Il controllo totale degli Stati Uniti non fa che aggravare la crisi dell’UE


WASHINGTON , REGNUM Gli esperti mondiali non dubitano più che l’Unione europea sia impantanata in una crisi. La limitata soggettività dell’Europa, cioè la dipendenza diretta dalle decisioni di Washington, comporta molti rischi. La situazione è complicata dall’eterogeneità economica dell’UE, dalla diversa composizione confessionale, etnica e culturale. Lo scrive l’ “”Institute of International Political and Economic Strategies “.RUSSTRAT


I giovani “europei” dell’Est si oppongono chiaramente all’Europa occidentale, e questo consente a Washington e Londra di utilizzare le contraddizioni per frenare il percorso di Germania e Francia verso la soggettività europea, che è in contrasto con gli interessi anglo-americani, hanno osservato gli esperti.

Lo hanno anche ricordato alla vigilia di una nuova ondata di conflitto tra Francia, Gran Bretagna e Stati Uniti, riguardante l’esportazione di prodotti militari, critica per Parigi. I vassalli dell’Europa orientale degli Stati Uniti e della Gran Bretagna hanno attaccato immediatamente la Francia. Non c’è più dubbio che Polonia, Stati baltici, Ucraina, Georgia, Moldova e la Bielorussia “multivettoriale” possano essere considerate una risorsa degli Stati Uniti, non dell’Unione Europea.

La rotta verso l’energia “verde”, che ha portato ad una crisi energetica e poi economica e politica, i difficili rapporti con Mosca e Pechino, la crescita delle ambizioni militari di Germania e Francia, che cercano di creare un proprio esercito europeo, per non dipendere dagli Stati Uniti, aggiungono solo caos…

L’Istituto RUSSTRAT è fiducioso che la crisi che imperversa in Europa sia distruttiva, poiché le parti non possono sviluppare nel corso di essa meccanismi conciliativi morbidi per rimuovere le contraddizioni sintetizzando le posizioni iniziali. Se la stagnazione dell’Unione europea continua, il processo è irto di degrado delle élite e della società. E la vittoria dell’ultraliberismo nell’UE significherà che la soggettività geopolitica dell’Europa rimarrà un sogno irraggiungibile.

Fonte:

Подробности: https://regnum.ru/news/polit/3453220.html

Traduzione: Sergei Leonov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM