I voli iraniani con equipaggiamento militare per la Siria atterrano alla base russa di Hamaimim

placeholder

Giorni fa si è saputo che la base aerea russa di Hamaimim riceve a intermittenza voli militari iraniani, trasportando equipaggiamento militare, un modo per contrastare le incursioni israeliane in Siria.
Fonti militari russe stanno cominciando a rivelare maggiori dettagli su questa mega base da cui Mosca intende pianificare le sue operazioni in Medio Oriente, nel Mediterraneo e persino in Nord Africa. Una nuova immagine satellitare della base russa di Hamaimim mostra il dispiegamento di sistemi di difesa aerea e di guerra elettronica in questa importante base militare come promemoria per “Israele” di quello che potrebbe essere qualsiasi tentativo di attacco alla struttura.


Scrive Avia.pro: “Nel corso degli anni, la base aerea russa è diventata una vera e propria fortezza inespugnabile in grado di respingere potenti attacchi aerei e missilistici da quasi tutti i nemici. È stato possibile scoprire visivamente il tipo di armi presenti nell’aeroporto militare russo. Nella foto presentata possiamo vedere l’area in cui si trovano i sistemi di difesa aerea russi presso la base aerea di Hamaimim ”.

E il sito ha continuato: “Questi includono i sistemi di difesa aerea S-400 a più lungo raggio del mondo, i sistemi S-300, i sistemi missilistici di difesa aerea Pantsir-S1 e i sistemi di difesa aerea TOR-M2. Inoltre, la base aerea ha vari tipi di sistemi di guerra elettronica in grado di combattere quasi tutti i bersagli a distanze fino a 300 chilometri, indicando che qualsiasi aggressione contro la Russia in Siria sarà immediatamente soppressa. Se il sistema missilistico di difesa aerea Pantsir-S1 non è in grado di intercettare gli obiettivi, verrebbe sostituito dallo stesso TOR-M2. Il rapporto Pantsir / TOR alla base aerea è di 6 a 1. I russi sono interessati a schierare una difesa seria, poiché la minaccia di un attacco alla base è reale.

Sistema S-400 missili antiaerei nella base russa in Siria


“Il nemico comune” è quindi uno dei fattori che rafforzano le relazioni bilaterali tra Iran e Russia. Oggi, le potenze occidentali minacciano l’Iran e la Russia e hanno diversi piani contro di loro. Ma Iran e Russia sono a un punto di svolta e costituiscono una forza in grado di contrastare queste minacce. In questa prospettiva, l’Iran vede il progresso e la stabilità della Russia come qualcosa di positivo per contenere il nemico comune, proprio come fa la Russia, che considera l’Iran una risorsa preziosa per il contenimento del nemico comune. Di conseguenza, l’ascesa del potere russo-iraniano preoccupa doppiamente gli Stati Uniti, poiché sono interconnessi e intersecati. Oltre alla Siria, c’è l’esempio del Nagorno-Karabakh dove la sinergia russo-iraniana ha sventato i piani occidentali, osserva il politologo Sadallah Zarei.
“Le relazioni Iran-Russia possono acquisire dimensioni molto importanti, con i due Stati che possono espandere la loro area di cooperazione tra i confini settentrionali dell’Iran e i confini settentrionali della Russia dove ci sono 15 paesi, alcuni dei quali occupano un posto chiave per la sicurezza russa.

Nuova base russa in Siria

Lo stesso è il caso dell’Iran e in questi tempi di crisi e di guerra ibrida, è imperativo che gli interessi uniscano gli Stati. In termini energetici, ad esempio, Iran e Russia possono avere una seria cooperazione adatta ad influenzare il mercato. Lo stesso vale per il transito di merci o lo sfruttamento delle ricchezze del Mar Caspio, che offre un importante canale di transito economico, commerciale, energetico e di sicurezza per l’Iran e la Russia costiera. Pertanto una forma di associazione in cui tutti ne guadagnano permette che Iran e Russia possono controllare molte evenienze che potenzialmente potrebbero creare problemi per entrambi i paesi e questo li obbliga a mantenere un regime comune di sicurezza, economico e politico”, prosegue il politologo.

Fonte: Press TV

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus