I SERVIZI DI INTELLIGENCE DEGLI STATI UNITI PREPARANO UNA NUOVA PROVOCAZIONE DI “ARMI CHIMICHE” IN SIRIA

I servizi segreti statunitensi stanno preparando una nuova provocazione con l’uso di armi chimiche in Siria, l’agenzia di stampa russa RIA Novosti ha riferito di aver citato una “fonte informata” nei servizi di sicurezza siriani.

“L’operazione è guidata da un ex militante dell’ISIS, Mishan Idris Hamash. L’obiettivo è di organizzare un attacco chimico contro i civili per essere poi ulteriormente diffusi nei media occidentali”, ha riferito la fonte.

Secondo il rapporto, i preparativi per la provocazione sono iniziati il ​​23 aprile. I civili vengono sospinti in un territorio vicino al giacimento petrolifero di Jafra, sulla sponda orientale dell’Eufrate [controllato dalle forze sostenute dagli Stati Uniti] per partecipare a una messa in scena di un video di una presunto attacco con i gas. Recentemente, la coalizione guidata dagli Stati Uniti ha installato una guarnigione militare in questa zona.

Le tensioni sul conflitto in Siria sono degenerate in seguito all’incidente del 7 aprile nella città di Douma dove si è verificato un presunto attacco chimico. Il blocco guidato dagli Stati Uniti ha accusato il governo siriano di condurre un attacco chimico contro civili e ha usato queste accuse per giustificare il suo attacco missilistico del 14 aprile sul paese. La Siria ha respinto tutte le accuse e afferma che il presunto attacco è stato una provocazione (false flag).

Rappresentanti russi in seguito hanno trovato le presunte “vittime” del presunto attacco, i quali, portati come testimoni, hanno dichiarato di essere stati costretti a partecipare alle riprese.

È importante notare che la principale fonte delle accuse di attacco chimico utilizzate dagli Stati Uniti e dai suoi alleati erano i cosiddetti elmetti bianchi (White Elmets). Un’infame organizzazione di propaganda pro-miliziani jihadisti finanziata dagli Stati Uniti e dai loro alleati.  Vedi: Conferenza stampa a l’Aia sull’attacco chimico. Testimonianze e reazioni.

A seguito della storia di attacco chimico di Douma, il Dipartimento di Stato americano ha riferito di aver interrotto i finanziamenti ai Caschi bianchi. Tuttavia, il Dipartimento di Stato non è l’unica fonte di finanziamento di questa organizzazione da parte del blocco guidato dagli Stati Uniti.

Fonte: South Front

Traduzione: ALejandro Sanchez

3 Commenti

  • Idea3online
    4 maggio 2018

    Certo che approfitteranno dei Mondiali per macinare la mente di Putin e dell’Elite russa, non resta alla Russia tramite i suoi alleati sparsi per il mondo, di preparare delle contro risposte geopolitiche e geo(finanziarie), prepararle in anticipo e attivarle durante i Mondiali solo per tenerli a freno, quello che più temono gli USA, o l’Occidente sono gli attacchi al Dollaro, sono la presenza della Russia in Libia, ed in Sud America…Putin questa volta non aspetterà la fine dei Mondiali per rispondere, non può replicare la risposta tardiva come dopo la fine delle Olimpiadi…meglio mettere a rischio i Mondiali e non la Russia.

  • Walter
    4 maggio 2018

    Davvero non hanno fantasia. Per giustificare il prossimo attacco potrebbero dire che Assad si è alleato con l’incredibile Hulk o che sta trattando per cedere la Siria agli alieni in cambio di un posto privilegiato su Venere. Volendo osare un po’ di più, potrebbero simulare un attacco nucleare riciclando qualche scena da “The day after” oppure – e questo si che sarebbe davvero eroico e rivoluzionario – potrebbero dire che il prossimo attacco lo faranno perché cazzo gli pare di farlo e non dovendo dare alcuna giustificazione plausibile: questo si che sarebbe un modo virile di fare la guerra. Ma un altro attacco chimico… dopo che nessuno ha creduto al primo… Mah, sarò io che non capisco il gioco psicologico sottostante.

  • Idea3online
    4 maggio 2018

    Il dipartimento di stato USA ha congelato i finanziamenti all’organizzazione dei Caschi Bianchi in Siria, comunica la CBS.

    A chi useranno per il prossimo attacco chimico? Veramente la capacità di Propaganda degli USA è come fosse Magia…

Inserisci un Commento

*

code