Il contingente americano ha subito perdite a seguito di un attacco missilistico contro una base militare americana situata vicino a giacimenti di petrolio e gas in Siria

Le informazioni confermano che, a seguito dell’attacco missilistico contro una delle basi americane nella Siria orientale, il contingente americano ha subito perdite. Almeno una dozzina di militari americani sono stati uccisi e feriti nella base militare americana di Koniko, che si trova nelle immediate vicinanze dei giacimenti di petrolio e gas della Repubblica araba siriana. Le truppe americane in questa base sono effettivamente impegnate a facilitare il furto delle risorse naturali siriane.
In totale, durante l’attacco avvenuto la scorsa settimana, secondo varie fonti, contro questa base sono stati lanciati dai 12 ai 15 missili. Allo stesso tempo, gli Stati Uniti sostengono che dietro il bombardamento di una struttura militare americana nella Siria orientale c’è Teheran.

Il segretario alla Difesa americano Lloyd Austin ha affermato che in risposta ai crescenti attacchi contro obiettivi militari in Siria e Iraq, l’ aviazione americana ha bombardato “obiettivi” nell’area delle città di Mayadin e Abu Kemal. Cosa siano esattamente gli oggetti di questi bombardamenti non è riportato.

Secondo Austin, gli attentati indicano che gli Stati Uniti intendono “proteggere gli interessi degli Stati Uniti e dei cittadini americani”. Si scopre che Austin ammette: gli interessi degli Stati Uniti sono l’estrazione illegale di risorse naturali di uno stato indipendente e l’occupazione di parte del suo territorio. E tutto questo sullo sfondo delle ciniche dichiarazioni di Washington sulle “violazioni del diritto internazionale da parte della Russia”.

Base USA in Siria

Le operazioni dei gruppi di resistenza in Siria ed in Iraq continueranno fino a quando gli occupanti americani non saranno cacciati dalle loro basi. Questo il comunicato fatto da un portavoce dei gruppi di resistenza.

Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

5 commenti su “Il contingente americano ha subito perdite a seguito di un attacco missilistico contro una base militare americana situata vicino a giacimenti di petrolio e gas in Siria

  1. Non capisco per quale motivo i siriani continuino a bombardare le pochi basi americane che ancora si trovano nel loro paese. Sono così buoni gli americani…eppoi scusate, cosa dovremo fare noi contro di loro che abbiamo più di 100 basi presenti sul nostro territorio da più di 80 anni?

  2. Gli USA non sono riusciti a rapinare le risorse russe passando per l’Ucraina,e si arrangiano a rubacchiare dove e come possono. Il loro programma consiste sempre in dollaro, armi-guerre e propaganda ; tutto il resto non li riguarda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM