Il Cambiamento è alle porte: La crisi e le misure di emergenza favoriranno il riassetto globale. Tranquilli, qualcuno nell’ombra lavora per noi

di Luciano Lago

La parola crisi è ormai un vecchio luogo comune che insegue la vita di tutti noi da alcune decadi della storia, alternandosi a definire quelle che erano crisi di carattere puramente economico (ricorrenti) a quelle costanti crisi della politica, che in Italia sono ormai istituzionalizzate nel sistema, fino a quelle più serie crisi energetiche, dovute ai costi sempre più insostenibili del petrolio e dell’energia tradizionale, fino alle ancora più sinistre crisi sanitarie, alimentate dalla paura dei virus e del contagio, come quella che stiamo attualmente vivendo.
In realtà le crisi, come qualcuno, autorevole esponente della elite, ha affermato in passato, sono l’unico modo per imporre quelle misure straordinarie di emergenza che in una epoca normale non sarebbero mai accettate dall’opinione pubblica.


Di conseguenza le crisi degli ultimi decenni sono collegate all’emergenza, prima di carattere nazionale, come l’emergenza terrorismo che si sviluppò negli anni ’70 e permise il consolidamento del sistema politico, fino ad arrivare all’11 Settembre, con l’emergenza internazionale del terrorismo islamico, da cui si adottarono provvedimenti straordinari (provvisori, dicevano) che sono divenuti definitivi ancora oggi.
Nel contesto di questo excursus storico dello sviluppo delle crisi, alla fine del gioco si è arrivati all’ultima e più devastante crisi, quella attuale del corona-virus che rappresenta l’utile pretesto per bloccare qualsiasi cambiamento strutturale nel sistema di potere economico vigente ed imporre piuttosto quel riassetto globale dell’economia, a livello internazionale, che era da tempo nei desiderata della elite dominante.
Il cambiamento strutturale era in realtà già previsto da tempo e si trovava scritto, nero su bianco, nell’agenda del ” The Great Reset“, pianificata dalle elite economiche mondiali e che è iniziata in realtà nel Gennaio 2020, con il lancio del corona virus, la pandemia globale – programmata per decenni con gli ultimi eventi visibili come il Rapporto Rockefeller 2010 con il suo “Scenario Lockstep” , ed Evento 2011, del 18 ottobre a New York che simulava al computer una pandemia di corona virus, lasciando nello spazio di 18 mesi un bilancio di 65 milioni di morti e un’economia in rovina, programmata solo poche settimane prima del lancio dell’attuale pandemia di corona virus. Vedi: https://www.nogeoingegneria.com/effetti/politicaeconomia/2010-un-documento-della-rockefeller-foundation-immagina-la-nuova-normalita/


Altro che il “virus cinese”, questa pandemia si potrebbe denominare piuttosto come il “virus Rockefeller”, per i suoi effetti di consolidamento del sistema di potere economico mondiale del grande Capitale Finanziario.
Esistevano i rapporti di vari analisti indipendenti che hanno le prove del fatto che il piano nefasto era stato creato e finanziato, da alcune entità fra cui il guru della vaccinazione, Bill Gates, così come dalla GAVI (“Global Alliance for Vaccines and Immunizations”), con la complicità dell’associazione della Big Pharma – coinvolta nella creazione dei vaccini corona e che finanzia insieme alla Bill e Melinda Gates Foundation (BMGF) una parte importante del bilancio dell’OMS.

Bill Gates e il presidente della OMS da lui finanziata


Possiamo intuire che, dietro questo piano, si trova la “longa manus” dei personaggi che muovono il “Deep State” e che dispongono di tutte le principali leve del potere finanziario ed economico mondiale. In altre parole questi sono parte integrante di quella l’Elite mondialista che si muove dietro i governi e che dispone della complicità di tutti i grandi organismi transnazionali che operano nell’assetto finanziario, economico, scientifico, diplomatico e politico del mondo occidentale e non soltato di quello.”
Difficile individuare chi siano questi personaggi definendoli in una lista pubblica poichè, a parte alcuni di loro che sono famosi (Rothshild, Morgan, Dupont, Rockfeller, Gates, Soros. ecc.) una buona parte di tali personaggi sono totalmente invisibili e le loro colossali fortune sono al sicuro nei paradisi fiscali.
L’elite globale ha creato nel tempo strutture o organismi transnazionali senza alcun formato legale o statuale. Sono completamente fuori dalla legalità internazionale.


Chi ha analizzato come si sta muovendo la crisi ha compreso che il Riassetto Globale (Great Reset), preannunciato ufficialmente nel Forum di Davos, è una operazione che sarà preceduta da un grande esperimento di controllo sociale, molto di più sostanziale di quanto sembri.
L’operazione sarà mascherata da finalità umanitarie e filantropiche dichiarate, quali prevenire diffusione del contagio, sanificare gli ambienti, migliorare le strutture sanitarie, diffondere un sistema di prevenzione comune internazionale, diffondere la cultura dei vaccini, avere la tracciabilità delle persone per finalità sanitarie, contenere gli scoppi epidemici e i conati di ribellione di individui antisociali, ecc..
Quello che si sta verificando è il progressivo avanzare di una dittatura strisciante travestita da democrazia, che estende i suoi tentacoli in una forma subdola ed insidiosa che attacca gli essenziali diritti della persona attinenti alla libertà di cura e alla inviolabilità della persona, estendendo le limitazioni alla libertà di ricerca scientifica, alla pluralità di opinioni e arrivando alla censura di ogni forma di dissidenza. Questa forma totalitaria si può stabilire soltanto in presenza di una situazione di emergenza, necessaria per approvare ed istituire queste misure limitative delle libertà personali per cui in altri tempi si sarebbe gridato alla dittatura.

Sistema totalitario globale

Si sapeva da tempo che sarebbe stata alimentata artificialmente la psicosi della seconda ondata di contagi e questo si sta puntualmente verificando in questo periodo, con la propaganda incessante dei media che tutti i giorni non si risparmiano a elencare cifre di contagiati, ricoverati, deceduti, e inteventi di chiusure di strutture pubbliche, scuole e uffici, al fine di diffondere l’allarme ed il panico fra la popolazione. In prima linea il personale medico che viene tenuto sotto stretto controllo con il sistema della radiazione dall’albo di chiunque osi mostrare dissenso verso questa forma di allarmismo e militarizzazione sanitaria. Vedi: Radiato dall’albo critico sui vaccini.


Tra un rapporto e l’altro, si va creando l’aspettativa, quasi messianica , della prossima apparizione del messaggio di “salvezza” con l’annuncio salvifico di un vaccino, che sicuramente uscirà dalla sacca delle società amministrate dalla “Bill and Melinda Gates Corporation”, i “missionari” dei vaccini che sono ormai i proprietari in oligopolio di tutte le strutture sanitarie internazionali preposte alla produzione di questi vaccini.
Sarà lui, il vecchio ragazzo Bill Gates quello che tutte le TV di regime e le folle plaudenti saluteranno come”salvatore dell’umanità” e a lui, il grande “benefattore”, presenteranno omaggio i governi dei paesi sottomessi alla dominazione della Elite degli “illuminati”. Il nostro premier Conte ha già inviato il suo messaggio di plauso a Bill: “sei la speranza di tutti noi”, sembra gli abbia detto per telefono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM