Il caos loro e l’opportunità nostra


di Roberto Siconolfi –

E il disordine politico-sociale è il primo passo per l’instaurazione di un nuovo ordine!
Tuttavia non dimentichiamo che questo tipo di élite, le élite mondialiste, dominano proprio grazie al caos!

E’ così nel medio-oriente, è così in sud America, i mondialisti, a differenza degli imperialismi nazionali otto-novecenteschi (es. USA e URSS), hanno bisogno del “disordine” per governare, non della stabilità.
E ora vorrebbero portare questo disordine anche nell’Europa occidentale, scatenando una guerra civile senza precedenti!
A questo proposito potrebbero risalire le violenze della manifestazione del 9 Ottobre a Roma, violenze “volute”, secondo uno schema della tensione già collaudato in precedenti stagioni politiche!
Far pilotare una genuina manifestazione di popolo da una forza criminale, i cui dirigenti sono da tempo a libro paga dei servizi segreti, e avvalorare la tesi secondo la quale un intero movimento di popolo è “fascista”!
Il fascismo: l’ossessione mediatica, culturale, sociale dei nostri tempi! Una banda di cretini a reti unificate, ignoranti e in mala fede, dalle televisioni, alle università, passando per talune piazze definisce con questo termine tutto ciò che non capisce, tutto ciò che dissente dalla propria assurda visione del mondo!


Ma il problema di oggi è tutt’altro, ed è il “liberalismo” nella sua versione “totalitaria”, neo liberale, o “rosa”, “liberal”, che ha fatto proprie le battaglie sui diritti, alcuni dei quali depotenziati (civili e mai sociali), altri completamente inventati (Gender).
Sono le liberaldemocrazie ad essersi svuotate di senso, con gli organi istituzionali “ufficiali” che han perso definitivamente di potere, a vantaggio delle lobby, delle mafie internazionali, dei gruppi del “dietro le quinte”.
Siamo nel XXI secolo, nel terzo millennio, e anche la visione del mondo, la politica, le strategie, i modelli organizzativi, sono cambiati.
Non è più il tempo delle istituzioni borghesi, dei parlamenti, dei movimenti di massa, della presa del potere: le nuove comunità vanno costruite daccapo, dalla “base”, sottraendosi istituzione per istituzione, uomo per uomo dallo Stato centrale!


Il caos potrà essere dunque un nostro alleato, solo se diretto con chiarezza, lucidità, organizzazione e avendo un progetto: “nuove comunità alternative” nell’economia, nella politica, nella scuola, nella medicina, nelle imprese, nell’agricoltura, nella cultura.
TRASFORMEREMO IL LORO GRANDE RESET NEL GRANDE RISVEGLIO DEGLI UOMINI LIBERI E DEI POPOLI SOVRANI!

Fonte: Roberto Siconolfi

11 Commenti
  • rossi
    Inserito alle 12:26h, 19 Ottobre Rispondi

    studiate il Russo, solo la Russia con il nostro aiuto potrà schiacciare la testa a satana!!!!!

    • Arditi, a difesa del confine
      Inserito alle 02:52h, 20 Ottobre Rispondi

      ma non era la cina del glorioso leader orsetto Xi ???

  • atlas
    Inserito alle 12:33h, 19 Ottobre Rispondi

    credo fermamente nell’intervento Divino risolutore con il Suo Messia Figlio di Maryam. Satana credo abbia già configurato e preparato il gran maestro che deve assumere il potere mondiale da decenni, dai tempi della P2. La democrazia, il male assoluto, verrà sconfitta. E tutti i suoi accoliti collaboratori e collaboratrici gettati dagli Angeli nella fornace ardente, che è pronta. Quando la loro pelle avrà finito di bruciare gliene verrà data un’altra, e ricomincerà. Per sempre. Sopportino con pazienza o meno a Dio è indifferente, Il Diritto sta nella forza. Dio è Potente e Saggio. Terribile nel punire. I cristiani smettano di giocare, non è più tempo. Vaccinatevi contro la democrazia per avere il ‘green pass’ per il Paradiso, quello che serve veramente. Rimane poco tempo.

  • atlas
    Inserito alle 12:54h, 19 Ottobre Rispondi

    IN SOLIDARIETÀ ALLA RESISTENZA DI TRIESTE SI SCENDE IN PIAZZA IN TUTTE LE CITTÀ

    AGRIGENTO: Piazza Cavour
    ALESSANDRIA: Piazza Della Libertà
    ALGHERO: Via Vittorio Emanuele incrocio Via Cagliari
    ANCONA: Piazza Cavour
    AOSTA: Piazza Chanoux
    AREZZO: Piazza S. Agostino
    ASCOLI PICENO: Piazza Del Popolo
    ASTI: Piazza San Secondo
    AVELLINO: Piazza Libertà
    BARI: Piazza Ferrarese
    BARLETTA:Piazza Aldo Moro
    BASSANO DEL GRAPPA: Piazza Libertà
    BELLUNO: Piazza Dei Martiri
    BERGAMO: Davanti La Procura
    BIELLA: Piazza Martiri Della Libertà
    BOLOGNA: Piazza Maggiore
    BOLZANO: Piazza Walther
    BRESCIA: Piazza Della Vittoria
    BRESSANONE: Piazza Duomo
    BRINDISI: Piazza Della Vittoria
    BRUNICO: Piazza Municipio
    BUSTO ARSIZIO: Piazza San Giovanni
    CAGLIARI: Piazza Garibaldi
    CAMPOBASSO: Piazza Vittorio Emanuele II
    CASALE MONFERRATO: Piazza Castello
    CASERTA: Piazza Carlo Di Borbone
    CASTELFRANCO VENETO: Piazza Giorgione
    CATANIA: Fontana Dell’Elefante
    CATANZARO: Piazza Matteotti
    CERVIA: Piazza Garibaldi
    CESENA: Piazza Del Popolo
    CIVITANOVA MARCHE: Piazza XX Settembre
    CIVITAVECCHIA: Piazza Della Vita
    COMO: Piazza Cavour
    COSENZA: Piazza Bilotti
    CREMONA: Piazza Stradivari
    CROTONE: Piazza Resistenza
    CUNEO: Piazza Galimberti
    FELTRE: Piazza Maggiore
    FERRARA: Piazza Trento
    FIRENZE: Piazza Della Signoria
    FOGGIA: Piazza Umberto Giordano
    FORLÌ: Piazza Della Vittoria
    GELA: Piazza San Francesco
    GENOVA: Piazza De Ferrari
    GROSSETO: Piazza Dante
    IGLESIAS: Piazza Lamarmora
    IMPERIA: Piazza San Giovanni
    JESI: Piazza Federico II
    LA SPEZIA: Piazza Europa
    LADISPOLI: Piazza Rossellini
    L’AQUILA: Piazza Duomo
    LATINA: Piazza Del Popolo
    LECCE: Piazza Sant’Oronzo
    LECCO: Piazza Cermenati
    LIVORNO: Piazza Del Municipio
    LODI: Piazza Della Vittoria
    LUCCA: Piazza Napoleone
    MANTOVA: Piazza Sordello
    MASSA: Piazza Aranci
    MATERA: Piazza Vittorio Veneto
    MESSINA: Piazza Duomo
    MILANO: Piazza Fontana
    MODENA: Piazza Grande
    MONTEBELLUNA: Piazza Del Municipio
    MONZA: Piazza Trento
    NAPOLI: Piazza Dante
    NIZZA MONFERRATO: Piazza Garibaldi
    NOVARA: Piazza Puccini
    NUORO: Piazza Sebastiano Satta
    OLBIA: Piazza San Simplicio
    ORISTANO: Piazza Roma
    OSTIA : Piazza Cesario Console
    PADOVA: Piazza Duomo
    PALERMO: Piazza Castelnuovo (Palchetto Della Musica)
    PARMA: Piazza Garibaldi
    PAVIA: Piazza Della Vittoria
    PERUGIA: Piazza IV Novembre
    PESARO: Piazza Del Popolo
    PESCARA: Piazza Della Rinascita (Piazza Salotto)
    PIACENZA: Piazza Cavalli
    PINEROLO: Piazza Luigi Facta
    PIOMBINO: Piazza Verdi
    PISA: Piazza Vittorio Emanuele II
    PISTOIA: Piazza Del Duomo
    PORDENONE: Piazza XX Settembre
    POTENZA: Piazza Mario Pagano
    PRATO: Piazza Del Duomo
    RAGUSA: Piazza Libertà
    RAVENNA: Piazza Del Popolo
    REGGIO CALABRIA: Piazza Italia
    REGGIO EMILIA: Piazza Della Vittoria
    RIETI: Piazza Vittorio Emanuele II
    RIMINI: Piazzale John Kennedy
    ROMA: Piazza del Popolo
    ROVIGO: Piazza Vittorio Emanuele
    SALERNO: Piazza Portanuova
    SANREMO: Piazza Colombo
    SASSARI: Piazza D’Italia
    SAVONA: Piazza Sisto IV
    SIENA: Piazza del Campo
    SIRACUSA: Piazza Santa Lucia
    SONDRIO: Piazza Campello
    TARANTO: Piazza Garibaldi
    TERNI: Piazza Europa
    TORINO: Piazza Castello
    TRAPANI: Piazza Vittorio Veneto
    TRENTO: Piazza Dante
    TREVISO: Piazza Dei Signori
    TRIESTE: Piazza Unità D’Italia
    UDINE: Piazza Della Libertà
    VARESE: Piazza Monte Grappa
    VENEZIA: Campo San Geremia – Palazzo Della Rai
    VERCELLI: Piazza Cavour
    VERONA: Piazza Bra
    VIAREGGIO: Piazza Mazzini
    VICENZA: Piazza Dei Signori
    VIGEVANO: Piazza Ducale
    VITERBO: Piazza Del Plebiscito
    VOGHERA: Piazza Meardi

  • atlas
    Inserito alle 13:45h, 19 Ottobre Rispondi

    L”ECDC (European Center for Disease Control), cioè la massima autorità europea in materia sanitaria, risponde in maniera ufficiale alla richiesta dell’ Avv. Mauro SANDRI riguardo al numero di cicli affinchè sia attendibile il tampone. La risposta è la seguente: l’ECDC rimanda a uno studio pubblicato, secondo il quale la PCR è ATTENDIBILE FINO A 24 CICLI ! Per darvi un’idea di quale vergognosa montatura è stata costruita sui risultati dei tamponi, considerate che ad esempio l’Asl dell’Emilia Romagna ha dichiarato che i tamponi vengono amplificati con un numero di cicli compreso tra TRENTACINQUE e QUARANTUNO ! In poche parole, i risultati dei tamponi PCR sono al 90% INAFFIDABILI. Finalmente, in fondo al tunnel di una falsa pandemia, costruita su numeri assolutamente farlocchi a causa di un modo indegno di amplificare i tamponi con l’aggravante di basare sul numero enormemente gonfiato di positivi decisioni politiche che hanno distrutto l’economia e stanno distruggendo anche la dimensione sociale e relazionale, si vede una luce. Il governo e il ministero della salute possono esimersi dalle gravi responsabilità soltanto per i primi due mesi della pandemia, quando il caos regnava sovrano. Ma già dalla primavera del 2020 centinaia di studiosi e medici hanno comunicato ufficialmente alle istituzioni che quel modo di amplificare i tamponi, e sui risultati farlocchi basare restrizioni incostituzionali era ben oltre il limite della legalità e dell’operare per il bene della popolazione. Hanno fatto i sordi per non sentire. Ma la pagheranno, perchè se la legge non ammette ignoranza per noi comuni mortali, non deve ammettere ignoranza NEMMENO PER LORO. Luigi De Socio

    30gg. di sospensione da facebook per questo commento sulla pagina di Paolo Borgognone. Proprio adesso. Un pò come i commenti “in attesa di moderazione” di questo sito. Che non diventi controinformazione come altri giornali fra i più venduti. Avere soldi è importante, ma avere i soldi non è tutto. Importante è la salute … al di là che io mi rompa il kazzo o meno

  • atlas
    Inserito alle 17:31h, 19 Ottobre Rispondi

    possono prendere interinali o militari, ma ci metteranno 5 volte minimo il tempo che ci mettono i portuali di Trieste. Non col-laborare, non lavorare, ovunque. Se va via Lamorgese arriva un militare. Garantito. Questi non si fermano. E se si fermassero temporaneamente ricomincerebbero poco dopo. Fermarsi noi, non lavorare, sciopero totale generale a oltranza. Sarà dura, hanno i campi di contenimento già pronti e le liste dei personaggi contro di loro da andare a prendere uno per uno

    • Giorgio
      Inserito alle 19:28h, 19 Ottobre Rispondi

      Con domani sono 4 giorni di fila che sciopero …… a fine mese lo stipendio sarà più basso ……
      ma non mi piego ……. ci sono ferie ….. congedi …… malanni di stagione ……
      solidarietà con i lavoratori di Trieste e lotta ad oltranza contro il regime democratico – sanitario ……

  • Francesco
    Inserito alle 17:58h, 19 Ottobre Rispondi

    Chi vuole il “reset” in realtà vuole il rafforzamento dello status quo, oggi minacciato

  • franco
    Inserito alle 19:56h, 19 Ottobre Rispondi

    Questa é una guerra di logoramento, e il tempo é a nostro sfavore, abbiamo bisogno di strategia militare e soluzioni rapide ed efficienti, abbiamo bisogno di una guerra lampo e di sicuro successo, qui ci stiamo giocando il nostro futuro, uomini liberi o schiavi ogni errore é fatale, e poi smettiamola di considerarla una lotta di categoria, non bisogna lasciar soli i portuali questa lotta ci riguarda tutti nessuno escluso: studenti , padri e madri di famiglia, operai, impiegati,insegnanti, intendo il Popolo italiano al completo, , dico tutti! solo così vinceremo

    • atlas
      Inserito alle 00:34h, 20 Ottobre Rispondi

      a chi è poliziotto, protezione civile, soldato, medico, cmq collaboratore del regime o che si vanti di avere parenti lì, non rivolgere la parola, isolarli. Non far parlare le vs. mogli con le loro, non far fare amicizia ai vs. figli con i loro, chiuse attività a oltranza e mettersi lì innanzi. Scendere dal proprio condominio o casa e stare fermi. Organizzarsi per sopravvivere col minimo indispensabile e con solidarietà vicendevole solo fra voi stessi fermare l’economia e questi del parlamento di Roma non dureranno molto

      • Giorgio
        Inserito alle 11:30h, 20 Ottobre Rispondi

        Concordo Atlas ……. resistere a qualunque costo ……

Inserisci un Commento