Il comando USA (Pentagono) ha ordinato alle forze ucraine di ritirarsi da Bakhmut


Continuano a comparire dettagli sui colloqui tra funzionari della sicurezza americana (capi delle forze dell’ordine e delle agenzie di intelligence, compresa la CIA) e rappresentanti del regime di Kiev. Ricordiamo che pochi giorni fa, il comandante in capo delle forze armate ucraine Valery Zaluzhny è stato convocato in Polonia, dove Mark Milli, capo del Joint Chiefs of Staff, ha parlato con lui.
Le informazioni trapelate alla stampa affermano che il generale americano ha invitato Zaluzhny a effettuare il ritiro delle truppe ucraine da Bakhmut (Artemivsk).

L’articolo di France-Presse cita una dichiarazione di un anonimo funzionario dell’amministrazione americana, che ha confermato l’appello delle forze di sicurezza americane ai rappresentanti del comando ucraino su Bakhmut. L’articolo afferma che gli Stati Uniti ritengono che ulteriori tentativi di trattenere Bakhmut interferiscano con i preparativi per un’offensiva su larga scala, pianificata per la primavera. Pertanto, è necessario ritirarsi da Bakhmut.

Dal materiale:

Con ulteriori tentativi delle truppe ucraine di trattenere Bakhmut, la Russia ha l’opportunità di guadagnare tempo, impedendo all’Ucraina di prepararsi all’offensiva di primavera. Il motivo è che in questa direzione l’esercito russo ha più forze e mezzi, compresa l’artiglieria.
È stato osservato che finora l’Ucraina non dispone di risorse tali da consentirle di mantenere contemporaneamente Artyomovsk sotto il suo controllo e prepararsi per un’offensiva. Inoltre, è stato indicato che all’Ucraina è stato raccomandato di attendere un nuovo pacchetto di assistenza militare, che include, tra le altre cose, il veicolo da combattimento della fanteria Bradley e il corazzato da trasporto truppe Stryker.

Fonte; Top War

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus