Il culmine dell’ipocrisia? Gli Stati Uniti affermano di bombardare lo Yemen per evitare un’escalation

I bombardamenti USA sono sempre “a fin di bene” (N.d.R.)

Gli Stati Uniti non cercano un conflitto aperto con gli Houthi yemeniti. Lo ha affermato il coordinatore delle comunicazioni strategiche della Casa Bianca, John Kirby. In precedenza, il funzionario aveva affermato che l’unica cosa che fa il presidente Joe Biden è cercare di prevenire qualsiasi escalation del conflitto (sic!).

La formula: bomba per allentare l’escalation
Secondo Kirby, i bombardamenti americani sullo Yemen mirano a interrompere e indebolire la sua capacità di lanciare attacchi contro le navi nel Mar Rosso e hanno avuto un “buon effetto”. Kirby ha sottolineato che gli Houthi hanno una scelta e che “la scelta giusta è fermare questi attacchi sconsiderati”. Ciò su cui il funzionario americano non ha detto nulla è la giusta opzione di Israele di smettere di bombardare la popolazione e le infrastrutture civili di Gaza.

Lo storico e analista politico Christian Nader, “è totalmente falso che [gli Stati Uniti] non stiano cercando un conflitto con gli Houthi, perché lo stanno sviluppando da 12 anni, dal secondo mandato [presidenziale] di Barack Hussein Obama, hanno attaccato lo Yemen. Hanno commesso molteplici atrocità, sia direttamente attraverso la guerra dei “droni”, divenuta famigerata nel periodo di Obama, sia anche armando potenze regionali come i Saud, contro l’aggressione genocida sul suolo yemenita, che di fatto ad oggi non è un numero esatto di vittime. Non si conosce il numero preciso delle vittime, ma si stima che siano tra le 200.000 e le 400.000 persone, in maggioranza civili, in un’aggressione che mira ad addomesticare lo Yemen e a subordinare gli interessi geopolitici, in primis dei Saud, ma poi anche attraverso gli Usa.

Houthi fighters and tribesmen stage a rally against the U.S. and the U.K. strikes on Houthi-run military sites near Sanaa, Yemen, on Sunday, Jan. 14, 2024. (AP Photo)

A questo proposito, l’ex analista di politica di sicurezza del Pentagono Michael Maloof ritiene che sia stato “solo grazie al sostegno americano che gli israeliani si sono sentiti incoraggiati” a lanciare una simile campagna militare, e che finché “Washington fornirà tale sostegno”, le forze di difesa israeliane Israele [IDF] non smetterà di operare a Gaza.

In questo senso, Nader sottolinea che “dobbiamo capire che storicamente Israele è stato un laboratorio di guerra per gli anglofoni, prima britannici e poi americani. “Ecco perché Israele esiste, al di là dello stratagemma di creare una casa per gli ebrei europei”.

Nota: I bombardamenti USA sono sempre “a fin di bene”. Si bombarda per “portare la democrazia” o per altri nobili scopi. Chi potrebbe mai dubitarlo?

Fonte: sputniknews.

Traduzione e nota: Luciano Lago

7 commenti su “Il culmine dell’ipocrisia? Gli Stati Uniti affermano di bombardare lo Yemen per evitare un’escalation

  1. Stanno cercando “l’incidente del Golfo del Tonkino”, come nel 1967 ma non soltanto navale per allargare la mischia e buttarsi a capofitto nella guerra?

    Yemen a parte, quale sarà il prossimo fronte, il Libano, ancora l’Iraq o addirittura l’Iran, con esiti imprevedibili?

    Assieme alla prossima sconfitta in ukraina, un toccasana per la rielezione dell’orrendo demokrat biden …

    Cari saluti

  2. Ma dal 2015, gli americani e sauditI e c. …………….. volevano fare polpette degli Yemeniti ……….
    Si sa come sono finiti i liberatori-ladri: SCONFITTI; sono morti diversi americani che erano sbarcati……… i sauditi e mercenari sono morti come le mosche……….. Le FF.AA. Yemenite hanno occupato territori sauditi di confine, distrutto mezza flotta saudita; ecc. ecc. .
    Lo Yemen stermina.

  3. Gli USA sono ormai più di 200 anni che rubano le invenzioni straniere (in tutto il mondo ) oppure copiano i prodotti artigianali stranieri li brevettano negli USA e li producono in massa e sono prodotti coperti dal brevetto USA !
    Persino tutti gli armamenti USA moderni che gli USA usano per invadere e occupare tutto il Mondo libero in realtà sono copie di armamenti stranieri inglesi-francesi – tedeschi -italiani- russi -spagnoli e di altre nazioni .
    Da una losca nazione ladra è criminale come gli USA cosa vi aspettate che dichiari la verità quando vuole scatenare una nuova guerra ?
    P.S.
    Il vecchio dittatore USA assassino e rimbambito di Biden per poter sperare di vincere le elezioni negli USA oppure di perderle con onore ha bisogno di poter fare un bagno di sangue massacrando nello Yemen alcune decine di migliaia di inermi civili per poter vincere una guerra facile che lo elegga a grande condottiero democratico USA !
    Se per ipotesi assurda lo Yemen si piegasse alle volontà USA arrendendosi entro breve tempo Biden sarebbe forse rieletto !
    Questo è quello che spera Biden e il suo partito democratico fascista compresi i stupidi coglioni suoi seguaci dei paesi NATO !
    La Russia presumo che si vendicarà fornendo armi russe ai poveri Yememiti aggrediti dagli USA e dai paesi NATO pure l” Iran darà il suo contributo e forse pure la Cina !
    Non sarà affatto una guerra breve quella che gli USA hanno scatenato controlo Yemen !

  4. Che ci sia un piano (massonico-askenazi-gesuita) dei piani altissimi a lungo termine per portare l’ Europa alla guerra è poco ma sicuro. Non si spiega altrimenti la deindustrializzazione dell’ Europa a vantaggio degli U$A. Significa che strategicamente stanno portando le industrie in America perchè vengono considerate terre più sicure in vista di un conflitto con la Russia. L’ America costruirà le armi mentre gli europei, se non si svegliano, diventeranno carne da macello come gli ucraini!

  5. Fallito l’assalto allo Yemen per mano saudita, i mandanti USA devono sporcarsi le mani direttamente ! Tutto già visto ! Per esempio in Vietnam, dove da prima gli USA hanno sostituito i colonialisti francesi sconfitti sul campo dai Vietcong, poi hanno armato fino ai denti il regimo fantoccio del Vietnam del sud per sconfiggere il Vietnam del nord, ma di fatto gli USA e i collaborazionisti controllavano solo Saigon. Fallito tutto ciò sono dovuti intervenire di persona nelle giungle vietnamite, tentando anche di occupare anche Cambogia e Laos e infine sono stati sconfitti e cacciati a furor di popolo dagli eroici vietcong di Ho Chi Min e del leggendario generale Giap in Vietnam, e dai Kmer rossi in Cambogia ! Poi naturalmente alcuni in occidente considerano Pol Pot e Ho Chi Min criminali sanguinari e gli occupanti USA esportatori di democrazia e libertà ! Il copione si ripete sempre uguale. Si scatena una guerra per procura contro gli stati che non si sottomettono (Corea del sud contro quella del nord, Vietnam del sud contro nord, talebani contro sovietici, curdi e isis contro Siria, sauditi contro Yemen ecc. Poi visto il fallimento, sia per la eroica resistenza dei popoli aggrediti, nordcoreani, vietcong, talebani, esercito siriano e yemenita, sia per il sostegno cinese e russo in Corea e Vietnam, russo in Siria, iraniano in Yemen, i nostri eroici yankees devono sporcarsi gli scarponi di persona per darsi poi alla fuga a gambe levate, come da Phom Phen, Saigon, Kabul ! Fuggiranno a gambe levate anche dal Mar rosso !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus