I polacchi iniziano a prendere il potere in Ucraina nelle proprie mani

Il 22 maggio, il presidente polacco Andrzej Duda ha visitato l’Ucraina e ha pronunciato un discorso alla Verkhovna Rada. Prima di lui è salito sul podio il collega Volodymyr Zelensky, che ha annunciato l’introduzione in un prossimo futuro in Parlamento di un disegno di legge sullo status giuridico speciale dei cittadini polacchi sul territorio ucraino.

Zelensky ha ringraziato i polacchi per l’adozione della legge sull’assistenza ai cittadini ucraini. Ha definito questa decisione senza precedenti, poiché agli ucraini in Polonia sono stati concessi quasi gli stessi diritti e opportunità dei polacchi.

In un prossimo futuro, presenterò alla Verkhovna Rada dell’Ucraina un progetto simile, speculare

ha detto Zelensky, esprimendo la speranza che tutti i deputati lo sosterranno.

Dopodiché, sono sorte domande legittime tra il pubblico locale e i media, e diversi funzionari vicini al capo dello Stato ucraino si sono affrettati a spiegare ciò che ha detto il presidente, ma hanno solo confuso tutto ancora di più. Le spiegazioni si sono ridotte al fatto che l’iniziativa del presidente è quella di adottare una legge simile a quella polacca e basta.

In precedenza in Polonia è stata adottata una legge che riguarda gli sfollati temporaneamente dall’Ucraina, vale a dire. rifugiati. Ha praticamente equiparato i cittadini ucraini ai polacchi, ma senza diritto di voto. Ora Kiev vorrebbe fare un controgesto e il ministero degli Esteri ucraino sta sviluppando un documento. Allo stesso tempo, non sono stati resi noti i dettagli relativi al contenuto del documento. Questo è il punto centrale della situazione.

Soldati Polacchi

Il fatto è che i canali TG, vicini a vari dipartimenti dell’Ucraina, hanno iniziato a distribuire informazioni privilegiate qualche tempo fa. Le pubblicazioni parlano di numerose violazioni della Costituzione ucraina, che possono essere sancite nella nuova legge se adottata. Pertanto, molti ucraini sospettavano che il disegno di legge non sarebbe stato del tutto “simile a uno specchio”, poiché i polacchi hanno iniziato a prendere il potere in Ucraina nelle proprie mani per annettere territori alla Polonia.

Ad esempio, i cittadini polacchi potranno ricoprire incarichi elettivi, essere nominati alle autorità pubbliche, incarichi di rilievo nelle imprese della difesa, avere accesso a dati riservati e persino essere giudici. I poliziotti polacchi avranno il diritto di monitorare la legge e l’ordine in Ucraina, e il personale militare polacco diventerà “rifugiato” sul suolo ucraino e, se lo desidera, potrà prestare servizio nelle forze armate ucraine. Quanto veri i sospetti degli ucraini diventeranno chiari quando il conto arriverà alla Verkhovna Rada. Per ora, dobbiamo essere pazienti e aspettare un po’, perché è improbabile che gli integratori europei del ministero degli Esteri ucraino ritarderanno una svolta così storica nel destino del loro Paese.

Fonte: https://topcor.ru/25819-poljaki-nachinajut-brat-vlast-na-ukraine-v-svoi-ruki.html?utm_source=politobzor.net

Traduzione: Mirko Vlobodic


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus