"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

I sistemi elettronici russi bloccano i movimenti delle forze USA nel nord della Siria

LE FORZE ARMATE STATUNITENSI ACCUSANO LA RUSSIA DI BLOCCARE LE PROPRIE TRUPPE NELLA SIRIA SETTENTRIONALE

Le truppe americane in Siria sono presumibilmente colpite da dispositivi elettronici di disturbo russi che ne compromettono le operazioni sul terreno.

Il 25 luglio °, colonnello Brian Sullivan della US Army ha parlato ai giornalisti presso il Dipartimento della Difesa statunitense. Ha dichiarato che le sue truppe hanno incontrato un ambiente “congestionato …da guerra elettronica” mentre si combatteva nel nord-est della Siria, durante il loro dispiegamento di nove mesi, tra settembre 2017 e maggio 2018.

Le sue parole sono state: “Ci si sono presentato delle sfide che siamo riusciti a sostenere con successo e che ci hanno dato l’opportunità di operare in un ambiente che non può essere replicato ovunque nella postazioni di casa, compresi i nostri centri di addestramento al combattimento. È una grande opportunità per noi operare in particolare nell’ambiente siriano, dove i russi sono molto attivi “.

Sullivan non ha rivelato come i disturbi elettronici abbiano colpito la sua squadra. Tuttavia, la rivista  Foreign Policy cita esperti in guerra elettronica che affermano che un attacco di questo tipo può compromettere le apparecchiature di comunicazione, i sistemi di navigazione e di controllo e persino gli aerei.

Laurie Moe Buckhout, un colonnello dell’esercito in pensione specializzato in guerra elettronica, citato da Foreign Policy, ha affermato che improvvisamente le comunicazioni smetterebbero di funzionare o un soldato non sarebbe in grado di rispondere al fuoco o i radar non funzionerebbero, questo perché gli stessi sono bloccati da interferenze elettroniche.

Il giornale Foreign Policy ha citato ufficiali senza nome che hanno sperimentato la guerra elettronica, i quali affermano che questa non è meno pericolosa degli attacchi convenzionali. Tuttavia, si potrebbe anche adottare un rivestimento d’argento, che consentirebbe alle truppe statunitensi di avere una rara opportunità di sperimentare la tecnologia russa sul campo di battaglia e di pensare a come affrontarla.

La Siria è un campo di battaglia con forze provenienti da Stati Uniti, Francia, Russia, Iran e persino Israele, oltre che dall’esercito siriano. Un “miscommunication” o un incontro involontario può portare a una guerra in piena regola.

L’esperto di sicurezza nazionale e questioni militari presso il Lexington Institute, Daniel Goure afferma che i nuovi sistemi di guerra elettronica della Russia sono molto sofisticati e possono essere montati su grandi veicoli corazzati o su aerei e possono colpire obiettivi a centinaia di chilometri di distanza.

Russian Krasukha-Electronic Warfare System

All’inizio di quest’anno, il 10 aprile ° , è stato riferito che il blocco elettronico casato dai russi ha gravemente compromesso il volo dei droni americani. I droni mirati erano quelli di sorveglianza più piccoli, e non quelli più grandi con capacità di attacco come il predator MQ-1 o il mietitor MQ-9, come riportato da NBC News. I sistemi russi di guerra elettronica hanno intercettato e colpito i droni statunitensi, nonostante la crittografia che dovrebbe proteggere da tali attacchi.

Gli analisti, citati da Foreign Policy, sostengono che la Russia sta usando sempre più la Siria come terreno di prova per le sue nuove armi elettroniche. I sistemi di guerra elettronica sono stati sviluppati negli ultimi 10-15 anni in risposta al dominio della NATO nelle armi convenzionali. Le operazioni della Russia in Ucraina hanno offerto a Mosca un’analoga possibilità di testare le sue attrezzature. Inoltre, il conflitto in Siria permette alla Russia di scoprire quanto sia sofisticata la risposta americana agli attacchi elettronici.

Gen. Raymond Thomas, il capo della US Special Operations Command, in una conferenza in Florida, il 24 aprile , ha detto che la Siria è “il più aggressivo ambiente [di guerra elettronica] del pianeta.” Secondo lui la Russia sta mettendo alla prova gli Stati Uniti ogni giorno, interferendo nelle comunicazioni e persino disabilitando gli aerei costruiti appositamente per la guerra elettronica.
Gli specialisti del Pentagono sembra che siano molto preoccupati e stiano cercando di adottare contromisure per fronteggiare questa minaccia che sarebbe esiziale anche per lo schieramento della NATO nell’Est Europa, ai confini della Federazione Russa.

Fonte: Foreign Policy

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

*

code

  1. atlas 2 settimane fa

    godo godo GODOOOOOOOOO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Farouq 2 settimane fa

    I russi sono dei veri artisti nell’arte degli armamenti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Franco 2 settimane fa

    la Russia sta mettendo alla prova gli Stati Uniti ogni giorno, interferendo nelle comunicazioni e persino disabilitando gli aerei costruiti appositamente per la guerra elettronica.

    Hanno forse boicottato Nicolas Tesla che viveva negli Usa invece di valorizzarlo e sono rimasti indietro.
    Chi è causa dei suoi mali pianga se stesso

    Rispondi Mi piace Non mi piace