I sette pilastri della “saggezza” mondialista

placeholder


di Nicolas Bonnal.

L’accelerazione della dittatura globalista e il genocidio che l’accompagnerà (e che è già iniziato, come il Grand Reset, dall’inizio degli anni ’70) presuppone un formidabile quadro ideologico, capace di tirare fuori il tappeto da sotto i piedi alla resistenza e porre fine a ogni volontà popolare di difendersi.

Come abbiamo visto recentemente con Zinoviev, questa democrazia totalitaria è stata stabilita con la fine del comunismo e accelerata con Obama, quando la sinistra mondiale è caduta definitivamente nel campo del totalitarismo oligarchico e genocida (in Francia con la presidenza precedente).

Riassumiamo la loro strategia globale designando questi sette pilastri della saggezza del diavolo che sono la parodia di quelli del colonnello Lawrence. Tutto ruota attorno a una doppia volontà: spopolare e contaminare la natura umana (cfr. Gli Orchi di Tolkien).

Malthusianesimo e antirazzismo: lo spopolamento è iniziato negli anni ’70 (salutiamo il ruolo spaventoso di VGE (V. Giscard Destaing), modello di tecnocrate globalista). Il malthusianesimo oligarchico, che non vuole né i poveri, né le famiglie, né i popoli, sta causando il collasso del tenore di vita ovunque.
Anche le politiche antinataliste attuate in Giappone dopo Hiroshima hanno prodotto i loro effetti. Fino ad allora questo spopolamento si applicava ai popoli di colore, ora a tutti i popoli occidentali. La colpa di quest’ultimo è anche uno strumento pesante in termini di spopolamento / controllo.

Scristianizzazione e disperazione: la rivoluzione di Bergoglio non è una causa, è una conseguenza. La Chiesa ha tagliato i suoi piedi e la sua testa con il Concilio Vaticano II e poco a poco la società totalitaria del capitale ha potuto imporre la sua agenda. La lettera di incoraggiamento a Davos e ai globalisti avrà soddisfatto tutti gli umanisti e la redazione della Croce . Questa scristianizzazione è andata di pari passo con una cretinizzazione delle menti. Il papa semi-analfabeta è lontano dai grandi gesuiti dell’Illuminismo e dal loro insegnamento, ed è divertente (paradossale nel senso di Chesterton) vedere che il declino della religione è andato di pari passo con un declino della cultura delle discipline umanistiche e rispetto per il patrimonio.

Ecologia / catastrofismo: l’ecologia è arrivata come una bomba all’inizio degli anni ’70 con “Soleil vert”(miglio verde) e tutto il resto, tutti questi film che predicevano un futuro apocalittico che non c’era, ma che creeremo ora , quando si creano interruzioni di corrente, sabotaggio energetico e carenze. Stiamo assistendo al saccheggio in Europa di centinaia di paesaggi grandiosi e persino classificati da queste turbine eoliche che devastano la vista e il suolo e sono, anche detto il Mondo , costruite con i soldi delle mafie. Ma quando non amiamo, non contiamo.

Tecnofilia e dipendenza

Tecnofilia e dipendenza: la tecnofilia si sta sviluppando con il fascismo retrò e con un drastico ritorno al passato in materia culturale (il retrofuturismo del mio nuovo modo di Internet): dimentichiamo il passato classico e cristiano dell’Europa e torniamo alla preistoria, in epoca pagana e schiava, in barbarie tinte imbecilli di sopravvivenza. La tecnofilia è una droga e come una droga smobilizza la vittima e anche la resistenza. È più facile da ottenere rispetto al resto ora – e più economico. Avevo detto che l’unico modo per resistere al campo di concentramento elettronico è il tellurismo. Guardate il partigiano di Carl Schmitt, pensatore incompreso che celebrava la resistenza russa, spagnola e vietnamita; ma tutto svanisce con uno schermo davanti ai miei occhi tutto il giorno. Informarsi eccessivamente non significa resistere. Chiedete a Lucien Cerise, che correntemente corre il rischio di manifestare regolarmente, di essere arrestato e portato alla stazione di polizia. Sottolineiamo di sfuggita la straordinaria carriera (dibattiti e avvenimenti) di Florian Philippot, mentre la RN vota con LREM …

Femminismo e rivoluzioni sessuali: qui il progetto è banale, separazione dei sessi e malthusianesimo, con un tocco di cultura sadica della sottomissione (LGBTQ…). I mezzi sono diversi, dalla pedofilia (vedi articoli di Vincent Held) all’ormai banale caccia al maschio bianco, passando per l’isterica copertura mediatica di qualsiasi notizia. Scusate, ma la parità ha anche permesso di mettere al potere un certo numero di donne incompetenti e stiamo raggiungendo un picco in questo settore. Sottolineeremo il ruolo sinistro della democrazia americana in questa questione femminista. Ma Tocqueville e Beaumont ci avevano avvertito, prima di Emmanuel Todd.

Vaccini rischiosi per la salute

Vaccinazione e farmacia; stiamo parlando dei loro vaccini e della loro capacità di sterminio. Ma il vaccino è solo la ciliegina sulla torta marcia della medicina postmoderna. Debord ha denunciato, e molti medici da allora, fino al giovane Louis Fouché, i metodi folli della medicina spettacolare dovrebbero approvare ciò che è, cioè i prezzi di borsa, un mercato azionario che non ha più bisogno di montare l’attività umana e chi non vuole più gli uomini. Uno studio americano ha appena dimostrato che i bambini non vaccinati sono più sani di quelli vaccinati. Si sospettava che i vaccini fossero meno utili di prima; Kennedy Jr (quello che non hanno ancora ucciso) ha ricordato che un americano soffre oggi la conseguenza folle di settanta vaccini. E il 45% degli americani è in cattive condizioni di salute. Come abbiamo detto,

Infine, la sacralizzazione delle élite: sono i più preoccupanti, questi mostri che vogliono essere divinizzati. Dagli anni ’70 apparvero anche guru informatici, economici e finanziari, culturali e spirituali, una copia di questa India controllata. Emerge una casta sacerdotale, formata da economisti torturatori anziani, politici trincerati. Qui abbiamo preso il modello delle caste. Gli Schwabs, Gates e altri, invece di essere trattati come i criminali che sono, sono visti come bramini, salvatori, guide.
Le Lagarde, Merkel, May, invece di essere considerale idiote, sono diventate, prima di Greta, le donne che salveranno il mondo (secondo l’Espresso). Per sottomettere le masse, è molto importante designare i grandi maghi del clan, il che senza dubbio spiega l’abbigliamento che sta rendendo il vecchio Schwab così popolare in questo momento. Nella parodia satanica tradizionale si parla di Guénon, c’è il desiderio di creare una pseudo-élite tradizionale riportandoci alla purezza primordiale (il Reset). Per loro questo Reset è una catarsi.

Nicolas bonnal

Rete internazionale

Traduzione: Gerard Trousson

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus