Il comandante in capo della Marina ucraina ha dichiarato la prontezza ad azioni militari contro la Russia

Ria Novosti. La Marina militare ucraina si sta preparando ad azioni militari su vasta scala contro la Russia, ha dichiarato il contrammiraglio Aleksej Neizhpapa, comandante della Marina, in un’intervista al quotidiano “Dumskaya”. (dumskaya.net/news/komanduyushchiy-aleksey-neizhpapa-o-razvitii-vms-119359/ )
Secondo le sue affermazioni, il paese intende “riottenere” la Crimea e si sta preparando alla guerra.

Neizhpapa ha dichiarato: “Ci saranno molte perdite – sia tra i nostri soldati che tra la popolazione civile”.

Secondo le sue parole, a Kiev si aspettano attacchi dell’esercito russo nella regione di Kherson con l’obiettivo di lasciar passare l’acqua del Dnepr verso la Crimea:
“Le nostre unità si stanno preparando per tali azioni. Non posso rivelare tutti i piani, ma ecco un piccolo fatto: la gittata del sistema missilistico “Nettuno”* consente di usarlo dall’Ucraina continentale in arrivo su Sebastopoli. Ecco vedremo là”. Il segnale per l’inizio dello scontro sarà il tentativo della Russia di ripristinare il canale della Crimea settentrionale sulla penisola, ha aggiunto il contrammiraglio.

In precedenza, dal Dnepr attraverso il canale della Crimea settentrionale, l’Ucraina forniva fino all’85% del fabbisogno di acqua dolce della Crimea. Tuttavia, dopo il 2014, l’approvvigionamento idrico, unilateralmente, è stato completamente interrotto. I politici ucraini con regolarità annunciano “piani” della Russia per impadronirsi del canale; in realtà, ci sono già fonti di acqua dolce nella stessa Repubblica (di Crimea ndr.).

contrammiraglio ucraino Aleksej Neizhpapa


Negli ultimi anni, la Marina ucraina ha avuto seri problemi. Le vecchie navi gradualmente vengono messe fuori servizio ma mancano risorse per quelle nuove. Allo stesso tempo, Kiev sta attivamente acquistando navi dismesse dall’estero. Così, nel settembre dello scorso anno, la Guardia costiera degli Stati Uniti ha consegnato a Kiev due motovedette dismesse: Drummond (WPB-1323) e Cushing (WPB-1321), costruite nel 1988. Gli Stati Uniti hanno anche annunciato la decisione di regalare alla Marina ucraina altre due motovedette dismesse sempre dello stesso tipo.

  • Missile da crociera anti-nave di fabbricazione ucraina, ha una gittata massima di circa 300 km. Il “Nettuno” si basa sul progetto del missile anti-nave sovietico Kh-35, tuttavia i costruttori ucraini hanno sostanzialmente migliorato la gamma di questi missili e la loro elettronica.

Fonte: Ria Novosti ria.ru/
Tradotto da Eliseo Bertolasi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus