Il Cremlino ha commentato la conversazione degli ufficiali tedeschi sul ponte di Crimea


Peskov: la conversazione tra i militari tedeschi sulla Crimea indica il coinvolgimento dell’Occidente nel conflitto.

MOSCA, 4 marzo – RIA Novosti. La conversazione tra ufficiali tedeschi sugli attacchi pianificati in Crimea sottolinea il coinvolgimento diretto dell’Occidente nel conflitto in Ucraina, ha detto ai giornalisti il ​​portavoce della stampa presidenziale russa Dmitry Peskov.
“Qui, ovviamente, dobbiamo scoprire se la Bundeswehr lo sta facendo di propria iniziativa, quindi la questione è quanto è controllabile la Bundeswehr e quanto il signor Scholz controlla questa situazione o fa parte della politica statale della Germania
.

Entrambi sono molto cattivi, entrambi sottolineano ancora una volta il coinvolgimento diretto dei paesi del cosiddetto Occidente collettivo nel conflitto attorno all’Ucraina”, ha affermato.
Peskov ha osservato che la registrazione della conversazione stessa suggerisce che la Bundeswehr sta discutendo in modo sostanziale e specifico i piani per attacchi sul territorio russo.
“Ciò non richiede alcuna interpretazione giuridica; qui tutto è più che ovvio”, ha sottolineato l’addetto stampa.
Lui ha ricordato che Scholz ha promesso di effettuare un controllo rapido ed efficace e ha espresso la speranza che Mosca, almeno attraverso i media, sappia a cosa porterà questo controllo.

Venerdì 1 marzo, la caporedattrice del gruppo mediatico Rossiya Segodnya e del canale televisivo RT, Margarita Simonyan, ha pubblicato sul social network VKontakte il testo completo della conversazione tra ufficiali tedeschi avvenuta il 19 febbraio.

Nella registrazione, il capo del dipartimento operazioni ed esercitazioni del comando dell’aeronautica militare della Bundeswehr Frank Graefe, l’ispettore della BBC Ingo Gerhartz e i dipendenti del centro delle operazioni aeree del comando spaziale della Bundeswehr Fenske e Frostedte discutono di come “bombarderanno il ponte di Crimea. “
In particolare si parla dell’utilizzo dei missili Taurus e del caccia francese Rafale. Inoltre, i partecipanti alla conversazione hanno cercato di trovare un modo per attaccare il ponte, ma senza rendere la Germania parte del conflitto. Una delle opzioni era formare gli ucraini.
Il ministro della Difesa tedesco Boris Pistorius ha ammesso che alcune parti della conversazione non erano destinate al grande pubblico e ha ammesso che la Procura generale potrebbe aprire un caso a causa della fuga di notizie.

La rappresentante ufficiale del Ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova , ha affermato che Mosca chiede spiegazioni a Berlino . Questa mattina il dipartimento diplomatico ha convocato l’ambasciatore Alexander Lambsdorff.

Ponte sull’Elba a Dresda

Nota: A seguito di questi piani scoperti della Germania di bombardare il ponte di Crimea, alcuni commentatori hanno suggerito al Cremlino di predisporre una misura di rappresaglia per cui, nel caso che sia effettivamente colpito il ponte di Crimea, le forze russe si organizzino per bombardare e distruggere qualcuno dei ponti della Germania sull’Elba. Questo darebbe alla classe politica tedesca la misura del rischio di un conflitto diretto con la Russia. Nascondersi dietro l’Ucraina non dovrà essere più possibile. Le continue menzogne proferite dai governi della Germania e di altri paesi europei di non essere coinvolti nel conflitto, dopo questa registrazione e dopo i tanti consiglieri militari della Nato individuati in Ucraina, sono ormai scoperte.

Fonte: Ria Novosti.ru

Traduzione: Sergei Leonov

Nota: Luciano Lago

17 commenti su “Il Cremlino ha commentato la conversazione degli ufficiali tedeschi sul ponte di Crimea

  1. Era l’ ora! Finalmente sia le istituzioni russe, Peskov, Medvedev ed altri, sia l’ intelligence hanno cominciato a fornire le prove del coinvolgimento Nato nel conflitto. Mancano solo foto e nomi dei, sicuramente tanti, agenti e combattenti mercenari sionisti in Ucraina catturati od uccisi. Bene che le opinioni pubbliche europee sappiano a che schifo appartengono. Forse non ci saranno subito ribellioni e conseguenze dirette, ma alla lunga diminuiranno ancora di più consenso e credibilità dei governi sionisti in UE. Senza quello non si fanno le guerre vere.

  2. E’ la dimostrazione che la generosita’ non paga . La Russia ha pasciuto questi signori tedeschi e la loro economia vendendo loro gas a prezzi quasi di costo facendo cosi’ elevare alle stelle il loro surplus commerciale , anche a sfavore degli USA , i quali spesso si sono lamentati , e che a mio parere alla fine li hanno fatto incaxxare , basta ricordare il gelo di Trump con la Merkel in uno dei vari G7 o G8 non ricordo bene . E poi il muro di Berlino abbattuto , ma a quanto pare tutto cio’ non conta nulla per questa gente . Come dicevo essere generosi non paga . Tu sei buono e ti tirano le pietre , sei cattivo ecc. Ma cosa vogliono dalla Russia , che vengano annientati e devono pure dirgli grazie ?

    1. Vero. E nonostante il gas a prezzo allettante i PIL europei, paesi g7 Italia compresa, in grafico ventennale fanno di media zero virgola. Crescita piatta. Da ora in poi siamo alla frutta. E questi ebeti vogliono fare la guerra. Stolti. Saluti

  3. mah.. se davvero c’è stata questa “intercettazione” magari hanno proprio fatto in modo che avvenisse… una furbizia.. oops.. giusto per stare con un piede su due staffe… magari, certe furbizie, le dovrebbe adottare anche il nostro Governo… oops.. scusate Americagnassi.. io ho fatto quanto mi avete imposto… ma i Russi son stati bravi… non so come, ma ci hanno “intercettato”.. eh… non è colpa nostra.. scusate… era per fare un po’ di fantapolitica…

  4. I tedeschi sono sempre stati nemici della russia fate collassare la Germania e non fatela rialzare più.

  5. Sempre sul problema informativo e di totale mancanza d’ obbiettività, o di censura, dei nostri media EU vi segnalo un interessante sito russo. Quasi analogo a topwar che alcuni di voi hanno qui citato, ma meno centrato su armamenti ma più su geopolitica e conseguenze del conflitto. Vi ho trovato molte notizie sui nostri osceni governanti europei ed americani che in Italia nascondono. Si tratta di topcore.ru in italiano. Saluti

  6. I dirigenti europei infliggono gravi danni ai loro popoli nell’interesse degli americani ; c’è da immaginare che siano lautissimamente pagati con carriere e soldi, altrimenti sarebbero imbecilli ; sono traditori

  7. I russi se proprio desiderano dovrebbero chiedere spiegazioni non “alla germania”, ma ai neocon ebrei usa che effettivamente governano il centro e anche le colonie (come la germania) dell’impero.

    Il principio è che non si tratta con il servo, ma, se possibile (e nel nostro caso non lo è) con il padrone.

    Cari saluti

  8. La storia tra popoli germanici e slavi russi e sempre stata un miscuglio di attrazione e repulsione. Come due amanti che litigano ferocemente ma, nello stesso tempo, hanno un’attrazione irresistibile. Si potrebbe spiegare come un geloso desiderio di ciascuno di possedere e dominare l’altro. Ciò detto, massimo 10/15 anni dal termine delle ostilità ucraine, Germania e Russia riallacceranno i loro proficui rapporti, fino alla seguente crisi; e via così. Sempre che le potenze anglosassoni, che da sempre desiderano l’annichilimento di entrambi, non facciano saltare tutto istigando una guerra nucleare.

    1. Caro NUCCIO, permettimi una piccola correzione alla tua frase finale … la modificherei cosi : anzichè masochisti nati, masochisti nato !
      Saluti

  9. C’è un limite a tutto; dite ai nazisti di osservare bene il video della Zar del ’61, e informateli che se desiderano ricevere l’energia gratuita per Berlino e gran parte del Brandeburgo si limitino a sparare un colpo di cannone contro il ponte di kerk. Credo che perfino questi idioti non possano fraintendere il messaggio, auguri e avanti tutta con l’Operazione Speciale delle Forze Armate Della Federazione russa

  10. beccati con le mani nella marmellata…..che dementi… solo per questo meriterebbero qualche missile ipersonico su berlino e monaco.

  11. La situazione può precipitare da un momento all’altro, secondo fonti russe gli F-35 americani dalla Romania hanno già fatto incursioni sui cieli ucraini in direzione della Crimea per simulare attacchi ai siti sensibili della penisola, simulando appunto il lancio di missili verso il Ponte oppure le basi della marina russa.
    Stanno raccogliendo dati elettronici sulle batterie missilistiche russe, fanno lo stesso con le omologhe cinesi e i relativi radar con incursioni dei bombardieri B-52 da Guam verso Taiwan e le basi cinesi vicine, preparano il terreno per i successivi eventuali attacchi.
    I neocons sionisti non si tirano indietro di fronte a rischi di guerra atomica, il loro piccolo popolo sta sparendo diluito negli altri, se non si trovano sotto l’asfissiante dominio dei loro rabbini e della loro estremamente arcaica ed arcana religione si sposano volentieri con gli altri popoli, in Nord America i matrimoni misti sono il 75% e in Europa almeno il 50, e in Europa sono rimasti meno di 1 milione di ebrei perlopiù anziani, quindi fuori dalla Palestina ormai le diaspore ebraiche sono semiscomparse, di conseguenza il potere attuale dei neocons in occidente potrebbe essere non solo l’ultimo momento storico di potere degli ebrei, ma anche l’ultima fase della loro esistenza come popolo cosciente in caso di scomparsa dell’entità sionista, e quindi sono pronti a tutto per evitare di perderlo, il potere.
    Negli USA pare vogliano sbattere Trump in prigione per far arrivare l’indiana Haley alla Casa Bianca, essendo la candidata preferita del regime di Tel Aviv, pronta a bombardare subito Teheran, e infatti gli americani stanno facendo pratica sullo Yemen, in Ucraina sono pronti a schierare le truppe europee, quelle americane ormai sono ridotte ai minimi termini e servono per occupare Europa, Giappone e Sud Corea, mentre gli F-16 partiranno dagli aeroporti rumeni, in quanto per decollare richiedono piste in perfetto stato e quelle ucraine sono ormai semidistrutte.
    La prima ondata attaccherà le unità russe, inclusi siti sensibili come ponti, strade e ferrovie, e poi i fantaccini europei andranno al massacro in nome di “Sion!”, e quindi partiranno le testate atomiche….

    1. Rimango intimidito quando vedo una così vasta conoscenza della situazione (anche se il “secondo fonti russe” mi lascia un po’ perplesso quanto all’attendibilità) e capacità di previsione degli scenari futuri…pensare che quasi tutti i paesi hanno centinaia e centinaia di persone per fare questo lavoro…

  12. La distruzione del ponte di Crimea da parte della Germania sarebbe un grave errore della Germania, perchè poi farebbe coinvolgere la UE e la NATO, andando cosi incontro alla terza guerra mondiale, con esiti disastrosi col possibile uso di armi nuicleari che porterebbe alla distruzione quasi totale del mondo, Scholz con questo comportamento belligerante ricorda molto Hitler.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM