I soldati israeliani sparano gas lacrimogeni contro i bambini delle scuole palestinesi, molti muoiono per soffocamento


Diversi bambini palestinesi sono stati soffocati dai lacrimogeni sparati dai soldati israeliani nella città di al-Khalil, mentre le forze di occupazione israeliane continuano l’aggressione sistematica contro i palestinesi.

I soldati israeliani hanno sparato lacrimogeni contro gli studenti mentre lasciavano le loro scuole nella parte meridionale di al-Khalil martedì. Alcuni studenti che hanno subito soffocamento sono stati curati sul posto.
Secondo la rete di notizie palestinese Quds, i bambini sono stati presi dal panico quando il gas ha riempito l’aria e non sapevano dove andare per evitare di respirare i gas tossici, mentre i residenti locali hanno cercato di aiutarli a fuggire in un luogo sicuro.

La rete ha pubblicato un video via twitter girato da un residente che mostra il gas che si diffonde nell’aria, mentre si rivolge a una bambina e la aiuta a scappare dalla zona.
Questa non è la prima volta che le forze di occupazione israeliane prendono di mira le scuole nei territori occupati palestinesi, specialmente nella città di al-Khalil.

All’inizio di ottobre, le notizie di Quds hanno riferito che un bambino palestinese è morto dopo aver inalato gas lacrimogeni sparati dalle forze di occupazione israeliane a Kafr Aqab, nell’area occupata di al-Quds.
Sempre a dicembre, l’agenzia di stampa palestinese Wafa ha affermato che un gruppo di soldati armati ha sparato gas lacrimogeni e bombe a concussione intorno all’area e all’interno della scuola mista elementare di Akka, provocando casi di soffocamento tra dozzine di studenti e personale.

L’area di al-Khalil cade sotto il controllo israeliano e rimane vulnerabile alle vessazioni quotidiane da parte dei coloni del regime e delle forze militari.

Secondo Defence for Children Palestine (DCIP), le indagini e le prove raccolte suggeriscono che le forze israeliane compiono diversi crimini contro i bambini palestinesi, incluso l’uso intenzionale della forza letale contro di loro in circostanze che possono equivalere a uccisioni extragiudiziali o intenzionali.

Il trattamento riservato da Israele ai bambini palestinesi viola le disposizioni del diritto internazionale umanitario, con il 2022 che diventa l’anno più mortale per i bambini palestinesi in oltre 15 anni.

Fonte: Press Tv

Traduzione: Luciano Lago

10 Commenti
  • Sarabanda882
    Inserito alle 09:00h, 28 Dicembre Rispondi

    ONU -CHIESA CATTOLICA cioè VATICANO PAPA -Croce Rossa-Premi Nobel -USA perciò pure UK-UE hanno autorizzato Israele ad uccidere i bambini Palestinesi !
    Se è Israele a gasare i civili Palestinesi tutto va bene !
    Tutto ciò è LEGALE !

  • Nuccio Viglietti
    Inserito alle 09:26h, 28 Dicembre Rispondi

    Temiamo israeliani preda singolare sindrome per cui bimbi violentati diventino in gran numero a loro volta violentatori in età adulta…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  • EnriqueLosRoques
    Inserito alle 10:00h, 28 Dicembre Rispondi

    Che diano le armi a tutta la popolazione per farsi giustizia da soli… Tutte queste organizzazioni militari e paramilitari non servono a nulla. La ferocia sionista è incessante….

  • Tacabanda1964
    Inserito alle 10:33h, 28 Dicembre Rispondi

    Come fai a dare armi ai Palestinesi se il Ghetto Palestinese è tutto circondato da migliaia di missili -cannoni-carri armati -radar-aerei-droni Israeliani ?
    Nemmeno un chiodo entra nel ghetto Palestinese se non viene autorizzato dalle SS naziste Israeliane !

  • antonio
    Inserito alle 10:56h, 28 Dicembre Rispondi

    le Sanzioni dovrebbero rivolgersi ai Governi di Israele e Usa
    denazzificare Washington – London – Rome ?

  • GEEDDA
    Inserito alle 12:57h, 28 Dicembre Rispondi

    Se gli iraniani torcono un capello a qualcuno parte la gogna mediatica. Ai sionisti invece è concesso tutto. I media si girano dall’altra parte.

  • ric
    Inserito alle 18:18h, 28 Dicembre Rispondi

    israele deve essere bombardata e poi disinfestata con il Napalm.

  • andrearossidevrgnano
    Inserito alle 18:52h, 28 Dicembre Rispondi

    allucinante cio’ che è scritto quî sopra, ma se penso a bambini nelle scuole italiane ai quali, x dirne una, hanno fatto indossare cosiddetta mascherina, nn vedo abissale differenza d trattamento, e d’istinto avverto RABBIA! -> rif. -> chiesa viva.com -> 12 ADVERTENCIAS SOBRE EL USO DE LA MASCARILLA ANTI CORONAVIRUS

  • eusebio
    Inserito alle 07:23h, 29 Dicembre Rispondi

    In occidente queste notizie non circolano, in Italia meno che mai, del resto se c’è un paese in Europa colonia dell’entità sionista siamo noi, in Italia non c’è nemmeno un ambasciatore USA, fa tutto quello sionista, almeno nel resto d’Europa comandano gli yankee che prendono ordini da Tel Aviv.
    Viviamo in una continua bolla di balle, per me la prima è la reale consistenza della popolazione dell’entità sionista, loro dicono di essere 9,6 milioni di cui un quarto non ebrei perlopiù arabi, mentre la popolazione di Gaza e Cisgiordania sarebbe di circa 5,4 milioni, insomma 15 milioni in un territorio di poco più grande di quello siciliano, dove la popolazione non arriva a 5 milioni.
    Considerando la natura desertica di almeno un terzo del territorio e la difficoltà di approvvigionamento idrico probabilmente la stima va tagliata di un terzo, forse anche di più, e chiaramente si tratta di popolazione ebraica che vive tutta fuori da lì.
    Ci sono cittadini israeliani che in Palestina forse non ci hanno mai vissuto o quasi, e comunque pure la cifra globale di 14-15 milioni di ebrei è sospetta, erano 14 milioni nel 1939 e lo sono ancora adesso, e allora l salasso che sarebbe avvenuto con la Shoah?
    Non torna praticamene nessuna cifra, ma tanto i padroni del discorso sono loro.

  • Giorgio
    Inserito alle 12:08h, 29 Dicembre Rispondi

    Uccidere un colono non è reato, ma un atto di giustizia !
    W la resistenza palestinese !

Inserisci un Commento