Il capo dell’intelligence americana ha dichiarato concreta la minaccia di un attacco da parte della Russia


I vertici delle Istituzioni USA si dimostrano sempre più nervosi e preoccupati per la crescita del potere militare della Russia e dei suoi alleati e vedono questa come una “minaccia alla sicurezza” degli Sati Uniti.

Il capo dell’intelligence nazionale degli Stati Uniti, Daniel Coates, ha dichiarato, durante il suo discorso ai senatori statunitensi, che non si può escludere un attacco dalla Russia. Poco prima, Mosca ha invitato Washington ad abbandonare lo schieramento spaziale del suo gruppo di difesa anti-missilistico (ABM), poiché si tratta di un ritorno al vecchio programma “Star Wars”.
L’influenza della Russia nel mondo è una crescente minaccia per gli Stati Uniti, ha dichiarato Daniel Coates, capo della National Intelligence degli Stati Uniti, parlando ai senatori degli Stati Uniti.

“Il desiderio della Russia di espandere la sua presenza globale militare, commerciale ed energetica, oltre a costruire partnership con i suoi alleati e oppositori degli Stati Uniti, può essere un problema sempre più serio”, ha detto il funzionario della sicurezza americano.

Allo stesso tempo, ha predetto che la Russia continuerà a rafforzare la cooperazione con la Cina, con i paesi del Medio Oriente, Africa, Asia e Sud America. In conclusione, Coates ha indicato che per gli Stati Uniti e i loro alleati, il pericolo di spionaggio informatico e persino di “attacco” da parte della Russia rimane ancora concreto, riferisce la FAN .

Un po ‘prima, l’esperto militare russo, Alexei Leonkov, aveva detto che, per distruggere l’intera popolazione degli Stati Uniti, sono sufficienti dieci missili balistici intercontinentali RS-28 Sarmat. Aveva scritto questo a proposito dei sistemi di difesa, nel suo articolo per il settimanale Zvezda.

Missili russi lungo raggio

La pubblicazione aveva lo scopo di rispondere agli articoli dei media occidentali che criticano le capacità delle ultime armi russe: i complessi Dagger e Avangard, i droni Petrel e Poseidon e il sistema missilistico Sarmat ICBM.
Secondo l’analista, l’attenzione dell’Occidente è attualmente concentrata su un drone di acque profonde con carica nucleare, il “Poseidon”, che all’estero presumibilmente avrebbero già trovato il modo di combattere. Lo specialista ha messo in discussione il successo di questi piani e ha dichiarato che diverse cariche di droni esplosivi porterebbero a un’enorme distruzione in tutto il continente nord americano.

“Si può presumere che i Poseidon andrebbero a colpire in gruppo sulle rive del nemico che ha iniziato una guerra nucleare con la Russia. Le esplosioni che si verificherebbero per effetto di questo gruppo di droni vicino alla costa, non solo porteranno alla distruzione delle infrastrutture militari e civili costiere, ma creeranno anche una gigantesca ondata di tsunami radioattivi “, afferma Leonkov.

Alcuni giorni prima, la quarta strategia di intelligence nazionale è stata pubblicata negli Stati Uniti. Le minacce, dalla posizione di Washington, per gli Stati provengono da Russia, Cina, Iran e Corea del Nord, e l’area di propagazione degli interessi degli Stati Uniti è il mondo intero. (…..)

L’obiettivo strategico per la US Intelligence Community, che è stata formulata nel documento, è fornire alle strutture statali e militari dello stato informazioni “tempestive, perspicaci e obiettive” e proteggere la nazione americana ei suoi interessi.

Sottomarino nucleare russo

L’NDS (National Intelligence Strategy) afferma che l’ambiente strategico oggi sta cambiando rapidamente e gli Stati Uniti stanno affrontando un mondo sempre più complesso e incerto in cui le minacce diventano ancora più differenziate e interconnesse.

Poco prima, Mosca ha chiesto a Washington di abbandonare lo schieramento spaziale del suo gruppo di difesa antimissile (ABM), poiché si tratta di un ritorno al programma Star Wars. Lo ha affermato nei commenti sul sito web del ministero degli Esteri russo.

Il ministero ha definito la nuova strategia di difesa missilistica degli Stati Uniti “una scommessa irresponsabile”. Inoltre, il Ministero degli Esteri ha chiesto di abbandonare le intenzioni di usare lo spazio esterno per le operazioni di combattimento e di non lottare per il “predominio americano nello spazio”.

Le intenzioni degli Stati Uniti sono un ritorno alla prossima versione del programma Star Wars del 40 ° Presidente degli Stati Uniti, Ronald Reagan .
L’Ipotesi di una Guerra nucleare e di un “giorno del giudizio” non è scartata nella descrizione fatta dal settimanale di strategie ed armamenti.
Giovedì scorso è stato riferito che le mani dell’ora simbolica del giorno del giudizio non hanno iniziato a modificarsi e mostrano ancora 23:58. Rachel Bronson , presidente della rivista americana “The Bulletin of the Atomic Scientists”, lo ha annunciato in una conferenza stampa a Washington .

L’orologio simbolico di Doomsday, che indicava la minaccia di una catastrofe globale, doveva essere trasferito 30 secondi in avanti il ​​24 gennaio 2019. L’orologio mostra due minuti a mezzanotte, la volta precedente era stato impostato nel gennaio 2018, riporta NSN .

“Durante lo scorso anno, abbiamo visto come tutte le potenze nucleari hanno investito nello sviluppo dei loro arsenali nucleari”, ha detto lo staff editoriale.

Fonte: La Gazeta.ru

Traduzione: Sergei Leonov


1 commento

  • Idea3online
    30 Gennaio 2019

    Cosa fare? Questa notizia deve essere letta al contrario:

    IL CAPO DELL’INTELLIGENCE AMERICANA HA DICHIARATO CONCRETA LA “MINACCIA” DI UN ATTACCO ALLA RUSSIA…..

    Spesso parlano al contrario, se dicono la borsa crolla, spesso significa la borsa sale, se dicono esportiamo la democrazia significa esportiamo la dittatura, se dicono la Russia ha manipolato le elezioni americane significa gli USA devono intervenire al più presto nella vita politica russa……sono fatti così, ma ultimamente fanno vedere cosa accade dietro le quinte anche agli spettatori o cittadini, prima potevamo vedere solo il teatro o scene costruite dalla regia,, ma adesso ci raccontano tutto, il caso del Venezuela è la massima espressione di cosa accade dietro le quinte durante un colpo di stato o rivoluzione colorata. Anche l’Elite conosce che stiamo entrando dentro la Profezia, tutto è rivelato quello che Falcone considerava un Segreto oggi è offerto alle Masse…..è la Rivelazione o Apocalisse!

Inserisci un Commento

*

code