Il Caos in Ucraina rischia di esplodere in un grande conflitto

In Ucraina, la situazione sta lentamente, ma inesorabilmente, precipitando in un abisso ancora più profondo, pieno di violenza e corruzione – sicuramente in nome della democrazia.
Joe Biden è entrato alla Casa Bianca, un vero amico ucraino, pronto a sostenere Kiev fino ai confini della Terra. Soprattutto dopo che le indagini su lui e suo figlio Hunter Biden per aver rubato miliardi sono svanite nell’oscurità.

In quanto tale, la situazione interna in Ucraina è preoccupante anche per l’osservatore più disilluso.
Tutto è iniziato con la chiusura dei canali televisivi dell’opposizione e si è immediatamente spostato agli attacchi contro il più grande e popolare partito di opposizione – “Piattaforma di opposizione – Per la vita!”. I leader dell’opposizione sono stati quindi sanzionati, accusati di essere “agenti di Putin”, e molti dei suoi membri sono stati apertamente censurati e perseguitati. Poi si è trattato di censurare e perseguitare un altro noto personaggio dell’opposizione: Anatoly Shariy e il suo partito.

I siti web sono stati chiusi, gli account sono stati banditi, sono stati aperti casi giudiziari contro quelli e contro il presidente Volodymyr Zelensky e il suo partito “Servo del popolo”.

https://www.youtube.com/watch?v=VJVYrMTLAV8

Il potere fatiscente viene consolidato dalla piccola cricca di apologeti nazisti e burattini stranieri, che nell’attuale formato sembra essere rappresentato dal presidente-comico Volodymyr Zelensky. Ogni resistenza viene soffocata. È così che funziona la democrazia in Ucraina, e ha il pieno appoggio del “bastione della democrazia” – quello di Washington.

Un ulteriore motivo di preoccupazione è rappresentato dalla situazione nell’Ucraina orientale.
Il cessate il fuoco è quasi scontato, le provocazioni sono quotidiane. I soldati delle forze armate ucraine vengono spesso segnalati come morti o feriti, e tutto è imputato ai “separatisti filo-russi” di fronte alle Repubbliche popolari di Donetsk e Luhansk.
Allo stesso tempo, le forze di Kiev bombardano regolarmente sia le posizioni militari che quelle civili, per lo più indiscriminatamente. Secondo fonti dell’opposizione, le forze armate ucraine usano anche i civili per proteggersi, mentre attaccano.

Ogni singola possibilità viene utilizzata per lanciare una provocazione che potrebbe potenzialmente degenerare. La leadership delle repubbliche autoproclamate di Donetsk e Lugansk ha messo in guardia Kiev dal peggioramento della situazione, poiché sono stati segnalati più di una volta pesanti scontri.
L’incidente più grave delle ultime settimane è avvenuto il 25 febbraio, vicino a Gorlovka, e da allora si sono verificati frequenti scontri su tutta la linea di contatto.

Cecchini in Ucraina

La massa critica si sta avvicinando e l’impulso è stato espresso dalle parole di Joe Biden secondo cui l’UE deve “difendere la sovranità ucraina” e che gli Stati Uniti erano pronti a prendere l’iniziativa. G_3 (A)

L’iniziativa non viene presa, ma l’impunità di Kiev è iniziata. “L’aggressione russa” è tornata all’ordine del giorno e la lotta contro di quella deve essere rinnovata.
Questa è una giustificazione per molte azioni dure, quelle atrocità al confine, sia nell’Ucraina orientale che, internamente avvengono in Ucraina.
Con la benedizione di Washington, e tutte le opposizioni costantemente rimosse, una “democrazia pura” sta arrivando in Ucraina. Ci sono molte bombe a orologeria in Ucraina e quando una esplode la reazione a catena promette di gettare il tutto nel caos.


Fonte: South Front

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus