I militari turchi hanno attaccato le truppe dell’esercito siriano nella zona ovest di Aleppo

BEIRUT, LIBANO (20:30) – Mercoledì l’esercito turco ha lanciato un attacco non provocato alle posizioni dell’Esercito arabo siriano (SAA) nella campagna occidentale del Governatorato di Aleppo.

Secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani (SOHR), sono stati i militari turchi, non i loro miliziani alleati, a colpire le posizioni dell’esercito siriano vicino alla città di Kafr Nooran mercoledì.

Si pensava che l’attacco fosse stato realizzato per la prima volta dal Fronte di liberazione nazionale (NLF) appoggiato dalla Turchia o da uno dei loro alleati jihadisti; tuttavia, secondo il rapporto SOHR, in realtà sono state le forze armate turche.

Poiché la NLF e altri gruppi miliziani sono già presenti ai posti di osservazione dell’esercito turco, è difficile per l’esercito siriano determinare chi è la fonte di questi attacchi.

I gruppi miliziani hanno usato la loro presenza presso i posti di osservazione delle forze armate turche per effettuare attacchi come questo in passato, specialmente nel Governatorato di Idlib, quando entrambe le parti avrebbero dovuto aderire all’Accordo di Sochi del 17 settembre 2018.

Esercito siriano

All’inizio di questa settimana, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha avvertito il governo siriano che le forze del suo paese avrebbero continuato ad attaccare l’SAA se avessero rotto il cessate il fuoco dell’accordo di Mosca; tuttavia, la stessa Ankara non è riuscita a rimuovere i gruppi miliziani che si trovano a sud dell’autostrada M-4.

https://www.almasdarnews.com/article/turkish-military-attacked-syrian-army-troops-in-west-aleppo/

Fonte: Al Masdar News

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus