Il Capo della Pfizer dopo l’approvazione per la Distribuzione del vaccino

“Il CEO della Pfizer, figlio dei sopravvissuti all’olocausto, accende le candele di Hanukkah”, si legge con orgoglio nel Times of Israel. Anche Le Monde Juif è oggetto di un articolo. Prima di essere raccolta la notizia da media alternativi e da siti dissidenti, che la polizia del pensiero classificherà nel riquadro “cospiratorio”, questa informazione è quindi apparsa per la prima volta sui media della comunità ebraica.

“Albert Bourla, CEO di Pfizer, accende le candele di Hanukkah durante una cerimonia virtuale ospitata dall’ambasciata israeliana a Washington, il 16 dicembre 2020”, scrive Times of Israel .
” L’amministratore delegato di Pfizer, Albert Bourla, ha acceso le candele di Hanukkah in una cerimonia virtuale organizzata dall’ambasciata israeliana a Washington mercoledì, pochi giorni dopo che l’azienda farmaceutica ha ricevuto il via libera finale per la distribuzione il suo vaccino contro il coronavirus negli Stati Uniti “.

Il CEO della Pfizer celebra ricorrenza ebraica

L’ambasciatore Ron Dermer ha dichiarato:

” Settantacinque anni dopo che i nazisti hanno ucciso milioni di persone, il dottor Bourla è ora in testa alla corsa per salvare milioni “
“ In questa festa di Hanukkah, mentre questo anno estremamente difficile volge al termine e guardiamo a un nuovo inizio, celebriamo sia l’incredibile spirito umano che la determinazione necessaria per creare il vaccino Covid e come questi sforzi hanno reso possibile l’impossibile: sviluppare un vaccino così rapidamente ” , ha aggiunto.

Non tutti condividono l’entusiasmo dell’ambasciatore israeliano e del CEO di Pfizer, tutt’altro. Un quotidiano greco ha persino osato paragonare Albert Bourla, CEO di Pfizer, al medico nazista Josef Mengele, orribile riferimento !

Fonte: Media Press.info

Traduzione: Luciano Lago

7 Commenti

  • Teoclimeno
    22 Dicembre 2020

    “Il CEO della Pfizer, figlio dei sopravvissuti all’olocausto”. L’unico vero olocausto è quello che da 75 anni sta subendo il popolo palestinese. Cito a memoria le parole dell’ex Presidente della Persia Mahmud Ahmadinejab rilasciate durante un’intervista ad un giornalista americ-ano: nella Seconda Guerra mondiale ci sono stati più di 60 milioni di morti, di cui 2 milioni di militari. Non c’è stato nessun Olocausto e se anche ci fosse stato, cosa c’entrano i palestinesi?

  • giorgio
    22 Dicembre 2020

    Se i genitori di Alberto Bourla non fossero sopravvissuti al “cosiddetto olocausto”, questo ennesimo mostro non sarebbe nato ….. stramaledetti sionisti …

    Il mondo si sta riempiendo di Mengele, tutti peggiori dell’originale …..

    PFIZER = EUGENETICA
    Morte ai vaccinari !

    • atlas
      22 Dicembre 2020

      consiglio di documentarsi sul Dottor Mengele. O si finisce nel giulismo televisivo o di Hollywood. Non mi pare il tuo caso Giorgio che sei una persona che apprezzo molto. Io purtroppo per lui sono un maledetto (da lui) Nazional Socialista e ho tanti scheletri nell’armadio. Tutti in formato PDF. Forse potranno aiutare a conoscere delle verità, forse concorreranno a chiudere ancora di più gli occhi e le orecchie

      https://drive.google.com/file/d/1NrcjBkqYsL9rYAeCGcnGoqPQ_tIqNjj8/view?usp=sharing

  • Sergio
    22 Dicembre 2020

    Il candelabro ebraico troneggia in tutte le occasioni in cui il potere oppressivo, mondialista e medicale si rappresenta nella sua opera di disumanizzazione in corso.
    Costruttori di distruzione umana. Il nazismo, nella sua follia eugenetica, perpetrava i suoi orrori nella convinzione di “migliorare la razza”. Il sionismo mondiale agisce coscientemente con la volontà di ammalare e di manipolare la genetica e la biologia dell’uomo al fine di sviluppare nuove forme di dominio biopolitico sulla specie umana ridotta a categoria di mutanti nell’integrazione uomo-animale-macchina.
    Chi sono i criminali più criminali della storia? Che relazione di continuità intercorre tra di loro?

  • Napoli
    22 Dicembre 2020

    Ma no….sbagliate….è un caso……vi state “impressionando”……

  • giorgio
    22 Dicembre 2020

    Beh Atlas, ho citato Mengele perchè nell’immaginario collettivo, costruito dalla propaganda anglo sionista, rappresenta il male assoluto come il “cosiddetto olocausto”, non perchè mi bevo la propaganda dei vincitori.
    Vincitori, gli anglo sassoni, che riscrivono la storia a loro uso e consumo.
    La propaganda occidentale ha una lunghissima tradizione nell’additare mostri all’opinione pubblica ….. per meglio dominare ……
    Voglio essere magnanimo:
    Se anche l’olocausto e Mengele fossero come ci viene raccontato, i crimini in corso dei liberal democratici anglo sionisti li fanno impallidire ……