatici ci vuole una gretina psicopatica.

  • eusebio
    25 Settembre 2019

    Questa ragazzina è solo l’ultima trovata del mainstream giudaico per influenzare le masse, dal marxismo in poi ogni tanto qualche ebreo malato di messianismo si inventava un’ideologia e la diffondeva provocando lutti inenarrabili, gli ebrei soffrono clinicamente di stress pretraumatico (per fortuna spesso anche post) e sfogano la loro sofferenza in queste deliranti forme di indottrinamento di massa.
    In Svezia ci sono pochi ebrei ma controllano finanza e media, sono loro che hanno trasformato un pacifico paese monoetnico in un inferno multietnico che stanno per diffondere in tutta Europa.
    Se tra non molto dovesse crollare la NATO agli svedesi gli conviene chiamare in aiuto l’esercito russo per liberarsi dagli immigrati, e l’FSB per liberarsi dai suss del posto.

  • Sandro
    25 Settembre 2019

    Quando avevo all’incirca 14 anni non ero un ragazzino mentalmente disturbato come si pretende sia la signorina Thunberg,. Nonostante ciò, feci un balzo dalla posizione di seduto quando ascoltai per radio che al mondo ogni 3 secondi nasceva un essere umano. Al tempo la popolazione mondiale era di circa 2 miliari di individui. Mi son subito domandato se i governanti stessero facendo qualcosa per limitare quella che fu denominata in seguito la “bomba demografica”.

    Oggi, ogni secondo, si sommano ai sette miliardi e mezzo di esseri umani – altamente inquinanti – altre 3,5 individui. La sovrappopolazione è la causa primaria del cambiamento climatico. La natura ce lo sta suggerendo violentemente con morti per allagamenti, smottamenti, trombe d’aria e marine, crolli di infrastrutture, subsidenza dei terreni nonché inconsistenza dei medesimi per permafrost ecc. Garantisco a Rob Slane che, fino a prova contraria, ho mantenuto il medesimo normale equilibrio psichico di quando avevo 14 anni.

  • Eugenio Orso
    26 Settembre 2019

    L’articolo non mi sembra molto inciviso e chiaro.
    Certo che la bambina antipatica e disturbata è stata sfruttata dal complesso finanz-globalista-giudaico per muovere masse di imbecilli senza correre pericoli, distraendo dalle questioni dei redditi popolari, della disoccupazione, della povertà (galoppante anche in Italia), dell’immigrazione selvaggia, eccetera.
    Il punto cruciale- o meglio, punctum dolens – è proprio la supremazia planetaria del globalismo neoliberista a vocazione finaziaria, che oltre a distruggere le economie dei paesi più deboli, a produrre povertà e disperazione, ad annientare i salutari confini che preservano le tradizioni e le identità dei popoli, minaccia alterando il clima la vita sulla terra.
    Eppure, sono proprio i criminali colpevoli di questa situazione che beneficiano della nuova icona globalista Greta, portando eventuali proteste anti-globaliste su un binario morto, distraendo dalle questioni socioeconomiche urgenti, eccetera.
    Quindi, NON PARTECIPATE ALLO SCIOPERO PER IL CLIMA DEL 27 SETTEMBRE, cioè di domani.
    NON SIATE COSI’ COGLIONI DA CASCARCI!

    Cari saluti

Inserisci un Commento

*

code