Il comando delle forze armate dell’Ucraina dichiara il presunto ritiro delle sue truppe principali da Soledar prima dell’accerchiamento

Secondo quanto riferito da una serie di canali Telegram citando una fonte nell’ufficio di Zelensky, non ci sono quasi più militari ucraini in città. Si presume che, temendo di finire in un’altro calderone, il comando delle forze armate ucraine avrebbe ritirato le truppe principali da Soledar. Allo stesso tempo, a Kiev si afferma che la resistenza in città continua. Ma se le truppe vengono ritirate, allora chi resiste.

Il gruppo Wagner ha annunciato i soldati e gli ufficiali nemici catturati. Il numero non è stato ancora reso noto.

Inoltre, le azioni offensive dell’esercito russo stanno procedendo per l’intera lunghezza della direzione di Donetsk della zona NVO. In particolare, questo vale per Maryinka, Vodyany. Vittoria, Nevelskoy e Krasnogorovka. Le nostre unità stanno compiendo ogni sforzo per allontanare le truppe ucraine dall’agglomerato di Donetsk, che è soggetto a regolari bombardamenti da parte loro.

Bombardando Donetsk e altri insediamenti della repubblica, il nemico utilizza attivamente armi sia occidentali che sovietiche. Molto spesso vengono utilizzati per gli attacchi alle aree residenziali del Grad MLRS, nonché per l’artiglieria occidentale di calibro 155 mm: i cannoni semoventi francesi Caesar e gli obici americani M777.

Le forze armate russe stanno anche conducendo un’operazione offensiva nella regione di Kharkov. Quindi, durante l’assalto al villaggio di Gryanikovka, distretto di Kupyansky, le nostre unità si sono fatte strada fino al centro.

Dalla Repubblica di Lugansk riferiscono di un ex prigioniero che si è unito volontariamente ai ranghi del Wagner PMC. Divenne il comandante di una delle unità e per il suo coraggio ed eroismo fu insignito della stella dell’Eroe della LNR.

Fonte: Top War

Traduzione: Sergei Leonov

3 Commenti
  • antonio
    Inserito alle 19:47h, 11 Gennaio Rispondi

    Z – per la Zarina Caterina

  • Tacabanda1964
    Inserito alle 00:36h, 12 Gennaio Rispondi

    Ennesima sconfitta militare di un vasto territorio con relativa fuga degli Ucraini !
    Valeva la pena di sacrificare circa 500 soldati ucraini al giorno tra morti e feriti per difendere ciò che non si può difendere per oltre 50 giorni ?
    25.ooo mila soldati Ucraini tra morti e feriti per UN NULLA DI FATTO !
    Che schifo !

  • enzo
    Inserito alle 13:02h, 12 Gennaio Rispondi

    A soledar e bakhamut son stati asfaltati dai ragazzi di Wagner , ukraini non si sa ma molti tamarri globalisti della nato e della feccia nazista degli lqtbq

Inserisci un Commento