Il capo della DPR: Visto l’accumulo di forze NATO in Ucraina, dovremo richiedere assistenza militare alla Russia e alla Bielorussia

Le forze armate ucraine stanno aumentando la loro pressione militare negli approcci alla DPR.

DONETSK , 6 dicembre 2021 – REGNUM – Nell’ultimo giorno, il 5 dicembre, le formazioni armate ucraine, in violazione degli accordi di Minsk, hanno schierato altre quattro unità di armi e equipaggiamento militare vicino a edifici residenziali e strutture comunali nel territorio controllato dall’Ucraina. Lo riferisce la Milizia popolare della Dpr.
Dai dettagli è noto che due veicoli da combattimento di fanteria BMP-1 sono stati schierati da militanti ucraini vicino all’insediamento. Gladosovo . Inoltre, il BMP-2 si trova sul territorio di una struttura civile nell’insediamento di Nikolaevka . Inoltre, un MT-LB (veicolo trainante multiuso blindato leggero – ca.) È arrivato nella zona residenziale di N dell’articolo. Krasnogorovka .

Come riportato da IA REGNUM , l’esercito ucraino ha iniziato a sparare con l’artiglieria quasi ogni giorno sui territori della LPR e della DPR, nonostante il fatto che i cannoni di grosso calibro siano vietati ai sensi degli accordi di Minsk.
Anche la presenza militare delle forze armate ucraine è stata aumentata il 4 dicembre: 19 unità di armi ed equipaggiamento militare, inclusi carri armati, sono state schierate in tre insediamenti controllati dall’Ucraina.
il capo della DPR: con l’arivo di forze della NATO in Ucraina saremo costretti a chiedere aiuto alla Russia ed alla Bielorussia

“Eravamo alla ricerca di un possibile accordo con il governo di Kiev per implementare gli accordi di Minsk ed attivare un negoziato sotto garanzia internazionale, ma le autorità ucraine, con la gestione di Zelensky, hanno reso impossibile qualsiasi negoziato. E in effetti, queste sono tendenze pericolose, che alla fine possono portare a ostilità su vasta scala “, ha affermato in sintesi Denis Pushilin, le cui parole sono citate sul suo sito ufficiale.
“Da parte della Russia, i passi sono senza precedenti. Quanto si sta impegnando la Russia come Paese garante, mediatore in questo conflitto in termini di risoluzione, è sotto gli ochi di tutti. Quanti chiudono gli occhi davanti a questa posizione franca, sono gli stessi che hanno adottato una posizione arrogante, cinica, retorica contro di essa, con accuse inesistenti “.
Lo ha detto il capo della Repubblica popolare di Donetsk Denis Pushilin durante una conversazione con il deputato della Duma di Stato della Federazione Russa Leonid Slutsky.Inoltre, il deputato della Duma di Stato era interessato a quali misure specifiche fossero implicate da Russia e Bielorussia in caso di ulteriore escalation del conflitto da parte dell’Ucraina.

“Sai, qui discuterei a seconda di come si svilupperà la situazione.

Sappiamo come combattere con l’Ucraina, e tutto è prevedibile per noi in alcuni momenti, anche tenendo conto che l’esercito ucraino non è più lo stesso esercito nel 2014. Tutto chiaro.

Combattenti filo russi del Donbass

Ma ora la situazione è cambiata e ce ne rendiamo conto e lo vediamo non solo attraverso dichiarazioni, ma attraverso una serie di azioni. Lì (in Ucraina) non ci sono solo istruttori, ma anche praticamente apertamente, la Gran Bretagna invia le sue unità di forze speciali, il Canada e altri. Cioè, questa non è più una battaglia uno contro uno.

Come si svolgeranno gli eventi? Qui io, come Capo della Repubblica, mi preoccupo prima di tutto per la popolazione civile, che – lo sappiamo bene – l’Ucraina semplicemente distruggerà, a prescindere, in caso di ostilità su vasta scala.

E poi potrebbe sorgere una situazione in cui dovrò rivolgermi sia alla Russia che alla Bielorussia. È arrivato a una tale intensità. Questa è una situazione molto grave”, ha sottolineato Denis Pushilin.

Fonti: Regnum.ru – https://rusvesna.su/news/1638796745

Traduzione e sintesi: Sergei Leonov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM