I razzi stanno colpendo le basi statunitensi in Siria e Iraq. La milizia irachena (FMP) bombardata rivendica le azioni di rappresaglia


Il comando USA ha finora negato e minimizzato questi fatti.
Gli Stati Uniti attribuiscono regolarmente alle milizie del governo iracheno gli attacchi dell’ISIS o da parte di ignoti alle loro basi in Iraq anche quando negano espressamente la responsabilità, e poi la usano come “giustificazione” per bombardarli in Siria, e in Iraq (senza il permesso di Baghdad).

Le milizie irachene affermano che il 4 luglio hanno colpito una base militare statunitense in Siria con l’artiglieria missilistica in rappresaglia per un attacco di bombardamento statunitense , ma gli Stati Uniti negano che sia accaduto qualcosa del genere e affermano che i tuoni dell’esplosione provenissero da addestramento a fuoco.
Ain Al-Assad è la più grande base statunitense rimasta in Iraq che è stata colpita da missili balistici iraniani nel gennaio 2020.)
L’Iran da parte sua nega di guidare le milizie irachene a colpire gli americani in Iraq:

L’inviato iraniano delle Nazioni Unite, Majid Takht Ravanchi, ha dichiarato: “Qualsiasi pretesa di attribuire all’Iran … qualsiasi attacco effettuato contro personale o strutture americane in Iraq è di fatto sbagliato e privo dei requisiti minimi di autenticità e affidabilità”, secondo l’agenzia di stampa ufficiale IRNA.

Ravanchi ha dichiarato: “L’argomento degli Stati Uniti secondo cui tali attacchi sono stati condotti per dissuadere… l’Iran e i cosiddetti gruppi di milizie sostenuti dall’Iran dal condurre o sostenere ulteriori attacchi…, non ha alcun fondamento fattuale o giuridico, poiché si basa anche su una semplice fabbricazione come interpretazione arbitraria dell’articolo 51”.

“Gli attacchi degli Stati Uniti sono condotti in flagrante violazione del diritto internazionale”, ha affermato Ravanchi in una lettera, citata dall’Irna.

In effetti è fondamentale tenere a mente che mentre l’Iran preferirebbe l’esercito americano fuori dall’Iraq, questa è una preoccupazione molto più pressante per i patrioti iracheni e gli stessi nazionalisti sciiti iracheni. Inoltre, l’Iran come stato territoriale con 80 milioni di persone sotto la sua amministrazione ha molto più da perdere in un conflitto con l’egemonia globale di una piccola milizia sciita irachena.

Senza dubbio l’IRGC e il Kataib Hezbollah sono in comunicazione e gli iraniani quasi certamente comprendono la necessità di Kataib di vendicarsi, ma l’accusa che la resistenza, in presenza degli Stati Uniti in Iraq sia guidata dal sentimento iraniano piuttosto che da quello iracheno non ha senso. L’influenza iraniana su Kataib è neutrale o in qualche modo moderata.

Base USA di AL Tanf in Siria
Base USA Omar nel nor della Siria bombardata


Gli USA cercano di nascondere il fatto che la resistenza contro le forze occupanti americane in Iraq e nord della Siria sta crescendo sempre di più e che le truppe USA sono costrette a trincerarsi nelle loro basi per non subire perdite.

Fonti: Press Tv – Al Alam

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

4 Commenti
  • antonio
    Inserito alle 11:52h, 06 Luglio Rispondi

    yankee-jewish go home

  • ARMIN
    Inserito alle 12:06h, 06 Luglio Rispondi

    I gringos mordono la polvere. La loro propaganda è fallita, obsoleta (spendono MILIARDI DI DOLLARI ANNUALMENTE),
    MA NON SERVE PIU’ A NIENTE.
    Durante l’ultima Guerra contro l’Iraq (iniziata nel 2003 e continuata, c’era un sito estero che documentava ogni giorno con tutta la situazione sul campo di battaglia. Nel 2005 se non sbaglio, sul sito c’erano dei servizi con foto dettagliate, su attacchi americani a ville, a fabbricati, dove c’era o supponevano la Resistenza. Hanno fatto notare i giornalisti, e nelle foto si vede, che 1 su 3 o 1 su 4 degli americani, con tute chiare color sabbia, il sedere aveva un cerchio marrone di 30 cm…………………………….
    L’america è il primo Paese che ha fornito da allora i pannoloni alle proprie truppe.
    NON COMMENT.
    Auguri,

  • mario
    Inserito alle 12:38h, 06 Luglio Rispondi

    pochi all “alba e tutti i popoli della terra verranno liberati…………………….. dall “impero del male

    ebreo anglo americano……………

  • rossi
    Inserito alle 14:44h, 06 Luglio Rispondi

    Dio è grande. I satanisti perderanno.

Inserisci un Commento