Il capo del Pentagono ha promesso di combattere con l’Ucraina contro la Russia

Il capo del Ministero della Difesa degli Stati Uniti ha affermato che le truppe americane combatteranno contro la Russia insieme all’Ucraina.

Il nuovo capo del Pentagono, Lloyd Austin, ha annunciato che l’esercito americano fornirà all’Ucraina tutto il supporto necessario, con l’assicurazione di un’opposizione congiunta contro la Russia. Informazioni a riguardo sono state annunciate dal capo del dicastero della Difesa degli Stati Uniti durante una conversazione con il capo del Ministero della Difesa ucraino, Andriy Taran.

Il capo del Pentagono Lloyd Austin

Sul sito del Ministero della Difesa degli Stati Uniti è riportato: “Gli USA come sempre, fermamente, continuano a sostenere la sovranità e l’integrità territoriale dell’Ucraina. Lui (Austin) ha confermato la dedizione degli Stati Uniti alla costruzione del potenziale delle forze ucraine per una difesa più efficace contro l’aggressione russa e ha ringraziato il ministro Taran per il contributo dell’Ucraina alla sicurezza internazionale”.

Cosa intenda in concreto il capo del Ministero della Difesa con la lotta contro la Russia non è noto, tuttavia, gli specialisti richiamano l’attenzione sul fatto che a causa di tali dichiarazioni, da parte del capo del Pentagono, non ci si dovrà aspettare alcun miglioramento nelle relazioni tra Stati Uniti e Russia.

“Il tentativo di iniziare a costruire un dialogo duro con la Russia e di esprimere minacce contro Mosca è ben lungi dall’essere la decisione migliore del nuovo capo del Ministero della Difesa degli Stati Uniti.

Forze USA in Ucraina

Questa, a proposito, non è una novità, ciò nonostante la Russia è pronta a garantire la sicurezza dei suoi confini e dei suoi interessi se Washington intende creare ulteriore tensione”, sottolinea l’analista.

Va chiarito che in precedenza la parte ucraina ha invitato gli Stati Uniti a partecipare alla risoluzione del conflitto in Donbass.

Fonte: Avia Pro.ru


Traduzione Eliseo Bertolasi

8 Commenti

  • Eugenio Orso
    20 Febbraio 2021

    Mentre gli usa “mandano avanti” lo stato provocatore fallito chiamato ukraina, promettendo appoggi se la Russia oserà muoversi e rispondere alle provocazioni, la guerra continua in Siria, dove gli usa utilizzano ciò che rimane dell’isis e la Russia bombarda i tagliagole, che riappaiono improvvisamente.

    Articolo in South Front:

    https://southfront.org/russian-warplanes-hammer-isis-cells-following-series-of-attacks-in-syrias-central-region/

    La bellicosità usa-nato sta velocemente raggiungendo una livello intollerabile per gli Stati Liberi, a partire dalla Russia.
    Si potrebbe rispondere che biden, rivelatosi fanatico guerrafondaio molto più di trump, agisce così per scaricare le tensioni interne (assalto al congresso di gennaio) fomentando guerre esterne. Questo sarebbe un “classico”, ma io credo che le motivazioni siano altre e peggiori. I suoi padroni elitisti, quelli che evramente decidono la politica stragegica, la “guerra e pace”, hanno un po’ di fuoco sotto il culo e cercano lo scontro, convinti di poterlo vincere, o almeno di poter “blindare” l’occidente negli anni futuri, e lo cercano adesso, perché domani sarà troppo tardi, data la sempre maggior potenza di Russia, Cina e Iran, che si coalizzano proprio a causa della minaccia “occidentale”.

    Cari saluti

    • atlas
      21 Febbraio 2021

      però la gente pare non ne possa più di democrazia. Che la democrazia sia un sistema (profondamente ingiusto, perverso e inaccettabile) creato e gestito da giudei mi pare palese

      e in Germania continue aggressioni contro i giudei: sono soprattutto di coloro che dissentono, criticano e hanno dubbi sulla ‘pandemia’

      https://www.youtube.com/watch?v=CJxiOHhXFFA

      • Eugenio Orso
        21 Febbraio 2021

        Messaggio debole, quello di Fusaro … Parte con la sviolinata di condanna dell’anti-semitismo, invocando pene per gli anti-semiti (e anti-sionisti?) e obbietta soltanto l’equazione “mediatica” negazionisti covid = negazionisti shoah, aggiungendo, però, che coloro che negano il covid sono idioti, non facendo mai riferimento alle armi biologiche/batteriologiche delle quali, guarda caso, gl usa vaevano (e hanno?) i maggiori “depositi” …
        In pratica, c’è la condanna della predetta equazione, ma per il resto noto una prudenza tutta … PolCor.

        Cari saluti

        • atlas
          21 Febbraio 2021

          a volte bisogna essere “diplomatici” caro … come gli sciiti

          più che altro per non andare in galera. Purtroppo credo si dovrà combattere. Anche se non ci piace. E tenere in conto che se ti fanno prigioniero saranno sevizie indicibili. Il no farsi prendere vivi sarà una normale conseguenza

          • atlas
            21 Febbraio 2021

            poi il Fusaro è cmq fondamentalmente un marxista

  • Max Walyer
    21 Febbraio 2021

    E quand’anche fosse? L’analisi economica marxista resta uno strumento insostituibile. E nei primi anni ’80 lo sostenevano anche i neofasci (o, se si preferisce, nazionalrivoluzionari) di Costruiamo l’ Azione

  • Max Walyer
    21 Febbraio 2021

    E quand’anche fosse? L’analisi economica marxista resta uno strumento insostituibile. E nei primi anni ’80 lo sostenevano anche i neofasci (o, se si preferisce, nazionalrivoluzionari) di Costruiamo l’ Azione

  • Anonimo
    21 Febbraio 2021

    Va beh,….e solo un negretto che si guadagna la pagnotta

Inserisci un Commento