Il Conflitto NATO-Russia-Ucraina si estende e si avvia verso sbocchi imprevedibili

di Luciano Lago

Gli USA e la NATO parlano tanto della minaccia della estensione del conflitto in Ucraina ma si avvolgono nelle loro stesse menzogne. La pratica dei fatti è però più sicura della teoria e la realtà dimostra che è proprio il comando della NATO e di Washington, quello che coordina le operazioni in Ucraina e che ha autorizzato i suoi sottoposti ucraini nell’effettuare attacchi sul territorio russo e sulla Crimea, che ne è parte integrante.
Questi attacchi sono già iniziati ed hanno colpito vari obiettivi anche a 700 Km. in profondità nel territorio della Federazione Russa.
L’Occidente a guida anglosassone sta calpestando un’altra volta la sua vecchia ossessione di conquistare la Russia ma gli occidentali si sono resi conto che questo è un obiettivo impossibile da realizzare con un attacco diretto con la forza e avevano confidato nella guerra economica per mettere a terra la Russia come soluzione possibile. Tuttavia anche questa strategia non ha dato risultato e adesso sperano in un golpe contro Putin, così premono nel persuadere i loro mercenari ed agenti russi nell’ attivarsi per ripetere quella forma di golpe che riusicì a far cadere l’URSS a suo tempo. Non a caso i liberali russi della quinta colonna interna sono dei grandi specialisti in questo, basta avere garanzie di lauti guadagni e profitti, come avvenne nell’epoca di Gorbaciov e di Eltsin.
In questo momento, per l’elite di potere anglosassone, l’unica chance di prolungare il proprio modello economico che si trova alla sua fase finale è quello di operare all’interno della Russia ma, perchè questo abbia successo, devono convincere il popolo russo a rivoltarsi contro Putin e far decadere l’economia del paese e il livello di vita. Devrebbero quindi trovare il modo di far cadere Putin e installare un governo fantoccio a Mosca ma questo è obiettivamente difficile, visto l’alto consenso che in questo momento circonda Putin. In ogni caso questa è una carta che gli occidentali si stanno giocando per ottenere quello che non riescono ad ottenere con i mezzi militari.

Nella situazione attuale la guerra in Ucraina si è trasformata in una guerra di lungo periodo e l’offensiva contro la Russia oggi è divenuta totale con oltre 40 nazioni coalizzate nel fornire armi, istruttori, assistenza logistica, formazione e supporto alle forze ucraine e NATO che ormai operano apertamente nel territorio ucraino. L’esito di questo conflitto avrà conseguenze in tutto il mondo e non sembra che agli occidentali importino molto neppure gli avvertimenti del vecchio Kissinger, il quale ha avvisato che, se le ostilità non si fermeranno, si arriverà ad un conflitto nucleare con conseguenze devastanti in Europa.
Sono indifferenti a questa prospettiva personaggi come la ministra degli esteri della Germania, Annalena Baerbock, che si oppone ad una tregua, secondo quanto da lei dichiarato in una intervista al giornale Bild in cui si è opposta decisamente alla possibilità di una tregua. La ministra ha dichiarato che lei non si aspetta un alt al fuoco ma, a suo avviso, per fermare la guerra il presidente Putin deve ordinare ai suoi soldati di ritirarsi, lasciando quindi le popolazioni russe del Donbass a farsi massacrare dai nazisti ucraini.

Paracadutisti Russi


Nel frattempo in Moldavia il governo filo occidentale ha fatto chiudere sei Tv in russo per evitare la diffusione di lingua e notizie perchè, a suo dire, coprono gli eventi in Ucraina in modo distorto, un censura diretta analoga a quella stabiita in Ucraina ed in occidente, salvo il fatto che in Moldavia la lingua russa è quella più diffusa. Si prospetta una apertura di un nuovo fronte in Transistria (contigua alla Moldavia).
Un deputato della Duma russa di stato, Dmitry Belik, ha già preannuciato che la Russia attaccherà i centri decisionali della NATO in caso di conflitto. In realtà risulta questo è un eufemismo perchè già ci troviamo in pieno conflitto NATO-Russia. Nell’ipotesi di uno scontro aperto gli obiettivi saranno i centri di decisione e le installazioni rilevanti della NATO che saranno oggetto di una attacco russo e questo porterà consegunze in tutto il mondo.
In precedenza Stoltenberg aveva chiesto ai paesi occidentali di continuare a fornire armi e munizioni all’Ucraina perchè ne ha bisogno, un pozzo senza fondo in cui spariscono tonnellate di armi e risorse finanziarie.
Nel frattempo Putin si è recato a Minsk per parlare con Lukashenko, un alleato in Europa che presto entrerà anche lui nel conflitto.
Da sottolineare che ancora oggi Donetsk si trova nuovamente sotto il fuoco massiccio dell’artiglieria ucraniana che sembra aver deciso di distruggere totalmente la città che ha la colpa di essere una città russa nel Donbass e questo è ignorato dai falsi media.
La reazione russa non tarderà ad arrivare……

15 Commenti
  • Sarabanda 82
    Inserito alle 10:41h, 19 Dicembre Rispondi

    Il solto commento senza costrutto come al solitoo parole parole, la reazione russa non tarderà ad srrivare sono 10 mesi che scrivete queste panzane i fatti li hanno fatti glii altri voglio ricordarvelo l’affondamento della nsve ammiraglia il ponte in Crimea omicidio della ragazza l’attacco in territorio russo ect.. e x ora nessuna reazione x non citare il ritiro dai territori conquistati.

  • antonio
    Inserito alle 11:18h, 19 Dicembre Rispondi

    croci uncinate Londra Roma Washington Bruxelles

  • Aplu
    Inserito alle 11:27h, 19 Dicembre Rispondi

    La verità è sempre la stessa: i Russi hanno capito da decenni che gli USA vogliono depredarli completamente peggio del Venezuela, ed allora non hanno potuto fare altro che reagire per non morire. E l’Ucraina può solo essere un baluardo russo altrimenti diverrebbe la base di lancio neohitleriana per continuare a massacrare militarmente ed economicamente la Russia. Come con Hitler e Napoleone. Secondo i mezzi attuali, logico. Kiss ha capito tutto ma nessuno lo ascolta o lo può più ascoltare. Noi italiani liberi non possiamo non vedere in atto il tentativo di uccidere chiunque non sia il tappeto degli USA. E così la Russia è come vorremmo essere noi in lotta per la nostra sopravvivenza fisica e MORALE. Quanto agli italiani servi, saranno proprio loro ad attirare l’Italia nella sua distruzione finendo col vedere le basi americane bombardate, i diretti invasori tipo Isis foraggiati trasformando i finti profughi in un esercito vero e proprio armato e distruttore, e così il bel paese sarà anch’esso distrutto come pure la Francia.

  • Aplu
    Inserito alle 11:44h, 19 Dicembre Rispondi

    Altro pensiero: il mondo materialista e sensista e capitalista puro, potrebbe continuare a sopravvivere SOLO se il benessere ottundente tipo anni settanta continuasse ancora oggi. Ma così non è più! E allora l’uomo comune occidentale comincia, anzi, ha già cominciato, ormai a chiedersi perché mai debba accettare e subire una società capitalista senza ideali e con la morale in caduta libera, che non gli dona più benessere né sicurezza sociale e neppure un decente giustizia. Ma che, anzi, gli va prospettando solo sacrifici e un futuro pauroso, e l’infelicità quotidiana. Questa è la crepa il sommovimento immane sotto i piedi dei caporioni al potere, che allora anche per questo hanno bisogno di depredare e assoggettare tutto e tutti per mantenere tutto ancora come prima. Ma la loro battaglia ha le pecche delle fughe in avanti e basta.

  • Nicholas
    Inserito alle 13:08h, 19 Dicembre Rispondi

    Basterebbe che i Russi , ed i loro alleati, spingono per una rivoluzione colorata all’interno della UE e negli Usa.
    Nel giro di pochi mesi, finirebbe l’occidente collettivo.
    Spero che lo facciano al più presto.

  • Antonio
    Inserito alle 13:21h, 19 Dicembre Rispondi

    Per essere onesti su come sono andate le cose non tutti se lo vogliono ricordare. Quando Korbaciov siglò l’accordo con gli Stati Uniti che la Nato non si sarebbe allargata verso Est, questi accordi non sono mai stati rispettati dall’epoca di Korbaciov fino ad oggi la Nato si è alllargata fino alle porte della Russia. La colpa c’è lanno anche in russi poiché non hanno reagito al momento in cui quando alcuni paesi dell’ex Unione Sovietica si sono aderiti alla Nato, la Russia non ha reagito per far rispettare l’accordo che erano stato siglato con gli Stati Uniti. Secondo errore della Russia, i servizi segreti della Russia non hanno funzionato bene, poché si stava preparando un tranello da parte degli USA verso l’Ucraina organizzando un colpo di stato come c`è stato nel 2014.
    La Russia cosa a fatto fino a prima di febbraio scorso? L’orso dormiva ? L’errore della Russia è che a ignorato i segni che indicavano che ci sarebbe stato un pericolo. Adesso i russi vogliono recuperare i terreni che sono già stati presi dalla Nato.
    La Russia avrebbe dovuto prendere dei provedimenti già anni indietro, prima del colpo di stato nel 2014 in Ucraina.

  • Fabio Franceschini
    Inserito alle 13:22h, 19 Dicembre Rispondi

    Scusate lo sfogo. Ho talmente schifo che se i russi radessero al suolo leopoli con un arma atomica…. Fortunatamente la dirigenza russa mi pare poco emotiva. Anzi per certi versi questo sforzo rabbioso contro Donetsk sottrae forze agli attacchi contro le truppe Russe.

  • Francesco
    Inserito alle 13:58h, 19 Dicembre Rispondi

    Gli Usa vorrebbero qualcosa di irrealizzabile: combattere contro la Russia in Europa e Asia senza che le sue città vengano colpite.
    Se ci fosse una chiara comunicazione all’interno degli Usa, la pace sarebbe più vicina

  • Monk
    Inserito alle 17:27h, 19 Dicembre Rispondi

    Comunque, dopo che i nazicomunisti occidentali hanno messo in campo molta alta tecnologia, intelligence, armi, uomini-mercenari, addestratori e altre stronzate simili, vedere che non scalfiscono il gigante, dovrebbero ritirarsi con la coda tra le gambe e il gigante non sta ancora facendo seriamente, detto questo, il gigante avrebbe dovuto dare un segnale di supremazia in modo da fare tacere tutti i media ruffiani radendo al suolo Kiev. Questa è la sua unica pecca.

    • Giorgio
      Inserito alle 15:38h, 20 Dicembre Rispondi

      Salve MONK … permettimi di aggiungere una precisazione al tuo commento (che condivido come quasi sempre) ….
      Capisco che per brevità molti di noi definiscono le èlite occidentali nazi-comuniste …
      Capisco che nel linguaggio comune definire qualcuno nazista-fascista-comunista-maoista sia diventato sinonimo di male assoluto ….
      Ma non è esatto … perchè questo luogo comune ci viene inculcato h24 da 80 anni dai media di regime dell’occidente …
      La realtà storica dimostra che il male assoluto è rappresentato dalla liberal-democrazia globalista, che si è dimostrato il peggior modello di società mai apparso sulla faccia della terra ….
      non dai nostalgici di Mao e Hitler o di Mussolini e Stalin …. e dei loro tentativi (falliti) di ribaltare la situazione …
      Il male assoluto abitava e abita tuttora, a Washington, Londra, Tel Aviv …

    • Giorgio
      Inserito alle 16:43h, 20 Dicembre Rispondi

      Salve MONK … permettimi di aggiungere una precisazione al tuo commento (che condivido come quasi sempre) ….
      Capisco che per brevità molti di noi definiscono le èlite occidentali nazi-comuniste …
      Capisco che nel linguaggio comune definire qualcuno nazista-fascista-comunista-maoista sia diventato sinonimo di male assoluto ….
      Ma non è esatto … perchè questo luogo comune ci viene inculcato h24 da 80 anni dai media di regime dell’occidente …
      La realtà storica dimostra che il male assoluto è rappresentato dalla liberal-democrazia globalista, che si è dimostrato il peggior modello di società mai apparso sulla faccia della terra ….
      non dai nostalgici di Mao e Hitler o di Mussolini e Stalin …. e dei loro tentativi (falliti) di ribaltare la situazione …
      Il male assoluto abitava e abita tuttora, a Washington, Londra, Tel Aviv …

  • franco
    Inserito alle 18:01h, 19 Dicembre Rispondi

    il fatto è che fino a tre messi dalla Operazione Speciale la Russia aveva vinto la guerrra contro i satana denazificando e demilitarizzando poi sono entrate in campo le truppe uk , usa e nato che travestiti da ukro pazzi hanno fatto di fatto la guerra alla russia , la russia deve riprendersi kherson kharkov izyum e tutta odessa se non non la denazificata non e servita a nulla , considernado che i propapagandisti anti russia della tv italian e ue sono sempre h24 in guerra con loro.

  • sergio
    Inserito alle 21:15h, 19 Dicembre Rispondi

    Per la russia fidarsi delle promesse degli occidentali e’ stato fatale.
    D’ ora in poi le cose cambieranno. La fuducia non si pio’ comprare
    come al parlamento europeo.

  • Emanuele
    Inserito alle 06:49h, 20 Dicembre Rispondi

    Avrei una domanda, se qualcuno di voi sa la risposta. Ora, fermo restando che in linea di massima, mi pare di capire, che i commentatori questi articoli, vogliano il trionfo sovietico, c’e` pero` qualcuno che puo` effettivamente rassicurare sull’ottimo stato di salute dell’orso ?
    Mi spiego meglio meglio…… vi sono molti commenti in linea con gli autori di questi pezzi, che rassicurano di come l’orso sia ancora pieno di energie e che abbia solo in parte, cominciato ad usare l’arsenale di nuova generazione ? La Storia gia` dimostro` quanto Hitler avesse sottovalutato la Russia in merito a numero di armamenti, ma c’e` qualcuno che, fonti alla mano, possa affermare che, per quanto vi siano state sconfitte e sbagli, l’orso ha ancora assi nella manica (e non mi riferisco al gioielli atomici). Lo chiedo perche` spesso, in guerra e` come in politica dopo le votazioni ; vincono tutti.

  • Luca
    Inserito alle 11:22h, 20 Dicembre Rispondi

    Quando sei al volante e ti accorgi che vai a fare uno scontro , esiste un opzione chiamata “freno”, Mai i nostri leader europei sottomessi e ricattati sono ne più ne meno degli stupidi caproni . Senza offesa per i quadrupedi , che senza ombra di dubbio non conosco il cinismo .

Inserisci un Commento