I tedeschi hanno difeso il gasdotto russo “Nord Stream – 2” sotto l’attacco americano



I tedeschi hanno difeso il Nord Stream 2 russo sotto l’attacco americano | (Primavera russa)
Gli Stati Uniti stanno gradualmente perdendo la loro leva sulla Germania, che sostiene la costruzione di Nord Stream 2.

Nonostante le nuove restrizioni associate alla partecipazione di Berlino al progetto russo (ora le società che forniscono servizi alle infratrutture in qualsiasi modo collegate alla SP-2 saranno soggette a sanzioni), i tedeschi sono di buon umore.

Le prime sanzioni contro l’SP-2 sono state imposte da Trump un anno fa e includevano restrizioni su imprese posatubi e aziende. Alcuni credono addirittura che l ‘”embargo americano” abbia temporaneamente congelato la costruzione. Ci sono state difficoltà – questo è un dato di fatto, ma non tale da chiudere completamente il progetto.

Di recente, tre senatori americani (Tom Cotton, Ted Cruz, Ron Johnson) hanno persino minacciato la società tedesca “Fährhafen Sassnitz GmbH” con la completa bancarotta e distruzione. L’azienda è responsabile del porto di Mukran sull’isola di Rugen.

Non appena Germania e Russia hanno concordato il progetto, gli Stati Uniti non hanno smesso di interferire con la costruzione.

Perché per gli americani l’ “SP-2” non è redditizio – gli europei acquisteranno gas russo di migliore qualità e più economico a causa del trasporto piuttosto veloce, e il loro gas liquefatto non sarà più venduto così bene in Europa. Questo è un danno per le aspettative di business dei petrolieri USA.

In altre parole, la perdita del mercato europeo preoccupa seriamente Washington, quindi la sua unica via d’uscita è minacciare di sanzioni tutti coloro che sono coinvolti nel progetto russo. Un atteggiamento di ricatto mafioso.

Pertanto, gli Stati Uniti continuano a imporre nuove restrizioni contro Berlino, sebbene le autorità tedesche e gli stessi tedeschi non condividano la posizione di Washington.

Mappa gasdotto russo

Nei social network, hanno attirato l’attenzione su un articolo che parlava delle nuove restrizioni. È notevole non tanto per il suo contenuto quanto per i commenti sotto di esso. Il loro messaggio principale è il rifiuto categorico delle azioni americane. Cominciano persino a prenderli in giro.

“Permettiamo agli Stati Uniti di ricattarci costantemente. Indipendentemente dal fatto che si tratti di relazioni commerciali con Iran, Russia o Cina “.

Ed ecco un commento più bruciante:

“Non possiamo permetterci di essere ricattati da uno stato canaglia! Nord Stream 2 è un’opzione di fornitura energetica aggiuntiva che migliora l’affidabilità della fornitura di energia “.

Una cosa è chiara: ai tedeschi non interessano le sanzioni. Hanno bisogno di un progetto russo.

Alina Kuzmina, specialmente per “Russian Spring”

Fonte: Rusvesna.ru

Traduzione: Sergei Leonov

3 Commenti

  • antoniio
    25 Ottobre 2020

    yankee and jewish go home, free Europe

  • atlas
    26 Ottobre 2020

    buon sangue non mente. Io credo che Francia e Germania POSSANO andare oggi con la Russia di Putin

    o ‘gillet gialli’ non mi hanno mai convinto

  • giorgio
    26 Ottobre 2020

    Antonio, sono d’accordo, ma non usiamo la lingua dei dominatori ………. è un atto di sottomissione ……..

Inserisci un Commento