Il Cremlino ha risposto alla dichiarazione del Pentagono sulla fornitura di missili a lungo raggio a Kiev


È necessario ricordare la dichiarazione del presidente Vladimir Putin a Volgograd, ha affermato l’addetto stampa del capo di stato Dmitry Peskov, commentando la dichiarazione del Pentagono sulla fornitura di missili a lungo raggio a Kiev.

“È importante non dimenticare la dichiarazione di Putin di ieri a Volgograd”, ha detto Peskov a RIA Novosti citando .

Venerdì scorso, il Pentagono ha affermato che il nuovo pacchetto di aiuti militari per il regime di Kiev includerà missili a lungo raggio per HIMARS e proiettili GLSDB a lungo raggio con una gittata di 150 km. Il Pentagono ha affermato che gli Stati Uniti lasciano alla discrezione di Kiev la possibilità di utilizzare proiettili a lungo raggio per attacchi in Crimea.

In precedenza, Putin a Volgograd ha affermato che la Russia, dopo 80 anni, viene nuovamente minacciata dai carri armati Leopard tedeschi, combattendo con le mani dei banderisti in Ucraina, ma la Russia ha qualcosa a cui rispondere e non finirà solo con l’uso di veicoli blindati .
Nel discorso di ieri Putin ha chiarito che la Russia impiegherà armi che fino ad ora non sono state mai utilizzate.
Il presidente ha avvertito l’occidente che se in Russia appariranno tank tedeschi, la guerra sarà totalmente differente da come si aspettano.

Fonte: Agenzie

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus