I soldati israeliani sparano gas lacrimogeni contro i bambini delle scuole palestinesi, molti muoiono per soffocamento


Diversi bambini palestinesi sono stati soffocati dai lacrimogeni sparati dai soldati israeliani nella città di al-Khalil, mentre le forze di occupazione israeliane continuano l’aggressione sistematica contro i palestinesi.

I soldati israeliani hanno sparato lacrimogeni contro gli studenti mentre lasciavano le loro scuole nella parte meridionale di al-Khalil martedì. Alcuni studenti che hanno subito soffocamento sono stati curati sul posto.
Secondo la rete di notizie palestinese Quds, i bambini sono stati presi dal panico quando il gas ha riempito l’aria e non sapevano dove andare per evitare di respirare i gas tossici, mentre i residenti locali hanno cercato di aiutarli a fuggire in un luogo sicuro.

La rete ha pubblicato un video via twitter girato da un residente che mostra il gas che si diffonde nell’aria, mentre si rivolge a una bambina e la aiuta a scappare dalla zona.
Questa non è la prima volta che le forze di occupazione israeliane prendono di mira le scuole nei territori occupati palestinesi, specialmente nella città di al-Khalil.

All’inizio di ottobre, le notizie di Quds hanno riferito che un bambino palestinese è morto dopo aver inalato gas lacrimogeni sparati dalle forze di occupazione israeliane a Kafr Aqab, nell’area occupata di al-Quds.
Sempre a dicembre, l’agenzia di stampa palestinese Wafa ha affermato che un gruppo di soldati armati ha sparato gas lacrimogeni e bombe a concussione intorno all’area e all’interno della scuola mista elementare di Akka, provocando casi di soffocamento tra dozzine di studenti e personale.

L’area di al-Khalil cade sotto il controllo israeliano e rimane vulnerabile alle vessazioni quotidiane da parte dei coloni del regime e delle forze militari.

Secondo Defence for Children Palestine (DCIP), le indagini e le prove raccolte suggeriscono che le forze israeliane compiono diversi crimini contro i bambini palestinesi, incluso l’uso intenzionale della forza letale contro di loro in circostanze che possono equivalere a uccisioni extragiudiziali o intenzionali.

Il trattamento riservato da Israele ai bambini palestinesi viola le disposizioni del diritto internazionale umanitario, con il 2022 che diventa l’anno più mortale per i bambini palestinesi in oltre 15 anni.

Fonte: Press Tv

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM