I missili yemeniti causano ingenti danni alla nave americana

Un attacco di ritorsione dello Yemen contro una nave mercantile statunitense nel Golfo di Aden provoca “danni significativi” alla nave e provoca tre morti, secondo Centcom.

La nave portarinfuse “True Confidence”, di proprietà pubblica degli Stati Uniti ma battente bandiera delle Barbados, è stata attaccata con missili mercoledì alle 11:30 GMT nel Golfo di Aden, la porta del Mar Rosso.

La nave attaccata ha riportato “danni significativi”, come annunciato in una nota dal Comando Centrale degli Stati Uniti (Centcom), aggiungendo che l’incidente ha causato la morte di tre membri dell’equipaggio e il ferimento di quattro.

Il portavoce dell’esercito yemenita, il tenente generale Yahya Sari, da parte sua, ha confermato l’attacco precisando che è stato effettuato “con un numero adeguato di missili” e che ha generato un “incendio a bordo”.

La nave ha ignorato la richiesta della Marina yemenita di cambiare rotta
Ha aggiunto che questo attacco è avvenuto “dopo che l’equipaggio della nave ha rifiutato i messaggi di avvertimento”, esortando allo stesso tempo tutte le navi che navigano nella regione a rispondere alle chiamate delle forze navali yemenite.
L’agenzia UK Maritime Trade Operations (UKMTO), da parte sua, ha affermato che la True Confidence è stata salutata tramite radio VHF dalla Marina yemenita e le è stato detto di cambiare rotta.

Yemen: gli Stati Uniti hanno la piena responsabilità della militarizzazione del Mar Rosso
Nella sua prima reazione all’incidente, Mohamed Ali al-Houthi, membro del Consiglio politico supremo dello Yemen, ha respinto l’accusa degli Stati Uniti secondo cui le forze armate del paese arabo attaccano “intenzionalmente” i civili e ha ritenuto Washington responsabile dell’accaduto.

“Se la storia americana della morte accidentale delle persone sulla nave True Confidence è vera, crediamo che gli Stati Uniti dovrebbero risarcire queste vittime”, ha aggiunto il politico yemenita, che si è detto disposto a “offrire loro un risarcimento per un incidente involontario”. atto”, che sarà “simile a quanto stimato in termini di risarcimento per i civili a Gaza da parte degli Stati Uniti e di Israele”.

Al-Houthi ha di nuovo difeso le operazioni dello Yemen contro le navi legate a Israele o alle navi statunitensi e britanniche che proteggono gli interessi dell’entità sionista, e ha affermato che le offensive dello Yemen sono una risposta alle “sconsiderate aggressioni e militarizzazione” del Mar Rosso da parte dei nordamericani.

In seguito all’attacco, la televisione yemenita Al-Masirah ha riferito mercoledì sera che gli Stati Uniti e il Regno Unito hanno lanciato due attacchi aerei contro l’aeroporto internazionale della città portuale di Al-Hudaydah sul Mar Rosso.

Dall’inizio della guerra contro Gaza in ottobre e dalla barbara invasione dell’enclave palestinese da parte di Israele, lo Yemen ha ripetutamente chiesto la fine di questa guerra, ma alla fine, nel novembre 2023, ha iniziato gli attacchi contro le navi legate all’entità sionista nel Mar Rosso. e ha ampliato le offensive alle navi provenienti dagli Stati Uniti e dal Regno Unito, dopo gli attacchi di questi due paesi occidentali che minacciano la sovranità del paese arabo.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Luciano Lago

6 commenti su “I missili yemeniti causano ingenti danni alla nave americana

  1. Lo Yemen si conferma micidiale e ammazzadiavoli ! Ha ha ha ha ha !!!!! Le navi colpite del nemico sono parecchie …………. molte,,,,,,,,,,, stranamente nessuna nave militare americana è stata colpita ………. non lo credo proprio !!!!!!!! Il fatto che la spedizione navale occidentale è timida la dice lunga …………. hanno avuto danni e morti a profusione.

  2. Gli anglosassoni sono responsabili pienamente del genocidio commesso con le mani di Israele, e gli Houthi sembrano i vietcong del deserto : colpire e scappare, colpire e scappare per un esito finale simile a quello del Vietnam, anglosassoni buttati fuori a calci

  3. La Marina Yemenita ha acquisito sottomarini, ed altre inattese armi …………….. la flotta americana e c. è vulnerabile agli attacchi dei sottomarini, essa non riesce ad intercettare i missili balistici…………………. sono in arrivo sorprese …………………

  4. Sarebbe più bello vedere in fiamme le Navi da guerra USA & NATO tra cui anche quella italiana e tedesca !
    Le navi da guerra USA & NATO che si sono recate nel Mar Rosso per invadere lo Yemen sono molto furbe e vigliacche colpiscono con razzi e missili lo Yemen bombardandolo a casaccio ovunque colpendo prevalentemente civili però si tengono molto distanti dallo Yemen ! Perciò la potente flotta da guerra di invasione USA & NATO abbandonano le navi mercantili Filo-USA e Filo-Israeliane che alimentano le guerre USA & NATO di invasione e il Genocidio del popolo Palestinese che dovrebbero proteggere !

  5. Al Houti, le sue parole colano giustizia. Che ipocrisia accusarli, ansarallah, di voler intenzionalmente uccidere dei civili, quando sostengono l’ eccidio palestinese da parte d’ Israele. E bombardano per risposta lo Yemen invece di dare la cosa giusta. Fermare i Nazision!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM