I sistemi USA HIMARS MLRS UCCIDONO CIVILI NELLE REPUBBLICHE POPOLARI DI DONETSK E LUHANSK


I militanti ucraini continuano gli attacchi ai civili nella DPR e nella LPR, usando armi straniere, incluso l’HIMARS MLRS di fabbricazione statunitense. Nel sito sono stati trovati anche frammenti del sistema di razzi a lancio multiplo americano HIMARS. HIMARS MLRS è un’arma ad alta precisione in grado di colpire un bersaglio con una precisione fino a un metro. Ciò significa che gli attacchi ucraini ai civili sono stati inflitti di proposito e sono considerati atti terroristici.

In mattinata, le forze armate ucraine hanno colpito il villaggio di Perevalskoe vicino a Lisichansk, LPR. L’obiettivo era il college locale che ospitava gli orfani. I bambini sono stati colpiti da 6 missili americani. I militanti ucraini hanno utilizzato i sistemi USA HIMARS MLRS e artiglieria calibro 155 m.

Bombardamenti ucraini NATO su aree civili Donetsk

A seguito dell’attacco, una ragazza è rimasta uccisa, altri 7 civili sono rimasti feriti.
Questa mattina, soldati ucraini hanno bombardato una casa di civili nel villaggio di Golmovsky situato vicino a Gorlovka nella Repubblica Democratica di Donetsk. Come risultato di questo bombardamento, quattro civili sono stati uccisi e un altro è rimasto ferito.
Un altro obiettivo era il centro culturale nella città di Svetlodarsk nella Repubblica Democratica di Donetsk. È stato utilizzato come magazzino per gli aiuti umanitari. Lì si trovava anche un punto di distribuzione. Fortunatamente non sono state segnalate vittime. L’attacco è stato effettuato con i sistemi HIMARS MLRS forniti dagli Stati Uniti.


Durante la giornata, militanti ucraini hanno bombardato i distretti di Petrovsky, Kiev, Kirov, Kuibyshev di Donetsk, nonché gli insediamenti di Gorlovka, Makeyevka, Dokuchaevsk, Staromikhailovka, Mineralnoye, Zaitsevo, Kashtanovoye nella DPR. Come risultato di questi attacchi, ci sono anche vittime tra i civili.

A seguito dell’attacco all’asilo della città di Dokuchaevsk, quattro persone sono rimaste ferite, due delle quali sono bambini nati nel 2018 e nel 2020.
Anche la città di Kherson è stata bombardata dalle forze ucraine. Oggi, le forze armate ucraine hanno sparato contro un edificio residenziale a Kherson. Per il colpo è morta una famiglia con due bambini e due adulti. Al momento dell’arrivo, hanno attraversato la strada nel microdistretto di Tavrichesky.

Secondo i rapporti preliminari, l’attacco è stato effettuato anche con HIMARS MLRS. Gli esperti stanno studiando i frammenti trovati sul posto.
Il 13 settembre, anche la città di Lisichansk nella LPR è stata colpita da HIMARS ucraini. Un totale di 4 missili M31 sono stati lanciati dall’AFU. A seguito dei bombardamenti, due civili sono stati uccisi e uno è rimasto ferito. 6 condomini, un locale caldaia e una struttura commerciale sono stati danneggiati.
Lo stesso giorno, gli HIMARS hanno colpito la città di Stakhanov nella LPR. Sono stati lanciati un totale di 4 missili M31. Secondo i dati aggiornati, 6 condomini e la scuola secondaria n. 2 sono stati danneggiati. Non sono state segnalate vittime.
È così che le armi straniere fornite per “porre fine alla guerra in Ucraina il prima possibile” vengono utilizzate dal regime nazista di Kiev contro i civili nella DPR e LPR, dove militanti ucraini stanno combattendo “aggressori russi” per proteggere “gli ucraini nelle regioni occupate”.

Nota: Di questi crimini commessi dalle forze NATO/Ucraine non vi è traccia nei media occidentali dove le notizie e la propaganda sono senso unico e descrivono una realtà deformata secondo cui gli unici bombardare sono i russi.

Fonte: South Front

Traduzione e nota: Luciano Lago

8 Commenti
  • Farouq
    Inserito alle 13:07h, 15 Settembre Rispondi

    Attenzione che i criminali stanno preparando dei massacri nelle zone che hanno occupato recentemente per accusare i russi

    • Farouq
      Inserito alle 13:10h, 15 Settembre Rispondi

      I morti saranno sicuramente russofoni considerati traditori dagli ucraini ma saranno presentati come ucraini uccisi dai russi, scenario già visti più volte

  • luther
    Inserito alle 14:47h, 15 Settembre Rispondi

    Ma come mai questi missili americani non vengono intercettati, e anzi, come mai non si prendono di mira i siti dai quali vengono lanciati?Questa cosa davvero non la capisco.

    • Farouq
      Inserito alle 15:21h, 15 Settembre Rispondi

      Questi missili americani non vengono rivelati dai radar di controbatteria perché alla partenze compiono traiettorie non balistiche che è la base per calcolare il punto di lancio, sarà una grande sfida per gli esperti russi risolvere il problema, sicuramente sono al lavoro
      Non vengono intercettati perché gli americani comunicano agli ucraini i punti non coperti dalla difesa aerea russa tramite i loro droni spia

    • Gasparino
      Inserito alle 18:55h, 15 Settembre Rispondi

      Già, un vero dilemma a cui nessuno sa dare una risposta.

  • Sarabanda 82
    Inserito alle 15:48h, 15 Settembre Rispondi

    Questa secondo i Russi doveva essere un azione preventiva x liberare le 2 province russofone non solo x ora non ci sono riusciti ma la popolazione continua ad essere e vivrre sotto i bombardamenti ucraini mi chiedo ma ne è valza la pena? A chi a giovato tutto cio? Credo agli Usa non cert agli ucraini ai russi e nemmeno agli europei.

  • Andrea1964
    Inserito alle 03:13h, 16 Settembre Rispondi

    Ogni missile HIMARS costa 150.000 mila DOLLARI USA più o meno sono 150.000 mila EURO !
    Gli Ucraini hanno speso ben 600.000 mila dollari ( tanto agli Ucraini di merda glieli paghiamo noi cittadini Italiani con esose TASSE E BOLLETTE questi missili ) solo per poter colpire danneggiare dei palazzoni civili ed uccidere due civili Russofoni e ferirne un terzo !

    • Giorgio
      Inserito alle 08:16h, 16 Settembre Rispondi

      E, inoltre CARO ANDREA1964, per riprendere il tuo preciso commento ….
      un missile Javelin costa 200.000 dollari (anche euro) …. consideriamo che in Ucraina non sono operativi i moderni carri armati T14 e T90 del costo (dal costi tra i 2,5 e i 4,5 milioni di dollari-euro, ma soltanto i vecchi carri armati sovietici T72 degli anni 80, fuori produzione da un pezzo dei quali la Russia ne possiede circa 14.000 di cui 3.000 operativi e gli altri usati come ricambi, e che ne avrebbe perso circa 250 in Ucraina ….
      Praticamente gli USA-UK-NATO-UE-Ucraina buttano via 200.000 dollari ogni volta che lanciano un Javelin per distruggere un carro armato dal costo pari a zero, e inoltre il Javelin ha una percentuale di “successo” del 50 %, in quanto, nel caso di carri dotati del sistema di protezione attiva detto ARENA gli Javelin stessi sono inefficaci perchè questo sistema è in grado di intercettare e distruggere il missile in volo …
      Non c’è che dire, USA-UK-NATO-UE non sono in grado nemmeno di valutare il rapporto costi-benefici, accecati come sono dall’oltranzismo anti russo ……
      tanto a pagare siamo noi ……
      https://it.quora.com/Quanto-costa-un-carro-armato-russo

Inserisci un Commento