IL CONGRESSO DEGLI STATI UNITI SI PREPARA A DICHIARARE GUERRA ALLA RUSSIA

Il quotidiano Hill ha titolato il 21 dicembre “Il Congresso mira a etichettare la Russia ‘Stato aggressore’ invece di stato sponsor del terrorismo” , e ha riferito che

La leadership del Congresso sta lavorando per introdurre rapidamente un disegno di legge che condanni la Russia come “Stato aggressore” tra i piani per la visita del presidente ucraino Volodymyr Zelensky a Washington mercoledì.

La designazione fornirebbe al presidente nuove autorità sanzionatorie per prendere di mira i funzionari russi; tuttavia un assistente della Camera GOP l’ha definita una risposta “mezza cottura” alla richiesta di Zelensky che gli Stati Uniti designino la Russia uno stato sponsor del terrorismo.

L’etichetta di stato sponsor del terrorismo isolerebbe Mosca a livello internazionale e costringerebbe gli Stati Uniti a imporre costi ai paesi impegnati con il Cremlino.

L’amministrazione Biden ha respinto tale sforzo, affermando che legherebbe le mani agli Stati Uniti nell’impegnarsi con la Russia in generale e incastrerebbe l’amministrazione in qualsiasi sforzo diplomatico per porre fine alla guerra della Russia contro l’Ucraina.

Sistemi missilistici Patriot per l’Ucraina

Definire la questione come “la Russia è uno stato aggressore” è propedeutico alla dichiarazione di guerra del Congresso contro la Russia mentre l’America dichiarava guerra al Giappone l’8 dicembre 1941, la “Dichiarazione di stato di guerra contro il Giappone” , che costituzionalmente portò l’America nella seconda guerra mondiale . Definire la questione come “la Russia è uno stato sponsor del terrorismo” sarebbe propedeutico alla dichiarazione di guerra alla Russia da parte del Congresso, cosa che il Congresso ha evitato di fare anche quando il 18 settembre ha votato viscidamente per autorizzare il presidente GW Bush all’ “uso della forza militare”. Fatto che, nel 2001, incostituzionalmente ma solo come tattica di pubbliche relazioni permise agli Stati Uniti di impadronirsi dell’Afghanistan, e poi il Congresso il 16 ottobre 2002 votò ancora più viscidamente (e ancora più incostituzionalmente) “Autorizzazione per l’uso della forza militare contro la risoluzione dell’Iraq del 2002” in preparazione dell’invasione americana dell’Iraq del 20 marzo 2003 basata su menzogne ​​e totalmente illegale.

Quello che il Congresso degli Stati Uniti sta tentando di fare qui è costringere il presidente a trattare con la Russia di oggi come il presidente FDR (Rooswelt) il 7 dicembre 1941 (il giorno dell’attacco del Giappone a Pearl Harbor) ha trattato con il Giappone.

Joe Biden non è sufficientemente neoconservatore per adattarsi a questo Congresso. Vogliono – forse spingere- con il loro abbraccio da parte del Congresso all'”eroe” del giorno, Volodmyr Zelenskiy, il dittatore dell’Ucraina – il presidente alla fine a chiedere loro di dichiarare guerra alla Russia. Sarà la terza guerra mondiale? “Prendilo!” La stanno sollecitando.

P.S. Il nuovo libro dello storico investigativo Eric Zuesse, “AMERICA’S EMPIRE OF EVIL: Hitler’s Posthumous Victory, and Why the Social Sciences Need to Change” , parla di come l’America ha conquistato il mondo dopo la seconda guerra mondiale per renderlo schiavo dei miliardari statunitensi e alleati. I loro cartelli estraggono la ricchezza mondiale controllando non solo i loro media di “notizie”, ma anche le “scienze” sociali, ingannando il pubblico.

Fonte: South Front

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM