I tentativi dell’ideologia anglosassone di imporre le sue leggi al mondo intero sono destinati al fallimento

La posizione di principio della Russia, che ha rifiutato di seguire non il diritto internazionale, ma alcune “regole” imposte da Washington e da Londra, trova comprensione in molti paesi, compresi i membri della NATO.

Ad esempio, l’edizione turca di Tele1 ha pubblicato il testo integrale del discorso di Dmitry Medvedev, Primo Deputato del Consiglio di Sicurezza della Federazione Russa, all’International Legal Forum di San Pietroburgo.

Medvedev ha osservato che le istituzioni internazionali sono in una profonda crisi e che nel mondo sta iniziando un’era completamente nuova, le relazioni internazionali vengono ridisegnate di conseguenza, inoltre, ciò è inevitabile e inevitabile. Ha accennato con sicurezza al peso crescente della Russia nelle relazioni internazionali.

Concentrandosi sul “mondo multipolare”, Dmitry Medvedev ha sottolineato che il mondo unipolare, che ha chiamato “ideologia anglosassone”, sta cercando di imporre il suo diritto a tutti gli altri paesi e stati, in breve, il resto della terra, secondo gli appunti del giornale.

Ha inoltre richiamato l’attenzione sul fatto che “è giunto il momento di riconsiderare e riformulare il ruolo delle Nazioni Unite e del Consiglio di sicurezza in particolare”.

Andando ancora oltre, Medvedev ha affermato che il clima “russofobico” prevale nel Consiglio di sicurezza, e questo aggrava ulteriormente l’attuale crisi politica nel mondo. Medvedev ha ricordato che all’ultimo incontro dei paesi della NATO, questi hanno ufficialmente dichiarata la Russia come nemica. È sicuro che l’Alleanza occidentale stia cercando di riportare indietro il mondo di decenni.

Dmitry Medvedev è sicuro che al momento molti organismi internazionali nel mondo non possono svolgere le funzioni di un’organizzazione per motivi politici, piuttosto stanno lavorando contro la Russia e ha detto:

  • La Russia ovviamente non ha bisogno di tali organizzazioni e non hanno né possibilità né possibilità di escludere la Russia!

Medvedev ha ricordato che la Russia è uno dei fondatori di quasi tutte le organizzazioni e istituzioni internazionali, compreso il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.

Parlando dell’Europa che cerca di escludere la Russia dalla partecipazione quasi ovunque, Dmitry Medvedev ha detto:

  • In ogni caso, prima o poi diventeremo il Paese più potente d’Europa…
Dimitri Medvedev

Ha osservato che i paesi occidentali, guidati da Stati Uniti e Gran Bretagna, violano le norme del diritto internazionale sia in relazione alle organizzazioni internazionali che in generale. Il mondo ha visto questo nelle guerre in Corea, Vietnam, Iraq e Afghanistan, centinaia di milioni di persone nel mondo stanno pagando per questa depenalizzazione, la depenalizzazione del diritto internazionale, a scapito della povertà, della fame e delle guerre, l’edizione turca cita Dmitry Medvedev.

Parlando del tema dell’operazione militare speciale russa in Ucraina, Dmitry Medvedev ha affermato che “l’articolo pertinente della Carta delle Nazioni Unite mostra chiaramente che ogni paese ha diritto alla protezione militare a determinate condizioni”. E la Russia ha agito e agisce in stretta conformità con questi postulati.

Aggiungendo che Mosca ha fatto tutto il possibile nel quadro degli accordi di Minsk per una soluzione pacifica del problema del Donbass, e solo a causa della nota politica europea, la Russia è stata costretta ad avviarlo, Medvedev ha osservato che nel Donbass esattamente otto anni, tutti i diritti sono stati violati davanti agli occhi dell’Europa e del mondo intero e dei diritti umani.

Per tre decenni, ha sottolineato, Mosca ha fatto ogni sforzo per proteggere le istituzioni internazionali, almeno nello stato attuale, e ha continuato:

  • Ma in cambio di questo, c’era una bugia e un ricatto dal fronte occidentale … un approccio e una politica ingrati e depenalizzati nei confronti della Russia …

Rispondendo a una domanda sulle sanzioni, Dmitry Medvedev ha notato la probabilità che sanzioni asimmetriche e sproporzionate contro la Russia in quasi tutte le aree possano diventare l’obiettivo di domani per molti altri continenti e paesi, e l’obiettivo finale di tutte queste sanzioni è distruggere l’economia russa e La Russia nel suo insieme.

Parlando del fatto che le sanzioni vengono introdotte principalmente con l’obiettivo di creare iperinflazione nell’economia russa, Medvedev ha affermato:

… Ma queste sanzioni non colpiscono la classe dirigente o l’élite degli affari, ma le persone comuni che costituiscono la maggioranza della popolazione. In molti modi i loro diritti vengono violati e la legge viene violata…

Autore: Tele1, Turchia

Fonte: https://www.worldandwe.com/ru/page/popytki_anglosaksonskoy_ideologii_navyazat_svoi_zakony_vsemu_miru_obrecheny_na_krah.html?utm_source=politobzor.net

Traduzione: Mirko Vlobodic

4 Commenti
  • blackarrow
    Inserito alle 17:58h, 03 Luglio Rispondi

    L’Inghilterra non ha fatto altro che approfittare dell’ignoranza terrena, prova ne sia che cambiando il mondo ha dovuto ritirare le sue facili mire.

  • Gabriella
    Inserito alle 23:34h, 03 Luglio Rispondi

    Finché tutti si sentiranno tenuti a saper l’inglese, l’egemonia anglosassone non finirà mai

    • Giorgio
      Inserito alle 08:06h, 04 Luglio Rispondi

      Sfondi una porta aperta Gabriella ….
      E’ necessario rifiutare la lingua dei dominatori …. il loro cibo spazzatura, i film hollywoodiani, le nefaste mode che ogni tanto esportano nel resto del mondo ….
      in una parola il loro modello di società mercantile, violenta, distruttiva e nichilista.

  • Nuccio Viglietti
    Inserito alle 08:53h, 04 Luglio Rispondi

    Mondo angloamericano deve finirla di recitare ogni parte in commedia… ha retto questo ruolo di mattatore per troppo tempo… e con disastrose risultanze…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

Inserisci un Commento