I russi iniziano a nutrire sospetti sulla presenza dell’ISIS in Afghanistan e sui collegamenti con gli USA

La Zakharova è rimasta sorpresa dalla consapevolezza degli Stati Uniti sull’ubicazione dei leader dell’ISIS
La portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha espresso sorpresa per la consapevolezza dichiarata delle autorità statunitensi sull’ubicazione dei leader del gruppo terroristico dello Stato islamico * (ISIS *) bandito in Russia.

Zakharova ha commentato le parole del presidente degli Stati Uniti Joe Biden, che ha affermato di aver dato l’ordine di preparare attacchi contro i leader e gli obiettivi dell’ISIS (il gruppo è bandito in Russia) dopo gli attacchi terroristici in Afghanistan. “Cioè, gli Stati Uniti sapevano dove si trovano i leader e gli oggetti dell’ISIS ?!” – ha scritto la diplomatica sul suo canale Telegram .

Ricordiamo, a seguito delle esplosioni all’aeroporto di Kabul, giovedì , 103 persone sono state uccise . In particolare, 90 afgani sono diventati vittime di attacchi terroristici , un altro 158 sono rimasti feriti. A seguito delle esplosioni , sono morti anche 13 soldati americani, tra cui un medico militare, e altri 18 soldati sono rimasti feriti. Secondo l’ambasciata, non c’erano cittadini russi al momento dell’attacco terroristico all’aeroporto di Kabul . Il Pentagono ha annunciato che il movimento talebano non è stato coinvolto negli attacchi.


Il gruppo terroristico dello Stato Islamico* ha rivendicato l’attentato . Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, citando l’intelligence, ha attribuito l’attacco a Kabul allo Stato Islamico nel Khorasan, una propaggine dell’organizzazione terroristica dello Stato Islamico bandita in Russia. Dopo gli attacchi terroristici a Kabul, il capo dell’amministrazione americana ha ordinato la preparazione di piani per colpire i militanti dell’ISIS. Ha anche affermato che le autorità statunitensi potrebbero sapere quale dei leader del gruppo terroristico dello Stato islamico (vietato in Russia) ha dato l’ordine di commettere un attacco terroristico a Kabul.

Zakharova è rimasta sorpresa dalla consapevolezza degli Stati Uniti sull’ubicazione dei leader dell’ISIS
La portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha espresso sorpresa per la consapevolezza dichiarata delle autorità statunitensi sull’ubicazione dei leader del gruppo terroristico dello Stato islamico * (ISIS *) bandito in Russia.

Zakharova ha commentato le parole del presidente degli Stati Uniti Joe Biden, che ha affermato di aver dato l’ordine di preparare attacchi contro i leader e gli obiettivi dell’ISIS (il gruppo è bandito in Russia) dopo gli attacchi terroristici in Afghanistan. “Cioè, gli Stati Uniti sapevano dove si trovano i leader e gli oggetti dell’ISIS ?!” – ha scritto la diplomatica sul suo canale Telegram .

Miliziani ISIS in Afghanistan

Ricordiamo, a seguito delle esplosioni all’aeroporto di Kabul, giovedì , 103 persone sono state uccise . In particolare, 90 afgani sono diventati vittime di attacchi terroristici , un altro 158 sono rimasti feriti. A seguito delle esplosioni , sono morti anche 13 soldati americani, tra cui un medico militare, e altri 18 soldati sono rimasti feriti. Secondo l’ambasciata, non c’erano cittadini russi al momento dell’attacco terroristico all’aeroporto di Kabul . Il Pentagono ha annunciato che il movimento talebano non è stato coinvolto negli attacchi.
Il gruppo terroristico dello Stato Islamico ha rivendicato l’attentato . Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, citando l’intelligence, ha attribuito l’attacco a Kabul allo Stato Islamico nel Khorasan, una propaggine dell’organizzazione terroristica dello Stato Islamico bandita in Russia. Dopo gli attacchi terroristici a Kabul, il capo dell’amministrazione americana ha ordinato la preparazione di piani per colpire i militanti dell’ISIS. Ha anche affermato che le autorità statunitensi potrebbero sapere quale dei leader del gruppo terroristico dello Stato islamico (vietato in Russia) ha dato l’ordine di commettere un attacco terroristico a Kabul.


Nota: Queste osservazioni della portavoce russa sono collegabili con altri commenti espressi da alcuni analisti militari i quali hanno ricordato che il comando USA in Afghanistan, alcuni mesi addietro, aveva dato ordine alle forze curde delle FDS in Siria di liberare alcuni elementi detenuti dell’ISIS, e da loro custoditi, che sono stati successivamente presi in carico dai miltari statunitensi e trasferiti altrove. Erano stati segnalati, in quell’occasione, voli di elicotteri USA che avevano trasbordato tali elementi verso destinazioni ignote.
I servizi di intelligence russi avevano segnalato l’arrivo in Afghanistan di elementi dell’ISIS provenienti dalla Siria.
Adesso avviene che improvvisamente compare con clamore l’ISIS in Afghanistan. Tutta una coincidenza o un piano predisposto per gettare nel caos la situazione del paese ? Ricordiamo che alcuni ufficiali dell’esercito afghano hanno testimoniato di aver ricevuto l’ordine di arrendersi, ordine che proveniva dal comando USA in Afghanistan. Quale strategia si muove dietro questi avvenimenti? Se lo domandano alcuni analisti.

Fonte: VZGLYAD

Traduzione: Sergei Leonov

Nota: Luciano Lago

Nessun commento

Inserisci un Commento