I talebani padroni del paese in Afghanistan, civili in attesa nell’aeroporto di Kabul, i diplomatici fuggono, l’esercito si arrende, Washington minaccia “sanzioni”

I talebani hanno annunciato di essere riusciti a prendere il controllo dell’intero territorio dell’Afghanistan, riferisce el-Arabiya.

In precedenza, il ministero dell’Interno del paese ha annunciato questa domenica che i combattenti del movimento hanno iniziato a entrare nella capitale afghana ed hanno preso il controllo della capitale.

Da parte sua, il leader del movimento a Doha (Qatar) ha sottolineato che i talebani ordinano ai combattenti di astenersi dal commettere atti violenti a Kabul, per consentire un passaggio sicuro a chi decide di partire e per chiedere alle donne di recarsi nelle aree protette.
È venuto fuori che i talebani non avevano nemmeno bisogno di entrare a Kabul. C’era una quinta colonna in città, che prese le armi al momento giusto.

Da parte sua, il ministro degli Interni afghano ad interim, Abdul Sattar Mirzakwal, ha escluso la possibilità di un assalto alla capitale del Paese, Kabul, e ha promesso che il cambio di governo sarebbe avvenuto pacificamente .

I talebani hanno preso il pieno controllo del palazzo presidenziale a Kabul. È in preparazione una dichiarazione ufficiale sull’istituzione dell’Emirato islamico dell’Afghanistan in tutto il paese. Questo sarà annunciato dal palazzo.
Kabul in preda al panico mentre i combattenti talebani stringono il controllo sul paese.
Tutti i leader del precedente governo incluso il presidente sono fuggiti con le loro famiglie e si sono rifugiati nei paesi vicini abbandonando le truppe governative al loro destino, la resa o la morte.

Mentre i talebani stringono la presa su Kabul, c’è un crescente senso di panico tra molte persone nella capitale afghana, Kabul.
I prezzi delle materie prime sono saliti alle stelle poiché molti cercano di prelevare tutti i loro fondi dalle banche ormai chiuse.
Esplosioni segnalate vicino all’ambasciata degli Stati Uniti a Kabul e al palazzo presidenziale
Diverse esplosioni si sono verificate domenica scorsa vicino all’ambasciata degli Stati Uniti a Kabul e al palazzo presidenziale afghano, riportano i media locali.

1TV Channel News ha riferito di aver sentito diverse esplosioni in città , mentre un residente del distretto centrale di Macroryan ha affermato di aver sentito due esplosioni, nessuna delle quali molto forte, riferisce la Reuters.

I residenti locali hanno spiegato che l’atmosfera nella capitale era generalmente tranquilla, ma i posti di blocco della polizia sono stati abbandonati, poiché le forze di sicurezza del governo si sono in gran parte sciolte in “stile 8 Settembre” che a noi italiani ricorda qualche cosa.
L’ambasciata degli Stati Uniti a Kabul avverte del peggioramento della sicurezza aeroportuale durante l’evacuazione

Forze dei talibani controllano Kabul

L’ambasciata degli Stati Uniti a Kabul ha dichiarato in un avviso di sicurezza che la situazione della sicurezza nella capitale afgana sta cambiando rapidamente, anche all’aeroporto, dove sono stati segnalati spari.
I talebani annunciano il sequestro della base aerea di Bagram, che era la più grande installazione militare statunitense in Afghanistan

La base aerea di Bagram, situata a circa 40 chilometri a nord di Kabul, è stata sequestrata domenica dai talebani, secondo il portavoce del movimento, Zabihullah Mujahid.

Secondo il portavoce del movimento, gli insorti hanno rilasciato i prigionieri che si trovavano nell’installazione militare. “Tutti i prigionieri sono stati rilasciati e trasferiti in un luogo più sicuro”, ha scritto Mujahid sul suo account Twitter. Ha anche indicato che i talebani avevano precedentemente stabilito il loro controllo sulla città di Bagram.

La base aerea di Bagram è stata per quasi 20 anni la più grande installazione militare statunitense in Afghanistan. Era stata abbandonata dalle truppe statunitensi la notte del 5 luglio. Quindi, l’AP ha riferito che il comando afghano ha appreso del ritiro solo due ore dopo l’abbandono della struttura.

Un ultimo atto di codardia e miseria morale: gli Usa minacciano sanzioni all’Afghanistan se non rispetterà i diritti umani

Il segretario di Stato americano Antony Blinken ha avvertito che Washington imporrà sanzioni all’Afghanistan se i talebani non rispetteranno i diritti umani e daranno rifugio ai terroristi nel Paese.

Parlando alla CNN, il Segretario di Stato ha affermato che il suo Paese potrà lavorare solo con un governo che rispetti i diritti fondamentali dei suoi cittadini e non tolleri i terroristi.
Ha aggiunto che ci saranno sanzioni contro i talebani se non rispetteranno i diritti degli afghani.
Blinken ha sottolineato che le forze afgane “non sono stat
e in grado di difendere il paese”.

Fonti varie

Traduzione e sintesi: luciano Lago

19 Commenti
  • Farouq
    Inserito alle 09:41h, 16 Agosto Rispondi

    Quali sono i rapporti tra la Turchia del corvo Erdogan e i Talebani?
    Dai prossimi amici dei talebani forse si potrà capire qualcosa di questa mossa americana

    • atlas
      Inserito alle 12:40h, 16 Agosto Rispondi

      proprio così, anche se io dubbi. ne ho pochi. (se abiti dalle parti di Milano e ti può far piacere, chiedi via mail a Luciano Lago se gentilmente ti da il mio numero di tel. Ho nostalgia di parlare l’Arabo e di fare l’Orazione Islamica non da solo visto che sono quasi 20 anni che non frequento quei covi di salafiti e wahhabiti lì. E ho deciso di non viaggiare più in altre Nazioni. Forse, se le circostanze me lo permetteranno, solo il prossimo Ramadhan lo andrò a passare in Albania, in sha Allah, anche per altri motivi)

      • Farouq
        Inserito alle 15:57h, 16 Agosto Rispondi

        Volentieri ma magari più avanti, in questo periodo sono circondato da tanti problemi e che Dio ce la mandi buona

        • atlas
          Inserito alle 09:23h, 17 Agosto Rispondi

          e anche il caro Luciano, ora che ha eliminato il troll democratico, se ancora ha il mio numero che mi chiami, io desidero pacificazione, alla fine, nel bene e nel male sono fatto così. La mia seconda casa a Gallipoli per lui e la Signora è sempre aperta per una gradevole vacanza, sarebbe un’onore averli ospiti

  • Zerco
    Inserito alle 11:03h, 16 Agosto Rispondi

    E il traffico di droga come cambiera? Lo abbiamo capito tutti che è stato un motivo fondamentale della prolungata presenza USA in Afghanistan. I trafficanti di oppio in fuga, organizzati dalla CIA, si sposteranno in un altro luogo?
    I Taliban avevano azzerato la coltivazione di oppio, lo faranno ancora?
    Queste sono le domande a cui va data risposta.

    • atlas
      Inserito alle 14:28h, 16 Agosto Rispondi

      quindi ridurre tutto allo spinello in bocca e alle mani nella sacca ? Analisi da sospetto troll

  • Mario
    Inserito alle 11:09h, 16 Agosto Rispondi

    TALEBANI I PARTIGIANI DELL’ AFGHANISTAN…..
    HANNO CACCIATO L ‘ IMPERO DEL MALE EBREO AMERICANO…….. GLI
    AMERICANI HANNO RUBATO DISTRUTTO ASSASSINATO MILIONI DI PERSONE …INFAMI VERRÀ IL GIORNO………..

    • atlas
      Inserito alle 14:59h, 16 Agosto Rispondi

      i taleb ani ricordano i khomeinisti. Cacciarono un porco loro asservito ma ciò che venne dopo di religioso sciita ha ancora oggi tanto di giudeicamente subdolo. In area PD internazionale giudeo sefardita. Non c’è bisogno della Religione per Nazionalizzare uno Stato, se no si scivola scientemente nell’abisso al servizio della democrazia, in un modo o nell’altro

  • antonio
    Inserito alle 11:57h, 16 Agosto Rispondi

    un giorno anche l’ Italia si libererà dal regime USA predatorio

    • atlas
      Inserito alle 15:12h, 16 Agosto Rispondi

      col PD democraticamente usa e getta, la giudea Segre e il suo odio, la mescolanza di razze che avete e lo Zan omofilo ? Difficile. Molto difficile

    • sublime
      Inserito alle 15:13h, 16 Agosto Rispondi

      Giorno verrà ritornerà il giorno……

  • natalino
    Inserito alle 14:47h, 16 Agosto Rispondi

    Cade un bastione importantissimo della presenza Usa-anglo-sionista in cui si identifica orma anche il resto dell’0ccidente (Italia compresa).
    La presenza degli eroici boys e della NATO non era piú tollerata da tutta l’Asia centrale e tutti i paesi di quella regione hanno fatto a gara per aiutare i Talebani a cacciarli.
    Il nuovo stato o Emirato come amano chiamarlo sará probabilmente una repubblica democratica islamica con forti richiami all’integralismo ma che non gli impedirá buoni rapporti di vicinato (vedasi Iran, Turchia, Pakistan etc,)
    Un sano integralismo non guasterá se si vuole ripulire il paese dalle varie fazioni dei religiosi e dei signori della guerra. Non bisognoa dimenticare che l’Afghanistan ha anche un passato laico-democratico che i cittadini ricordano con nostalgia. Inoltre i Talebani hanno combattutto per cacciare il regime dei mujaheddin voluto e imposto dagli eroici boys dopo la fine dell’avventura SOVIETICA.

    • atlas
      Inserito alle 01:32h, 17 Agosto Rispondi

      trollate

      • atlas
        Inserito alle 01:35h, 17 Agosto Rispondi

        non meriti neanche risposte nel merito, sei a un livello basso, troppo basso, democratico quasi

  • Rodolfo
    Inserito alle 15:06h, 16 Agosto Rispondi

    Il perdente che minaccia scansioni al vincente e da ridere!!!

  • giovanni
    Inserito alle 15:06h, 16 Agosto Rispondi

    La battuta sulle sanzioni e’ di una comicita’ travolgente ma, ovviamente, politicamente non si puo’ sentire. Tutto programmato e portato a termine. Il futuro prossimo ci dira’ il perche’ di tutto questo.

  • sublime
    Inserito alle 15:09h, 16 Agosto Rispondi

    Gli americani evacuano…….
    i pasthun li hanno mandati a cagare!

  • nicholas
    Inserito alle 15:31h, 16 Agosto Rispondi

    Secondo me, gli Usa stanno spostando militarmente verso la Cina. Quest’ultima minaccia l’economia statunitense.
    Infatti, nelle acque del mar cinese meridionale vi sono la flotta americana e quella inglese.
    Probabilmente, cercheranno ,tramite Taiwan, di innescare qualche conflitto contro la Cina.

  • antonio
    Inserito alle 19:36h, 16 Agosto Rispondi

    yankee sanzionatevi voi stessi

Inserisci un Commento