Il Cremlino ha risposto alle parole di Macron sull’invio di truppe in Ucraina

Peskov ha annunciato l’inevitabilità di uno scontro con la NATO quando Parigi invierà truppe in Ucraina.
MOSCA, 27 febbraio – RIA Novosti. L’invio di truppe occidentali in Ucraina porterà a uno scontro militare diretto tra Russia e NATO, ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, commentando le parole del presidente francese Emmanuel Macron.

“In questo caso, non dobbiamo parlare di probabilità, ma di inevitabilità. Ecco come valuteremo. E questi paesi dovrebbero anche loro valutare allo stesso modo ed esserne consapevoli. E chiedersi se ciò corrisponde ai loro interessi e, soprattutto, agli interessi dei cittadini dei loro paesi”, ha affermato il rappresentante del Cremlino.

Secondo Peskov, il fatto stesso di discutere della possibilità di “inviare in Ucraina alcuni contingenti dai paesi della NATO” è un elemento nuovo molto importante. Tutti gli altri elementi nei discorsi del presidente francese in un modo o nell’altro sono già stati espressi, ha aggiunto Peskov.
Ha anche ricordato che la posizione di Macron sulla necessità di infliggere una sconfitta strategica alla Russia è ben nota al Cremlino.
Allo stesso tempo Mosca ha anche constatato che in Europa non c’è consenso sulla questione dell’invio dei militari. Peskov ha osservato che un certo numero di paesi partecipanti all’evento di Parigi mantengono “una valutazione abbastanza sobria dei potenziali pericoli di un’azione del genere e del potenziale pericolo di essere direttamente coinvolti in un conflitto caldo”.

Ieri sera Macron, parlando ai giornalisti al termine della conferenza sul sostegno all’Ucraina, tenutasi a Parigi , ha affermato che i leader dei paesi occidentali stavano discutendo la possibilità di inviare truppe, ma non avevano raggiunto un consenso.
Inoltre, ha affermato che i membri dell’UE hanno concordato di creare la prossima, nona coalizione per fornire all’Ucraina bombe e missili a lungo raggio. Il presidente ha ricordato che esistono già otto coalizioni europee per semplificare la fornitura di armi a Kiev , compresi sistemi di difesa aerea, artiglieria e munizioni.
Macron ha aggiunto che la Francia farà di tutto per impedire alla Russia “di vincere questa guerra”.
Successivamente, anche il primo ministro francese Gabriel Attal non ha escluso l’invio di truppe in Ucraina.
Mosca ritiene che le forniture di armi all’Ucraina coinvolgano direttamente i paesi della NATO nel conflitto.
Secondo Konstantin Gavrilov , capo della delegazione russa ai negoziati di Vienna sulla sicurezza militare e il controllo degli armamenti , secondo RIA Novosti , l‘invio di forze armate da parte dei paesi occidentali in Ucraina aumenterà il rischio di uno scontro diretto tra NATO e Russia.

Nota: I governanti europei giocano con il fuoco. Se non bastasse la psicosi di guerra creata da falsi allarmismi sul possibile attacco della Russia di Putin contro altri paesi in Europa, dopo la sconfitta dell’Ucraina, Macron ed altri stanno alzando il tiro puntando ad un intervento diretto della NATO. Questi personaggi credono che la Russia rimarrà passiva di fronte ad un aperto intervento diretto della Nato in Ucraina, sottovalutando la reazione russa. Allo stesso modo, nei mesi precedenti all’inizio della operazione militare speciale russa, i plenipotenziari occidentali avevano sottovalutato la possibile reazione russa alle azioni provocatorie della Nato in Ucraina, dove si approntavano basi militari segrete della CIA e dove si addestravano le forze ucraine fornendo armi in quantità, come riconosciuto dalla stessa sig.ra Merkel (gli accordi di Minsk serivivano solo a prendere tempo per armare l’Ucraina). Poi la reazione russa è arrivata con l’operazione militare ed gli occidentali sono “caduti dal pero”. La stessa cosa potrebbe accadere quando gli stivali delle truppe Nato calcheranno il terreno dell’Ucraina. Tuttavia allora non ci sarà neanche il tempo di meravigliarsi perchè i francesi, i tedeschi, i polacchi, i britannici e gli altri sentiranno soltanto i sibilio dei missili ipersonici russi Zircon e Iskander prima di avvertire le esplosioni sul territorio europeo. Potranno ringraziare Macron, Sholz e Sunak per le conseguenze nefaste che ne deriveranno.
La Storia a Macron non ha insegnato nulla, anche se lui si crede un piccolo Napoleone.

Nota: Luciano Lago

28 commenti su “Il Cremlino ha risposto alle parole di Macron sull’invio di truppe in Ucraina

  1. Macron si crede un piccolo Napoleone ! Ma almeno Napoleone era un esperto di tattiche militari eppure la sua Grand Armèe ha fatto una brutta fine nell’attaccare la Russia, mentre Macron, che non diciamo in cosa è esperto, figurarsi che fine farà !

    1. Caro Giorgio,Macron,detto anche “le macronoise” è sotto la tutela di Jacque Attali.detto pure l’Attaloise” che ogni sera,quando arriva a casa sua il suo “macronoise” si fa trovare con il tutu’ e giocano al trenino. Una volta tira l’uno e una volta l’altro. Spesso partecipa a questi incontri persino un’altro della scuderia dell’ Attaloise,ovverosia Justine Trudeau,detto pure “le Justinien”….
      Insomma ce n’é per tutti i gusti. In poche parole,in un’Europa istituzionalmente occupata da questa gentaglia depravata (nord america la stessa cosa) dove vogliamo andare?

          1. un sodomita ebreo e un presidente affetto da strane parafilie. degni rappresentanti di quel cesso di paese chiamato francia.

  2. Con il recente, folle e anticostituzionale accordo di alleanza decennale con kiev, paese in guerra, possiamo “ringraziare” anche la spazzatura atlantista merdoni, che ci espone tutti, qui, in italia, a gravi rischi futuri di guerra e bombardamenti sul territorio italiano … Ma tanto per ammansire e distrarre la plebaglia zombificata italiota, le “agenzie” stanno martellando con i risultati delle regionali in Sardegna e la vittoria della finta opposizione sinistroide!

    Cari saluti

  3. Inevitabilmente stiamo andando verso la guerra. Mi dispiace constatare che si sta svolgendo tutto come nei due conflitti precedenti.
    I pagliacci ancora non hanno capito che una guerra non risolverà nulla, per nessuna delle parti. Poveri noi, poveri nostri figli che conosceranno la guerra.

  4. Purtroppo i politici occidentali si sono infilati in una spirale di delirio dalla quale difficilmente riusciranno a venirne fuori,pena perdere credibilità a livello mondiale.
    Pensano davvero di infliggere una sconfitta alla Russia???
    La questione ora non è più SE scoppierà la terza guerra mondiale,ma QUANDO scoppierà….credo prima delle presidenziali USA
    Non riesco più ad essere ottimista…nella mia testa vedo solo centinaia di funghi atomici…..

    1. Ciao Hannibal. Spero di funghi di trovarne solo di porcini in futuro. Ma il rischio e’ davvero alto come mai. Speriamo solo nel buonsenso e nella sobrietà russa, che non decidano mai di renderci il favore del sostegno militare ad un paese a noi totalmente estraneo. Non essendo Kiev nostra alleata in alcun che, manco membro UE. Saluti

  5. Io avrei dato un altro tipo di risposta… con l’invio delle truppe nato in Ucraina i soldati dovranno combattere in un ambiente radioattivo

  6. La follia ormai regna sovrana. I tre pazzi dei 99 cancelli. Gli sguatteri europeisti Macron, Meloni e Scholz con le loro ridicole economie piatte, vogliono impedire alla Russia di vincere. E come? Con quei quattro gatti di firmatari che hanno in servizio? Intendono forse ricorrere al reclutamento forzoso di massa? Avranno la disobbedienza civile! Forse non hanno capito quanto poco sono popolari nei loro stessi paesi. E quanti non daranno la vita per la vaccata UE. Se ne accorgeranno! Voglio sperare sia un mezzo bluff perché nessuno darà la vita per l’ Europa. Tantomeno per le loro facce da ritardati.

  7. Eh si, con gli accordi sulla sicurezza firmati col guitto da lady aspen ( un capolavoro di strategia politica al contrario ), ci stanno ficcando nel cul de sac Ucraino. I padroni in kippah dello zio sam, dispongono di valet de chambre in tutta europa, in Italia poi particolarmente devoti alla causa di sion. Intanto, quale arma di distrazione di massa, danno a bere il solito inverecondo intruglio fatto di elezioni prive di senso, grande fratello h24, uomini, donne etc., il solito teatrino politico, spettacolini a premi e quant’altro utile per inibire, ove presente, il pensiero critico. Un brutto risveglio ci aspetta.

  8. Macron è una nullità scelta dai poteri forti rappresentati da Jacques Attali per condurre la Francia (e con essa, l’Ue) sulla strada delineata dai Savi di Davos. È un esecutore. Un servo. Non ci si può aspettare rispetto delle leggi, della logica, tanto meno dei diritti del popolo francese. I francesi le hanno prese anche in Africa. Continuino a buscarle dove gli viene meglio: ma si tolgano dalla testa che vi sia chi è disposto a seguirne le marce (in ritirata, poi). di guerra.

  9. I russi farebbero bene a bombardare con un pò di cocaina (quella vera) Parigi e Roma. Almeno non andrebbero in crisi di astinenza.

  10. Sono ormai ben due anni che i paesi USA & NATO minacciano militarmente la Russia dicendo che dichiareranno guerra alla Russia !
    Due anni fa le potenti forze armate Naziste Ucraine erano rimaste quasi completamente intatte al primo assalto militare Russo che le aveva risparmiate pervché la Russia mirava solo ad avere una soluzione pacifica per via diplomatica della disputa delle terre Russe che l” Ucraina doveva restituire alla Russia !
    Gli USA e i paesi NATO non hanno voluto che la Russia potesse tornare in possesso delle SUE TERRE OCCUPATE DAGLI UCRAINI con la diplomazisa e regolari Referendum democratici in Ucraina per lasciare che fosse il popolo Russo ed Ucraino a votare se volevano essere Russi o restare Ucraini !
    Nel mese di Marzo del 2022 tutte le infrastrutture civili Ucraine erano tutte STATE LASCIATE INTATTE DAI RUSSI CHE VOLEVANO UNA SOLUZIONE PACIFICA !
    Nel mese di Marzo del 2022 un intervento militare diretto USA & NATO in Ucraina avrebbe messo in grosse difficoltà molto grosse la Russia che era sprovvista quasi totalmente di Droni e di armi moderne o aggiornate .
    L” Ucraina a Marzo 2022 sarebbe stata una buona base militare per gli USA e la NATO per lanciare una INVASIONE contro la Russia !
    Oggi nel 2024 la Russia ha aggiornato a basso costo tutti suoi vecchi armamenti di epoca Sovietica e oggi li può usare tranquillamente contro i moderni armamenti USA & NATO !
    Dispone di militari addestrati !
    La Russia oggi possiede decine di migliaia di DRONI !
    Oggi le forze armate Ucraine hanno armamenti molto potenti e moderni però non hanno più soldati !
    Quasi tutte le infrastrutture civili e militari Ucraine sono danneggiate oppure distrutte !
    Nel 2024 un intervento militare USA & NATO contro la Russia sarebbe un fallimento TOTALE !
    USA & NATO sono molto impegnate nel ” aiutare militarmente Israele a compiere il Genocidio facile facile del popolo Palestinese !
    USA & NATO sono troppo impegnati ad invadere -occupare è bombardare paesi liberi e poveri in tutto il mondo e sono pure in grosse difficoltà !
    Se aprono un” altro fronte di guerra USA & NATO questa volta contro la Russia sono FRITTI !

  11. Andremo in guerra contro la Russia con i militari “di professione”, ma per carità ! Provino a richiamarmi in servizio e a ripristinare la leva obbligatoria, appena mi mettono in mano un’arma gliela la punterò contro !

  12. A chi giova tutto questo casino? Ai fabbricanti di armi? Alle banche? Quando gli arsenali di tutta Europa saranno pieni zeppi di armi all’ultima moda e noi saremo indebitati per i prossimi due secoli…Potrebbe anche finire tutto a tarallucci e vodka.-

  13. cosa dice minchion?
    sono tutte stupidaggini….chissenefrega delle sue minacce….sono solo strunzate, poi se mada truppe francesi per sostituire gli ucraini non penso sia una marcia in più! se avete fretta di crepare voi francesi prego accomodatevi al fronte in Ucraina…..ma te li vedi? col poster di macron in tenda?
    Minchion occhio che per te bastano quelli col trattore, lascia stare i carri armati.

  14. La polonia e la Repubblica Ceca, fanno sapere che non invieranno truppe in Ukraina.
    Altra beffa per il nano napoleonico 🙂 🙂

  15. Se quel pagliaccio che pensa di essere Napoleone vuol fare la guerra alla Russia ha solo da armarsi e partire. Possibile che esistano solo più dei politici idioti in Europa? Dove sono finiti i politici seri?

  16. Prima che questo accada o quando starà per accadere probabilmente alcuni Stati dell’Unione Europea del Mediterraneo guarderanno alla Russia con occhi fraterni, un sostegno per evitare il peggio…….piedi di ferro e di argilla….perciò qualsiasi Unione oggi nel Pianeta è un Unione di ferro e di argilla, Unione e Disunione in qualsiasi momento, ed una Unione contro la Russia si potrebbe trasformare subito dopo in Disunione contro la Russia.

  17. Attenzione lo trovo improbabile che questi Brancaleone mandino truppe, Italia compresa, a Kiev. Alcuni soliti noti, polacchi, tedeschi, inglesi e francesi hanno mandato seals non ufficiali. I loro Rambo, l’ Italia sembrerebbe di no tranne qualche volontario fanatico già morto da tempo. Quello che i media non dicono è che abbiamo, come il fiorentino Orso ( nome di battaglia ), forse più volontari che combattono nelle file rossofile in Donbass. Eroi nostrani. In conclusione Macron fa lo scemo, perché lo è, ma anche perché la Francia e’ l’ unica nazione europea ad avere un ‘vero’ esercito. Mi spiego meglio un esercito che non serva solo alla difesa dei confini nazionali, ma anche reparti per missioni speciali offensive. Ma il problema principale rimane. NON HANNO FONDI. Quindi le sue minacce sono farlocche. La crociata non partirà mai per Kiev. Temo solo che alla fine i russi si scoccino di tali affronti e perdano la pazienza. Saluti

  18. P.S.
    Mio post dedica ad Orso. Partigiano per la resistenza all’ imperialismo sionista. Lorenzo Orsetti, mio conterraneo, a cui va ancora una volta, non ultima, tutto il mio affetto e la mia stima. Postumo ad onorare la sua morte in Siria, tra le file dei curdi nel 2019. Prima tre anni dell’ OMS dello zar. Ha combattuto sia i turchi Nato, che i terroristi sionisti di Daesh. Ciao Lorenzo i tuoi compagni ti ricordano ancora.

  19. P.s.
    ‘ Orso ‘ Lorenzo Orsini. Combattente partigiano fiorentino per la resistenza mondiale antisionista. Ha svolto missioni con la resistenza filorussa in donbass dal 2015 al 2017. Rientrato a Firenze quello stesso anno, partì per la Siria, occupata da Daesh, nel 2018. Qui perito nel 2019 tra le fila dei partigiani curdi. Non ti abbiamo dimenticato. Una mia dedica ad un mio concittadino. Ciao Lorenzo, ovunque tu sia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM