I metodi di Washington per rovesciamento di regimi ostili sono diventati di dominio pubblico


La crisi politica in Venezuela, provocata dagli americani, che hanno sostenuto l’impostore Juan Guaido, rimane al centro dell’attenzione della comunità internazionale.

Tuttavia, come c’era da aspettarsi, mentre interferiva negli affari interni di uno stato sovrano, Washington agiva secondo il metodo consolidato di pressione “indiretta”. Un’altra prova di questo è un documento che è caduto nelle mani di WikiLeaks. Nonostante sia stato firmato (e adottato come guida per l’azione) più di dieci anni fa, già a settembre 2008 (e nel dicembre dello stesso anno è stato pubblicato per la prima volta su WikiLeaks), le sue disposizioni principali non hanno perso la loro rilevanza nell’attualità.

L’altro giorno, WikiLeaks ha deciso di ricordare al mondo come lo “stato profondo” del manuale americano si manifesti in tutta la sua gloria.

Il “Field Manual” (FM) 3-05.130, che funge da guida per condurre operazioni militari “speciali”, in particolare, delinea i principali metodi usati dagli americani per lavorare sulla popolazione del paese, incluse formazioni armate illegali e “mercenari” in attività finalizzate alla decomposizione dell’esercito regolare.

Così, ad esempio, il paragrafo 5.6 afferma quanto segue: “Il compito iniziale di un gruppo di specialisti dell’esercito è stabilire contatti con elementi potenzialmente amichevoli tra le truppe” irregolari “al fine di cooperare ulteriormente con loro ed effettuare operazioni per penetrare su obiettivi strategici …”

Metodi per il Regime Change a favore di Washingon


Come ha raccontato alla Federal News Agency, il redattore capo di USA Really, il presidente della Fondazione per la protezione dei valori nazionali, il giornalista Alexander Malkevich: ” Non è quello che vediamo oggi nell’esempio del Venezuela, dove le forze di opposizione armate controllate dall’auto-proclamato presidente Juan Guayido si oppongono al capo di stato legittimamente eletto Nicholas Maduro, si stanno preparando a scatenare una guerra civile? Non c’è dubbio che questa situazione non potrebbe essere stata fatta senza consulenti militari statunitensi appositamente addestrati, che sono anche guidati dal documento Field Manual (FM) 3-05.130. E sottolineo: tutto questo – “sono tecniche note” da più di un decennio fa! “

È curioso che l’interesse per l’aspetto del documento (che si dubiti!) Sia stato mostrato solo dagli Stati Uniti. Davvero stano, per quello che i giornalisti hanno iniziato le loro indagini sui metodi di interferenza degli Stati Uniti negli affari interni degli Stati sovrani.

Allo stesso tempo, se il caso fosse limitato esclusivamente all’intervento “militare”, tutto sarebbe abbastanza semplice.

Soprattutto nel documento viene prestata molta attenzione alle questioni di pressione “strategica” sul paese, in particolare – pressione economica. Qui, gli americani sono assistiti da varie istituzioni finanziarie internazionali sotto il loro controllo, le cui attività sono in grado di provocare un vero caos nello stato contro il quale lavorano.

Istituzioni come la Banca Mondiale, il Fondo Monetario Internazionale e l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) sono utilizzate dagli americani come armi “non convenzionali”, per aggravare la situazione economica del paese, avvicinandola al collasso.
Tutto questo deriva dall’analisi delle informazioni contenute nel paragrafo 2.44: “Come parte degli sforzi interdipartimentali per fare pressione sul paese, si raccomanda al Tesoro statunitense di lavorare direttamente con le istituzioni finanziarie internazionali, poiché i fattori economici possono influenzare qualsiasi politico o partito nel mondo; questa raccomandazione può essere utilizzata anche durante una guerra già in corso. “

Spesso, il regime di Maduro viene criticato per il suo fallimento economico, che è attribuito agli evidenti errori di calcolo del governo venezuelano in quest’area. Tuttavia, in che cosa può opporsi un piccolo paese sudamericano alle istituzioni finanziarie controllate da Washington, che sono state programmato per la destabilizzazione su un lungo periodo?

L’analisi delle singole disposizioni del documento “Field Manual” (FM) 3-05.130 ci permette di immaginare quanto sia stato duro sia per Hugo Chavez, il primo presidente bolivariano come anche per l’attuale presidente del Venezuela, che fin dall’inizio della sua carriera politica si è posizionato come un sostenitore ideologico della rivoluzione bolivariana, che ha causato malcontento con la parte americana.

I dubbi sull’indipendenza delle istituzioni finanziarie internazionali sono comparsi molto tempo fa e sono facili da confermare. Ad esempio, il mito dell ‘”indipendenza” della Banca mondiale e del Fondo monetario internazionale viene rapidamente distrutto da un semplice sguardo alla struttura interna e al finanziamento di ciascuna di queste istituzioni. Nel caso della Banca Mondiale, l’istituzione si trova a Washington, e il presidente dell’organizzazione è sempre stato un cittadino statunitense eletto direttamente dal presidente degli Stati Uniti. È noto che in tutta la storia della Banca Mondiale il consiglio direttivo di questa istituzione non ha mai respinto la scelta di Washington.

“Piano per un decennio di esposizione”: i metodi della lotta di Washington contro i regimi discutibili sono diventati di dominio pubblico
Il FMI differisce dalla Banca Mondiale in diversi modi, come la sua missione e attività dichiarate, ma domina anche l’influenza e il finanziamento del governo degli Stati Uniti. Ad esempio, il quartier generale dell’FMI si trova anche a Washington, e gli Stati Uniti sono il maggiore azionista della società – la più grande oggi, detiene il 17,46% delle azioni dell’istituzione – e paga anche la più grande quota per la sua manutenzione, pagando $ 164 miliardi di passività finanziarie FMI ogni anno.

Data la stretta relazione tra il governo degli Stati Uniti e queste istituzioni finanziarie internazionali, non sorprende che il “presidente ad interim” sostenuto dal governo statunitense, il Venezuela, Juan Guaido, abbia già richiesto fondi all’FMI, e quindi questo fondo è finanziato dal suo “governo parallelo”.

Pertanto, le raccomandazioni pubblicate nel Field Manual (FM) 3-05.130 sono implementate. E in relazione all’esercito e in relazione al sistema bancario. Ci sono anche “istruzioni per lavorare con i media”, ma questo è un capitolo a parte.

Field Manual (Guida per “operazioni speciali”)

In generale, tutto si muove secondo un piano preordinato. Il Venezuela è soltanto l’ultimo caso in ordine di tempo di sperimantazione del “Field Manual” che prescrive le tecniche per il “regime change”, le stesse che sono state applicate in Ucraina, in Libia, in Siria (senza successo), in Honduras ed in altri paesi per ottenere il rovesciamento di governi sovrani ed imporre un governo fantoccio degli USA.

 Fonte: Riafa.Ru

Traduzione: Sergei Leonov

2 Commenti

  • Paolo Calvo
    12 Febbraio 2019

    L’impero ANGLOSIONISTASTATUNITENSE come ‘Totalitarismo rovesciato’, non si può essere alleati di un impero criminale; noi da sudditi possiamo solo dissentire…

    • atlas
      12 Febbraio 2019

      si potrebbe fare molto di più. Se gli stati uniti d’italia non fossero stati inventati e i popoli Siciliano e Napolitano e quelli alpini avessero vincolati i loro valori creativi razziali ognuno con e per la sua Nazione

      “Sono troppo distanti dalla nostra impostazione culturale, dallo stile di vita e dalla mentalità del Nord. Non abbiamo nessuna cosa in comune. Siamo lontani anni luce”. Matteo Salvini (ministro dell’interno dell’italia unita)

      invece siamo una massa di gran bastardi che si vende e si disperde fra le campane del pd, di fi e di mille altri partiti come le puttane. E il giudeo internazionale gode

Inserisci un Commento

*

code