Il cancelliere austriaco ha chiesto la registrazione urgente dello “Sputnik V” nell’UE

placeholder

Vienna, 18 marzo. L’Austria ha presentato un appello all’Agenzia europea per i medicinali (EMA). Il cancelliere del paese Sebastian Kurz ha chiesto di consentire l’uso del vaccino Sputnik V nell’UE.

Kurz ha sottolineato che il farmaco russo deve essere testato per la sicurezza il prima possibile e, se il test avrà successo, dovrebbe essere distribuito nei paesi europei. Secondo lui, nella situazione attuale non possono esserci pochi vaccini.
Il cancelliere austriaco ha chiesto la registrazione urgente dello “Sputnik V” nell’UE

Il Cancelliere ha aggiunto di non vedere barriere all’uso dello Sputnik V in Austria. Ha detto che con l’approvazione del farmaco nell’EMA, è probabile che il vaccino si unirà all’elenco dei farmaci già disponibili per la vaccinazione nel paese.

Recentemente, il commissario europeo Thierry Breton ha parlato dell’uso del farmaco russo “Sputnik V” nell’Unione europea. Secondo lui, il vaccino è un ottimo farmaco e ha sottolineato la necessità della sua produzione nell’UE.

Vaccino Sputnik concorrente dei vaccini anglo USA


Nota: Le affermazioni del cancelliere non tengono conto dei forti interessi presenti nella commissione UE a consentire la diffusione su vasta scal dei vaccini anglo USA come Pfizer, Moderan, Johnson & Johnson e Astra Zeneca, visto che le multinazionali che producono tali vaccini hanno da tempo sponsorizzato i membri della Commissione Europea per facilitare il business di queste grandi aziende. Il vaccino russo è al di fuori di questo giro di interessi e di conseguenza, tanto i governi come i gruppi di pressione, cercano di ostacolare in ogni modo la diffusione del vaccino russo (un concorrente pericoloso). La stessa Ursula von der Leyen si è pronunciata in merito diffidando del vaccino russo, dimostrando il suo coinvolgimento in questi interessi.
D’altra parte dietro le multinzionali dei vaccini ci sono possenti società finanziarie che sono parte della grande finanza di Wall Street: Vanguard, Blackrock e State Street i principali soci di Pfizer e J&J. Difficile contrastare gli interessi dei padroni del denaro.

Fonte: Riafan.ru

Traduzione e nota: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus