I migliori intellettuali e tradizionalisti d’Italia si uniscano con MOVIMENTO INTERNAZIONALE EURASIATISTA

LE COMUNITÀ ORGANICHE DI DESTINO PROCLAMANO QUESTO:

Noi, persone da diverse e numerose realtà, riconoscendoci quali Comunità organiche di destino, consimili per essenza e volontà, abbiamo deciso di manifestare pubblicamente la nostra unione d’intenti con il Movimento Internazionale Eurasiatista, riconoscendoci negli scopi e nelle modalità del Movimento e volendo partecipare attivamente alla condivisa missione.

Siamo consapevoli del cambiamento e del compimento dei tempi, in questa fase di passaggio epocale fra Vecchia e Nuova Era, dove l’avvento del Grande Reset ci chiama ad un Grande Risveglio che, come grido nella notte, ci interroga su quale nuova alba dare al mondo intero. Comprendiamo la necessità di un ripensamento radicale di tutti gli schemi e di tutti i paradigmi del vivere umano in termini di linguaggio, metodi, categorie, immagini, modi di pensare e di conoscere, nonché l’idea stessa di politica. Senza rinnegare il retroterra culturale di ciascuno, con le proprie singolarità ed esperienze storicamente determinanti, comprendiamo l’urgenza di un superamento che permetta di costruire Uomini Nuovi e un Mondo Nuovo, nell’istante prolungato di pre-futurità che stiamo vivendo.

Siamo concordi nel riconoscere l’urgenza di una nuova Politica, non essendo più valida la forma partitica che ha caratterizzato il nostro Paese e il tempo passato, affermando con forza la necessità di riunirsi in Comunità e rifondare lo Stato attraverso i più puri e nobili valori che ricaviamo dalla Tradizione, declinata secondo una rinnovata comprensione della vita e del mondo, rimettendo al centro la realizzazione integrale della persona all’interno della comunità nazionale, luogo che genera e custodisce il Bene Comune e la Felicità autentica. Rifiutiamo ogni corruzione e aberrazione delle coscienze, promosse dalle massonerie di ogni ordine e grado, e perseguiamo una Pace autentica ed eticamente fondata fra i popoli su di un nuovo rinascimento delle Arti, delle Scienze, della Bellezza e del Sapere, in una Culturametafisicamente rifondata.

Per fare ciò, riconosciamo l’esigenza di un mondo multipolare, dove l’unificazione del continente Eurasia in uno Stato etnocratico organizzato in autonome entità etno-culturali, autosufficienti e libere da ogni ipoteca del mondialismo e del globalismo, è un obiettivo geopolitico da perseguire per il Bene dei popoli. Contemporaneamente, promuoviamo un’Economia di Spirito, che rimetta al centro il perseguimento del Bene Comune e concorra alla realizzazione della società, rifiutando le aberrazioni della Finanza internazionale tecnocratica e dei suoi multiformi tentacoli ed affermando la sovranità della Comunità sui sistemi di mercato. Sentiamo l’esigenza di congiungere trasversalmente le varie realtà operative sul territorio, fisiche e virtuali, in pratiche di resistenza e solidarietà, trovando la forza e l’unione in un nuovo patto politico comunitarista che è oltre tutte le forme del passato, con un nuovo linguaggio e nuove strategie d’azione.

Il progresso è per noi il compimento del cammino personale di ciascuno all’interno della Comunità, dove tempo e spazio sono riconosciuti come costrutti relativi all’identità storica e culturale di appartenenza e non come assoluti da imporre agli altri. Vogliamo vigilare sulla salute integrale della persona, riconoscendone la sacralità fisica e spirituale ontologicamente fondata, la cui dignità ci sprona a promuovere un’educazione al Bene e alla Felicità singolare e collettiva, rifiutando ogni contaminazione e violenza ideologica e pratica.

Consapevoli di quanto affermato, aperti all’imprevedibile e sognatori dell’impossibile, come cartografi chini sulle mappe tracciamo nuove rotte al varco della post-modernità, confermando la nostra unione con il Movimento Internazionale Eurasiatista in continuità ideale con tutti i consimili sparsi nel mondo.

Dalle nostre sedi, ITALIA, il giorno 28 aprile 2021

Redatto e firmato da

Conferenze alla Terra dei Padri con Giulietto Chiesa Ouday Ramadan, Prof. Morganti,, Luciano Lago

Tratto da : Geopolitica.ru.it

25 Commenti
  • ziuq
    Inserito alle 18:59h, 01 Maggio Rispondi

    il pesce d’aprile e la festa dei lavoratori sono diventati un tuttuno

    • atlas
      Inserito alle 01:07h, 02 Maggio Rispondi

      ONORIAMO I NOSTRI CADUTI
      il corteo in ricordo della Strage di Pietrarsa, la prima nelle Due Sicilie sotto amm.ne dell’Italia, quando i bersaglieri itali ani trucidarono senza pietà gli operai Napolitani

      https://www.facebook.com/111179007028333/videos/519975599369106

      “io non sono itali ano, sono Napolitano, è la cosa più bella che c’è”

      (noi aderiremo come Duo Siciliani, per nostro conto. Con la Russia legame storico)

  • Eugenio Orso
    Inserito alle 19:27h, 01 Maggio Rispondi

    Riporto un passaggio chiarificante:
    “Vogliamo vigilare sulla salute integrale della persona, riconoscendone la sacralità fisica e spirituale ontologicamente fondata, la cui dignità ci sprona a promuovere un’educazione al Bene e alla Felicità singolare e collettiva, rifiutando ogni contaminazione e violenza ideologica e pratica.”
    La cosa mi intristisce… perché significa non aver analizzato a fondo la situazione concreta in Italia, che è disastrosa anche dal punto di vista, per così dire, umano.
    Se si intende costituire un movimento di vera opposizione, che abbia qualche probabilità di affermazione e successo, il ricorso al pensiero filosofico e, alla fine, all’ideologia è indispensabile, in quanto non si possono erigere costruzioni sulla sabbia.
    Si devono valutare le possibilità, inoltre, di riuscire ad avere un seguito, pur limitato agli inzi, ma per come è ridotta gran parte della popolazione le speranze sono minime ….
    Non si deve escludere il ricorso alla violenza a priori, perché così si fa fin da subito il gioco del nemico, e, inoltre, oggi abbiamo un nemico onnipotente e onninvasivo che, privo di etica, esercita quotidianamente violenza sui dominati in molti modi (quello fisico è soltanto un modo in cui si estrinseca la violenza sistemica, e qui in Italia neppure il più importante).
    Si deve pensare fin da subito un’alternativa di sistema politico da opporre alla loro democrazia, che potrebbe avere tratti autoritari o “egemonici”.
    Eccetera, eccetera.
    Faccio notare, infine, che il concetto di Bene Comune eraanche dell’imbroglione Antonio Negri (l’autonomo), quello delle “moltitudini” inesistenti, ed è servito propagandisticamente in contrapposto, non tanto alla proprietà privata orami intangibile,quanto alla proprietà pubblica, dello Stato Sovrano, che dovrebbe invece essere ripristinata contro il libero mercato globalista (Il Bene Comuen non esiste!)
    Non mi dilungo e non vado oltre.
    Tutto sbagliato, purtroppo.

    Cari saluti

    • Mau
      Inserito alle 06:25h, 02 Maggio Rispondi

      Apprezzo lo slancio, la buona volontà e le nobili intenzioni, tuttavia la confusione mentale è notevole

  • Max Bonelli
    Inserito alle 20:28h, 01 Maggio Rispondi

    Mi sembra un’ottima iniziativa, cerco di farla girare per portare qualche speranza ai tanti patrioti che hanno cessato di avere speranze

  • Laura
    Inserito alle 20:58h, 01 Maggio Rispondi

    Oggi la vigilanza non basta, bisogna reagire.

  • Gino Labriola
    Inserito alle 21:03h, 01 Maggio Rispondi

    Scusi Direttore, si potrebbe avere qualche approfondimento in più su questa iniziativa?
    Il movimento eurasiatista è quello di cui fa parte il filosofo Aleksandr Dugin?

    • Redazione
      Inserito alle 22:30h, 01 Maggio Rispondi

      Si esatto. Al di là del manifesto ci saranno sviluppi. Vi terremo informati.
      Saluti

      Luciano Lago

      • atlas
        Inserito alle 01:03h, 02 Maggio Rispondi

        c’è anche Maurizio Murelli in foto giusto ?

        • Redazione
          Inserito alle 16:19h, 03 Maggio Rispondi

          No, lui non c’è—–

          La Redazione

  • antonio
    Inserito alle 21:50h, 01 Maggio Rispondi

    Giustizia e Libertà, viva Putin

  • Fratello Marcus
    Inserito alle 22:02h, 01 Maggio Rispondi

    Oltretutto caro Eugenio, proprio la “Tradizione” ci insegna che nella fase finale dell’ età oscura sarà inutile tentare di fermare la valanga……questa lo farà solo quando arriverà a valle.
    Non c’è rimedio al processo di dissoluzione che non è cominciato ieri, ma che ha avuto inizio molto prima, con la perdita progressiva di ogni senso del reale e del sovrannaturale, con il venir meno di ciò che legava l’ uomo a ciò che è “più che umano”. A partire da questo processo, in atto da diversi secoli, siamo arrivati alla fase ultima, ed è assurdo tentare di arrestarlo. Per l’ uomo non resta che conservare, anche in maniera sotterranea e senza effetti immediatamente percettibili, la Tradizione.
    Una poesia recita:
    La speranza è che coloro i quali hanno vegliato durante la lunga notte, possano incontrarsi con quelli che verranno nel nuovo mattino.

    • Kaius
      Inserito alle 23:29h, 01 Maggio Rispondi

      Marcus perdonami ma tutto questo schifo si potrebbe evitare prendendo le armi alla mano.
      La Verità è una sola ovvero non è il nemico ad essere inarrestabile (solo Dio lo è)ma l estinzione dell uomo,sostituito dai pavidi da tastiera.
      Facciamocene una ragione,nessuno è stato costretto ad accettare il male in tutte le sue forme.
      Il male è stato accolto calorosamente da tutti i popoli e anche se alcuni se ne lamentano non se ne vogliono liberare.

      • Fratello Marcus
        Inserito alle 00:27h, 02 Maggio Rispondi

        Come potrei sostenere il contrario di ciò che dici kaius?

  • Claudio
    Inserito alle 23:17h, 01 Maggio Rispondi

    GRANDIOSA INIZIATIVA, COMPLIMENTI. PER ADERIRE, COME SI FA?; GRAZIE!

  • Eugenio Orso
    Inserito alle 23:19h, 01 Maggio Rispondi

    Rispondo a Fratello Marcus.
    Per mantenere le tradizioni, la koinè, le diversità fra i popoli è necessario valutare la forza delnemico disgregante e omologante secondo i suoi interessi e i suoi schemi.
    Per mantenere l’identità non solo si deve conoscere il nemico, la sua ferocia, la sua assenza di etica e quindi di limiti, ma si devono individuare i suoi punti deboli, per poterlo attaccare.
    Per mantenere l’identità è anche necessario saper proporre un sitema politico alternativo (e contrario) a quello del nemico.
    Il Bene Comune è un abbaglio ed è fuorviante, perché ciò che è prioritario è la proprietà pubblica che caretterizza uno stato sovrano, assieme all’inziativa economica pubblica. In pratica Stato contro mercato.
    Inoltre, l’ideologia è necessaria per condurre e motivare la lotta, il problema è che l’ideologia alternativa non può essere otto-novecentensca, ma dev’essere totalizzante perché la lotta sarà dura.
    La violenza, poi, sarà necessaria contro il nemico,i suoi servi locali, i traditori. Pietà sarà morta e senza la necessaria controviolenza si soccomberà in pochi secondi alla violenza del nemico (che ovviamente non è solo fisica).
    Infine, cosa non da poco, si dovranno appoggiare le Potenze Libere, che combattono all’esterno contro il nostro stesso nemico, e in particolare la Russia, ultimo Stato Etico d’Europa, anche a costo di cadere sotto la sua aereadi influenza e controllo, sostituendo le basi us-nato con quelle russe.

    Non resterebbe altro, perché i gererici richiami alla Tradizione, al Bene Comune e alla Felicità non servono a molto e non mettono in pericolo il potere al quale siamo soggetti ,,,
    Proviamo a chiedere ai siriani, agli iracheni, ai venezuelani …

    Cari saluti

  • PESCE ERNESTO
    Inserito alle 23:52h, 01 Maggio Rispondi

    Il potere politico NASCE dalla canna del fucile.

    • Kaius
      Inserito alle 00:11h, 02 Maggio Rispondi

      E dai buchi in fronte che questo lascia.
      Allora non l avevo capito solo io….

  • atlas
    Inserito alle 02:43h, 02 Maggio Rispondi

    Maurizio Blondet non sta bene, è ricoverato in ospedale: preghiamo Dio per lui

    (dal suo sito)

    • Hannibal7
      Inserito alle 11:39h, 03 Maggio Rispondi

      Già
      Sembra un sospetto inizio di infarto
      Ma pare che,detto da lui stesso,si senta già meglio
      Un augurio a te Maurizio
      Saluti né

  • giorgio
    Inserito alle 12:34h, 03 Maggio Rispondi

    D’accordo con Eugenio Orso – Pesce Ernesto e Kaius ……
    Non voglio farla troppo facile ….. ma in fondo non c’è bisogno di complesse analisi politiche, economiche, sociali per proporre una alternativa ai poteri dominanti …..
    Basta proporre l’esatto contrario di ciò che ora è dilagante e che pare inarrestabile ….. proponendo pochi principi chiari e non negoziabili, senza cadere nell’errore di
    stendere programmi politici che si occupano anche dei minimi dettagli ….. se non si vuole restare soli con noi stessi …..
    Naturalmente ben venga un movimento internazionale eurasiatista ……. anche se in teoria rifiuta l’uso della forza ….
    mentre è ovvio che qualunque forma di (vera) opposizione non può fare a meno dell’uso della forza ….. d’altra parte non possiamo certo aspettarci che i promotori del movimento dichiarino apertamente di voler ricorrere alla lotta armata ….. che è un qualcosa che si fa ….. e non si proclama soltanto …..

    • Kaius
      Inserito alle 12:51h, 03 Maggio Rispondi

      Per fare il contrario di questi qua bisogna proprio ricorrere alla forza.
      Infatti che cosa viene macchiata da ventenni come “retrograda,barbara,da inferiori e da ingoranti” da tutti i media e i social possibili e immaginabili?
      Per non parlar poi di tutte le conseguenze che questo porta.
      Senza ricorrere a papiri mi piace sempre riportare il paragone delle donne in Italia di prima e di dopo……
      Prima se qualcuno osava alzare una mano su una femmina che non gli apparteneva finiva in una fossa appunto perché c era maschi capaci di fare ciò per cui la natura li ha fatti.
      Oggi invece si rimane pavidi anche dinanzi agli stupri e cioè fa meritare lo stupro e la morti anche a questa feccia pavida.
      Giorgio io la faccio ancora più semplice:”quelli sono i malvagi,vanno ammazzati”.

      • giorgio
        Inserito alle 19:03h, 03 Maggio Rispondi

        Eh si Kaius ….. potremo sembrare troppo sbrigativi e brutali ma è proprio così …..
        quella “gente” (i Soros, Kissinger, Gates ecc. ecc. e i loro servi nostrani) vanno proprio eliminati …… !

        • Kaius
          Inserito alle 21:48h, 03 Maggio Rispondi

          E si Giorgio gli uomini devono essere sbrigatevi,brutali quanto serve e qua servirebbe una brutalità demoniaca bestiale contro questa feccia.
          Del resto se così si fosse agito adesso non saremmo qui a parlarne.

  • Mardunolbo
    Inserito alle 00:36h, 04 Maggio Rispondi

    Bella iniziativa , ma ci fu Chi disse : Senza di Me non potete fare nulla ! ”
    O si fa come i cristeros messicani oppure ci si scava la fossa per adattarsi meglio al momento…
    Personalmente mi sto preparando come un “cristeros” là dove sono, senza scavarmi la fossa anzitempo.

Inserisci un Commento