"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Il consigliere di Trump afferma che la Russia “dovrà pagare un caro prezzo” per il suo appoggio all’Iran

l consigliere statunitense per la Sicurezza Nazionale, Herbert Raymond McMaster, ha affermato che Mosca cerca di creare dei problemi a Washington con l’appoggio che sta offrendo a Teheran ed ha avvertito che questo sostegno al regime iraniano avrà “un enorme costo per la Russia”.
“Come può essere un interesse per la Russia aiutare e dare potere all’Iran dal Medio Oriente? (…)( I russi) Dovranno pagare un prezzo enorme per questo”, ha dichiarato il mercoledì l’assessore alla Sicurezza Nazionale del Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, senza chiarire quali possano essere tali conseguenze.

Nel corso di una intervista concessa al network televisivo “Voice of America”, il generale ha considerato che la Russia sta attuando contro i propri interessi nel “dare copertura ed appoggio” a quelli che lui chiama “gli iniqui progetti” dell’Iran in tutto il sud est dell’Asia.
Tutto questo ha come obiettivo di danneggiare la politica di Washington e dei suoi alleati europei, ha aggiunto l’alto comandante militare statunitense, il quale ha richiamato per questo a fare fronte al “comportamento destabilizzante della Russia”.

“Tutti gli Stati e, senza dubbio, tutti gli stati arabi”, ha proseguito McMaster, ” devono riconoscere quello che sta facendo la Russia, che dovrebbe pagare il prezzo in tema di reputazione e di accesso alla regione per l’opera che svolge per fortificare l’Iran e rendere possibili le sue attività, molto distruttive”, ha concluso.

Ultimamente varie città dell’Iran sono state scenario di proteste per l situazione economica e per l’aumento di prezzi dei prodotti, cosa che in alcuni casi è terminata con atti di sabotaggio e di violenza che, secondo la Procura Generale del paese persiano, ha avuto la sua origine in una cospirazione contro Teheran da parte del triangolo formato da USA, Arabia Saudita e regime di Israele.

In questa situazione, la rappresentante dioplomatica USA davanti alle Nazioni Unite, Nikki Haley, aveva sollecitato una riunione per il Venerdì per discutere sulle proteste avvenute in Iran, richiesta che ha avuto l’avallo del Consiglio di Sicurezza (CSUN).
In risposta, la Russia e altri paesi hanno respinto ogni ingerenza straniera sull’Iran da parte degli USA, il cui presidente appoggia apertamente gli elementi agitatori che hanno trasformato le proteste in azioni violente ed atti terroristici.

La riunione del CSUN si è trasformata in un altro fallimento della politica estera dell’Amministrazione Trump in quanto la maggioranza dei componenti del CSUN ha respinto i tentativi di interferenza negli affari interni dell’Iran ed ha sostenuto la necessità di implementare il piani di azione congiunta previsto dagli accordi sul nucleare stipulati con l’Iran.

Zarif ministro degli Esteri iraniano

Il Consiglio ha considerato che i fatti accaduti in Iran devono essere considerati “normali questioni interne del paese” e che non sono di competenza del CSUN. Allo stesso tempo il Consiglio ha sottolineato che le questioni prioritarie di cui deve occuparsi il Consiglio sono quelle relative alla lotta al terrorismo, la pace in Medio Oriente e le crisi in Siria, in Iraq e nello Yemen.

Al termine della riunione, il ministro degli Esteri iraniano Zarif ha manifestato che la delibera del CSUN “rappresenta un’altra umiliazione per la politica estera dell’Amministrazione Trump”.

Fonti:   Hispan Tv     Al Mayadeen

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

*

code

  1. perdonate la battuta stupida ma il riporto di trunks è qualcosa di impressionante O_O
    Buona Epifania a tutti gli amici di Controinformazione.info, anche a Piero e Famiglia ^^

    http://comesanchopanza.freeforums.net/

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Mardunolbo 6 mesi fa

    iNVECE sembra che la politica cretina dei Serpenti Uniti porti ad un enorme costo per gli stessi.
    Del resto, infarcirsi di can mastini idioti come i tipici militari ameri-cani, unito a consiglieri alieni (rigorosamente sionisti) non puo’ far altro che rovinare gli Usa.
    Peccato che ci rimettano gli obesi cittadini , come al solito, e nulla avvenga a quelli che dirigono nelle loro stanze dove spicca la stella sionista.

    Rispondi Mi piace Non mi piace